Il sindaco di Messina finge di essere Conte e ordina l’astinenza sessuale ai messinesi

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 29 Apr. 2020 alle 11:51 Aggiornato il 29 Apr. 2020 alle 13:54
2.6k

Il sindaco di Messina ordina l’astinenza sessuale | VIDEO

“Se vi becco a gruppi di due tre persone e vi trovo lì abbracciati romanticamente: Multa. Per ora la pesca romantica non è consentita. Non sono consentiti baci e non sono consentiti abbracci. Non è consentito fare altro. Per ora da questo punto di vista dobbiamo essere astinenza al cubo. Guai a chi viola l’ordine dell’astinenza. Ci siamo capiti? Perfetto. Quindi anche da questo punto di vista si va a pescare da soli. E anche a casa attenti. Bisogna stare distanti di almeno un metro anche a letto. Visto che il mio sosia (il premier Giuseppe Conte, ndr) non ha avuto il coraggio di dirvelo ve lo dico io. Fino al 31 ottobre astinenza“. Così il sindaco di Messina nella sua ultima apparizione social. Cateno De Luca si è lanciato in una discutibile imitazione del presidente del Consiglio Giuseppe Conte (con tanto di abito blu e di interprete del linguaggio dei segni alle sue spalle) per spiegare come sarebbe stato il suo decreto per la Fase 2 dell’emergenza Coronavirus.

Leggi anche: 1. Prega col rosario in mano e chiude lo Stretto: il sindaco di Messina, Cateno De Luca, è un Salvini in miniatura (di Selvaggia Lucarelli) 

2.6k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.