Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 15:10
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Sea Watch: le autorità italiane autorizzano lo sbarco alle famiglie

Immagine di copertina

Sea watch sbarco famiglie | “Le autorità italiane ci hanno dato la disponibilità a fare sbarcare le famiglie presenti a bordo: bambini, madri, padri e una donna ferita”. Questo  l’annuncio su Twitter della Sea Watch, la nave dell’Ong tedesca che il 15 maggio ha soccorso 65 migranti a largo della Libia, si trova oggi 17 maggio vicino Lampedusa.

(Qui tutto il caso della Sea Watch 3, con gli ultimi aggiornamenti e il riassunto di quello che sta succedendo).

È in corso il trasbordo sulla motovedetta della Guardia Costiera.

I componenti delle famiglie autorizzate a scendere dal Viminale sono 18 in totale. Lo rendono noto fonti del ministero dell’Interno, secondo le quali l’autorizzazione è stata concessa “solo ai bambini accompagnati e ad un uomo in precarie condizioni di salute”.

A bordo delle motovedette della Guardia Costiera saliranno dunque sette bambini con i genitori, sette madri e tre padri. Più il migrante con gravi problemi di salute.

Intanto, la Procura della Repubblica di Agrigento ha deciso di aprire un fascicolo d’inchiesta anche sul caso “Sea Watch”. A seguire il caso è il procuratore aggiunto Salvatore Vella, che si trova già a Lampedusa per l’interrogatorio dell’armatore della nave “Mare Jonio”.

Il fascicolo, che verrà aperto, per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, è attualmente a carico di ignoti.

Secondo il ministro dell’Interno, i migranti “erano prima in acque libiche e poi in acque maltesi, ma mettendo a rischio la vita degli immigrati a bordo vogliono a tutti i costi arrivare in Italia. Questi non sono soccorritori ma scafisti, e come tali verranno trattati. Per i trafficanti di esseri umani i porti italiani sono e rimangono chiusi”.

Il caso Sea Watch è al centro del dibattito politico nazionale. In diretta Facebook dalla sala stampa estera di Milano, il ministro dell’Interno Matteo Salvini ha ribadito che la Sea Watch verrà fermata: “Non c’è presidente del Consiglio che tenga e non c’è ministro dei 5 stelle che tenga: in Italia i trafficanti di esseri umani non arrivano più”.

> Le ultime notizie della Sea Watch ala largo di Lampedusa

Ti potrebbe interessare
Cronaca / "Abusi sessuali sugli alunni di scuola media": arrestato bidello di 56 anni a Brescia
Cronaca / Siena, investe e uccide per sbaglio l’amica 16enne: “Distrutta dal dolore, non esce di casa”
Cronaca / Burioni e il tweet sui no vax come sorci: “Era ironico, non lo riscriverei”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / "Abusi sessuali sugli alunni di scuola media": arrestato bidello di 56 anni a Brescia
Cronaca / Siena, investe e uccide per sbaglio l’amica 16enne: “Distrutta dal dolore, non esce di casa”
Cronaca / Burioni e il tweet sui no vax come sorci: “Era ironico, non lo riscriverei”
Cronaca / L’app per controllare la validità del certificato: ecco come funziona
Cronaca / Taranto, 20enne disabile abusata su autobus di linea: otto autisti indagati
Cronaca / La Sardegna brucia: 20mila ettari in fumo, 1500 sfollati
Cronaca / Green Pass, il Governo vuole estendere l’obbligo anche a scuola, trasporti e servizi: ecco da quando e come
Cronaca / "Entro due settimane, 32mila contagi al giorno". A rischio 4 regioni
Cronaca / Figliuolo annuncia: “Obiettivo 80% vaccinati per settembre"
Cronaca / Fiorella Mannoia: “Contenta di essermi vaccinata? No, ma l’ho fatto per etica”