Me

Il ragazzo con le treccine blu cacciato dalla preside: “Le taglio pur di tornare a scuola”

Lo studente è stato costretto a piegarsi al volere di una preside severa. La nonna del ragazzo: "È stato più maturo di tutti noi"

Di Veronica Di Benedetto Montaccini
Pubblicato il 16 Set. 2019 alle 19:20
Immagine di copertina
Il ragazzo dalle treccine blua Scampia Credit: Facebook

Il ragazzo con le treccine blu cacciato dalla preside: “Le taglio pur di tornare a scuola”

La storia di Lino, il ragazzo dalle treccine blu cacciato da scuola dalla preside, è diventata virale in poche ore.

A causa della sua capigliatura il ragazzo di 13 anni era stato escluso dalla sua classe a Scampia per volere della preside Rosalba Rotondo. Pur di tornare a scuola il ragazzo ha preso una decisione drastica: tagliare via le treccine per continuare a studiare nell’Istituto Ilaria Alpi-Carlo Levi.

Parla la nonna del ragazzo con le treccine blu

La nonna del ragazzo dalle treccine blu, Concetta Cerullo, ha detto: “Ha preso questa decisione in questi giorni. So che stamattina era molto provato: si è recato a scuola ed è entrato in classe, dopo aver parlato con la preside e con mia figlia. Lui è convinto che in questo suo taglio di capelli non ci sia nulla di male, che le ‘treccine non ammazzano’. Ma la voglia di studiare ha prevalso”.