Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:58
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Ragazzo ucciso a Roma, madre denuncia il figlio: “Meglio in galera che tra gli spacciatori”

Immagine di copertina

La donna si è presentata in commissariato affermando che il terzogenito "aveva fatto una cazzata"

Ragazzo ucciso a Roma, madre denuncia il figlio: “Meglio in galera che tra gli spacciatori”

“Meglio in galera che tra gli spacciatori”: con questa motivazione la madre del killer di Luca Sacchi, il ragazzo ucciso a Roma lo scorso 23 ottobre nel quartiere Appio Latino, si è presentata in commissariato presentando una denuncia nei confronti del figlio.

È giovedì pomeriggio quando Giovanna Proietti varca la soglia del commissariato San Basilio e comunica ai poliziotti di essere convinta che il figlio 21enne Valerio Del Grosso abbia “fatto una cazzata”.

Ragazzo ucciso a Roma, spunta la pista della droga: due 21enni di San Basilio fermati per la morte di Luca Sacchi

La denuncia della madre è decisiva per le indagini sulla morte di Luca Sacchi, il personal trainer freddato davanti a un pub forse per questioni di droga. Poche ore dopo, infatti, Valerio Del Grosso viene rintracciato in un hotel di Tor Cervara, dove tentava di nascondersi, e arrestato con l’accusa di omicidio.

Chi sono i due ragazzi di San Basilio fermati per l’omicidio di Luca Sacchi a Roma: Valerio Del Grosso e Paolo Pirino

La donna ha capito che il figlio potesse essere implicato nell’omicidio di Luca nel momento in cui non è rincasato. Così ha contattato un amico, che ha rivelato cosa era accaduto al figlio. Valerio, infatti, era tornato a vivere con la sua famiglia a Casal Monastero, nei pressi del quartiere San Basilio, dopo la fine della relazione con la sua compagna, dalla quale aveva avuto una bambina, che ora ha sei mesi.

La relazione tra i due è terminata dopo Valerio ha picchiato la sua compagna, la quale è finita in ospedale con 40 giorni di prognosi per una lesione al timpano.

“Qui non è il Bronx”: viaggio nell’Appio Latino di Roma, che piomba nell’orrore dopo l’omicidio di Luca Sacchi
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 228.179 casi e 434 morti: tasso di positività al 15,4%
Cronaca / Lo studio: “Se tutti gli italiani si fossero vaccinati ci sarebbero stati 1.200 morti in meno”
Cronaca / Sassari, iniettata aria al posto dei vaccini: paura per 20 pazienti
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 228.179 casi e 434 morti: tasso di positività al 15,4%
Cronaca / Lo studio: “Se tutti gli italiani si fossero vaccinati ci sarebbero stati 1.200 morti in meno”
Cronaca / Sassari, iniettata aria al posto dei vaccini: paura per 20 pazienti
Cronaca / Stretto di Messina, i no pass restano ancora bloccati (e spuntano gli scafisti)
Cronaca / Studentessa Usa denuncia stupro a Roma: “Bloccata per ore in un letto”
Cronaca / Beppe Grillo indagato a Milano per traffico di influenze illecite: nel mirino i contratti pubblicitari con la Moby
Cronaca / Francesca Amadori licenziata per le assenze ingiustificate: “Non lavorava da inizio dicembre”
Cronaca / Green pass, dalle tabaccherie alle librerie: dove è obbligatorio e dove no
Cronaca / Covid, oggi 83.403 casi e 287 morti: tasso di positività al 15,4%
Cronaca / Cani Violenti, un podcast di Piano P che racconta risse, pestaggi, incontri clandestini e lo spazio della ferocia nella provincia italiana