Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 18:27
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Ristoratore non trova personale e annuncia: “Decidete voi stipendio e orari”

Immagine di copertina

Molte attività stanno facendo fatica a trovare lavoratori stagionali da impiegare per il periodo estivo. Un tema che riapre il dibattito sugli stipendi troppo bassi e le condizioni di lavoro spesso massacranti a cui devono sottostare, soprattutto i più giovani. Dall’altro canto noti imprenditori come Flavio Briatore o chef come Alessandro Borghese ribattono dicendo che il lavoro c’è, ma i giovani non vogliono lavorare come cameriere o in cucina, preferendo andare a divertirsi con gli amici o stare sul divano percependo il reddito di cittadinanza. Dichiarazioni che hanno suscitato numerose polemiche. Allora Pierluigi Lucino, imprenditore salentino di 40 anni, ha deciso di lanciare una provocazione via social: “Cerco personale. Lo stipendio lo decidete voi, il giorno libero e gli orari anche”.

Licino è titolare del Riviera Bar Bistrot a Porto Cesareo. Il suo locale si trova a pochi passi dal mare. Offre un minimo di 1200 euro netti, che salgono a 1500-1600 per i pizzaioli. Ma nonostante la paga più che dignitosa, il personale non si trova. Tanto che l’imprenditore è stato costretto a mettere il limite delle 100 pizze a serata, per non pesare troppo sull’unico pizzaiolo che ha a disposizione. Il post provocatorio di Lucina sembra però non avere innescato l’effetto sperato. Ancora nessun candidato.

Secondo i dati diffusi dal ministero del Turismo, nel comparto i posti vacanti sarebbero “tra i 250 mila e 350 mila”. Chi offre lavoro lamenta la mancanza di volontà di chi cerca occupazione ma poi rifiuta gli incarichi, mentre sul fronte opposto i lavoratori denunciano condizioni disumane: orari troppo lunghi, paghe da fame e una precarietà che sa di sfruttamento. Intanto l’estate è alle porte e il problema rischia di mettere in crisi tantissime attività in tutta Italia, proprio nel periodo più intenso dell’anno.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Marmolada, il video del crollo del grande blocco di ghiaccio
Cronaca / Tragedia Marmolada, Messner: “Seracchi si staccano per caldo globale”
Cronaca / Dieci gradi in più sulla Marmolada, crolla ampio blocco di ghiaccio: almeno 4 morti
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Marmolada, il video del crollo del grande blocco di ghiaccio
Cronaca / Tragedia Marmolada, Messner: “Seracchi si staccano per caldo globale”
Cronaca / Dieci gradi in più sulla Marmolada, crolla ampio blocco di ghiaccio: almeno 4 morti
Cronaca / Trapani, muore cadendo in un pozzo alla festa del suo 40esimo compleanno
Cronaca / Napoli, gli danno fuoco mentre è in videochiamata con la fidanzata: grave 36enne
Cronaca / Meteo, quando arriva la tregua al caldo? Martedì i primi temporali: ecco dove
Cronaca / La Cei appoggia lo Ius scholae: “Basta con le ideologie, è una riforma che serve all’Italia”
Cronaca / Morto Aldo Balocco, l’inventore del panettone mandorlato
Cronaca / Aborto, lo tsunami pro-life può travolgere anche l’Italia
Cronaca / A Torino la prima laurea nel Metaverso: Edoardo all’esame dal vivo e con l’avatar