Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 21:24
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Agrigento, poliziotto umilia e prende a schiaffi due migranti in un centro d’accoglienza: “Sei ospite, fai l’uomo” | VIDEO

L'episodio filmato in un centro di accoglienza di Favara, in contrada Ciavolotta. Un ispettore indagato per abuso dei mezzi di correzione

 

Poliziotto prende a schiaffi migranti: video

Il poliziotto prende a schiaffi un giovane migrante e lo costringe a schiaffeggiare a sua volta un altro ragazzo. È la scena che ha fatto il giro della rete ripresa da un telefonino in un centro d’accoglienza di Favara, in provincia di Agrigento. Le immagini mostrano un ispettore di Polizia che umilia gli ospiti della struttura come punizione dopo un tentativo di fuga finito con la cattura. “Sei un ospite e devi rispettare la legge, fai l’uomo”, dice nel video il poliziotto, che ora, dopo l’apertura di una inchiesta da parte del pm Cecilia Baravelli, risulta iscritto nel registro degli indagati con l’accusa di abuso dei mezzi di correzione.

Il centro di accoglienza di Favara, in contrada Ciavolotta, è stato aperto lo scorso mese per i migranti arrivati durante l’emergenza sulle coste italiane. Il video mostra l’ispettore che mette alla gogna i due migranti davanti ad almeno altri quattro colleghi in divisa: ordina a entrambi (uno di loro minorenne) di inginocchiarsi l’uno davanti all’altro e poi di prendersi a schiaffi di fronte ad un gruppo di ragazzi residenti del centro. È lui stesso a colpire uno dei due per indicare come schiaffeggiare con forza.

“Sei un ospite e devi rispettare la legge – dice il poliziotto – fai l’uomo”. L’ispettore sarebbe in servizio di vigilanza nella struttura di accoglienza di contrada Ciavolotta, e apparterrebbe a uno dei reparti mobili presenti ad Agrigento per fronteggiare l’emergenza immigrazione ma non sarebbe tra coloro che prestano servizio alla questura di Agrigento.

Leggi anche: Migranti, naufragio nel Mediterraneo: il corpo di una bambina di 5 mesi ritrovato su una spiaggia libica

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Vaccini, Pfizer: “Con terza dose protezione anche da Omicron”
Cronaca / Regno Unito, nuove restrizioni a causa di Omicron. Johnson: "Si diffonde molto più velocemente”
Cronaca / Covid, oggi 17.959 casi e 86 morti: tasso di positività al 3,2%
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Vaccini, Pfizer: “Con terza dose protezione anche da Omicron”
Cronaca / Regno Unito, nuove restrizioni a causa di Omicron. Johnson: "Si diffonde molto più velocemente”
Cronaca / Covid, oggi 17.959 casi e 86 morti: tasso di positività al 3,2%
Cronaca / Nudo nella fontana di piazza della Repubblica a Roma, agenti in acqua per fermarlo: arrestato | VIDEO
Cronaca / Patrick Zaki è stato scarcerato: “Sto bene, forza Bologna!”
Cronaca / Picchiata e minacciata di morte perché voleva “vivere all’occidentale”. 18enne fa arrestare il padre
Cronaca / Immacolata, il Papa a sorpresa in piazza di Spagna
Cronaca / Immacolata 2021, supermercati e negozi aperti o chiusi l’8 dicembre
Cronaca / Scarcerazione Zaki, l’amica e collega a TPI: “Siamo increduli e felici, ma continuiamo a combattere. Non è ancora libero”
Cronaca / Covid, l’allarme dell’ECDC: “La situazione è molto grave con le feste può peggiorare”