Irrompe nella video-lezione e si masturba davanti ai bambini: denunciato alla Polizia postale

Di Giovanni Macchi
Pubblicato il 15 Mag. 2020 alle 19:21 Aggiornato il 15 Mag. 2020 alle 19:22
494
Immagine di copertina

Un uomo ha fatto irruzione in una video- lezione di bambini di scuola elementare e ha iniziato a masturbarsi davanti a loro. E’ successo nel Salento, in Puglia, agli alunni di una scuola di uno dei paesi del circondario di Maglie, in provincia di Lecce. Il collegamento è stato velocemente interrotto, con i bambini che sono rimasti sotto shock. La didattica a distanza è stata interrotta e per le prossime settimane i bambini riceveranno i compiti via Whatsapp. Immediata la denuncia della preside dell’istituto frequentato dai bambini alla Polizia Postale, la quale ha fatto partire un’indagine della Procura per atti sessuali aggravati alla presenza di minori e accesso abusivo a un sistema informatico.

A darne notizia il Quotidiano di Puglia, che racconta come le autorità siano già al lavoro per risalire all’identità dell’uomo, la quale risulta ancora sconosciuta. La ricerca, comunque, verrà effettuata  tramite l’IP e il dispositivo utilizzato dal soggetto. Per accedere a “Collabora”, l’app utilizzata per le video-lezioni, è necessario essere invitati tramite un link inviato dall’insegnante, link di cui l’uomo è entrato in possesso in qualche modo. Sono stati due i suoi accessi: il soggetto prima è entrato nella video-lezione per pochi secondi e poi per praticare l’autoerotismo di fronte agli occhi sconvolti dei minori e dell’insegnante.

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI

Leggi anche:

1. Decreto Rilancio, le misure chiave e il testo integrale: ecco cosa prevede / 2. Cosa significa concretamente che ora braccianti, colf e badanti verranno regolarizzati / 3. Decreto Rilancio, le misure chiave e il testo integrale: ecco cosa prevede

4. L’assurdo divieto di respirazione bocca a bocca nella città dell’utopia virologica / 5. Regolarizzazione migranti, la ministra Bellanova in lacrime in conferenza: “Da oggi gli invisibili saranno meno invisibili” / 6. “Io, imprenditore rovinato dal prezzo fissato da Arcuri alle mascherine: lo Stato ci ha abbandonati”

7. “E poi ci sono gli artisti, che ci fanno tanto divertire”. Conte, le parole sono importanti / 8. Clementi a TPI: “Il virus non è più aggressivo, è un dato di fatto. Ma certi altri virologi ragionano con gli algoritmi” / 9. La seconda ondata colpisce i giovani: a Seul il 75% dei nuovi contagiati ha meno di 30 anni

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

494
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.