Teramo, muore ragazzo di 29 anni a seguito di un intervento cardio chirurgico

Di Angelica Pansa
Pubblicato il 30 Ago. 2020 alle 12:35 Aggiornato il 30 Ago. 2020 alle 12:41
11
Immagine di copertina

Teramo, muore ragazzo di 29 anni a seguito di un intervento cardio chirurgico

Lutto nel teramese: è morto un ragazzo di soli 29 anni, Giuseppe Lupi, a seguito di complicanze sopravvenute durante un intervento chirurgico a cui si era sottoposto. È shock nella piccola comunità di Ancorano, in Abruzzo. Oggi l’addio alle ore 16.00 nella chiesa della Madonna della Pace. Il sindaco Pietrangelo Panichi, con ordinanza pubblicata sul sito del comune, ha decretato il lutto cittadino: “Esprimo vicinanza alla famiglia e la solidarietà di tutta la comunità di Ancorano, siamo sotto choc, Giuseppe era un bravissimo ragazzo, organizzava tornei e memorial di calcio e calcio a 5, era sempre disponibile”.

Solare, pieno di iniziativa e sempre printo a dare una mano nelle attività di paese. Lavorava da ormai due anni in un centro medico di Maltignano, nelle vicine Marche. Era un amministrativo molto apprezzato e nonostante la giovane età aveva dimostrato grande professionalità sul lavoro. Si era sottoposto ad un intervento di cardio chirurgia programmato all’ospedale di Torrette di Ancona.

Decine i commenti di condoglianze e incredulità per la morte prematura di Giuseppe. Commosso l’addio del primo cittadino lasciato sulla sua bacheca Facebook che interpreta i sentimenti più profondi della sua cittadina: “‘Quando ormai si vola… Non si può cadere più’. È impossibile spiegare quello che si prova e soprattutto sapere che sei volato in cielo ed indietro non ti vedremo tornare. Non troveremo il senso e le parole per la tua perdita, ma penseremo che ci guarderai da lassù con il tuo sorriso, la tua giovialità che ti ha sempre contraddistinto nella vita della nostra comunità. Ciao Giuseppe, per sempre con noi”. Anche l’amico e vicesindaco Silvano Del Cane, medico e direttore sanitario del centro dove Giuseppe se n’è andato, commosso dà notiza del decesso sul suo profilo facebook: “Caro amico mio adesso mi avresti chiamato dicendomi “silvà che facciamo?” Questa volta ti avrei stupito ragazzo con un “non lo so giusè!”.

Leggi anche: 1.Maltempo, albero cade su una tenda: morte due sorelle di 3 e 14 anni/2.Consigliere regionale aggredito a Napoli: Borrelli pestato fuori dall’ospedale San Giovanni Bosco/3.Ponza, un motoscafo esplode nel porto dopo il rifornimento: tragedia sfiorata

11
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.