Coronavirus:
positivi 13.303
deceduti 34.945
guariti 194.579

Agrigento, poliziotto umilia e prende a schiaffi due migranti in un centro d’accoglienza: “Sei ospite, fai l’uomo” | VIDEO

L'episodio filmato in un centro di accoglienza di Favara, in contrada Ciavolotta. Un ispettore indagato per abuso dei mezzi di correzione

Di Donato De Sena
Pubblicato il 21 Giu. 2020 alle 11:40
2.9k

Poliziotto prende a schiaffi migranti: video

Il poliziotto prende a schiaffi un giovane migrante e lo costringe a schiaffeggiare a sua volta un altro ragazzo. È la scena che ha fatto il giro della rete ripresa da un telefonino in un centro d’accoglienza di Favara, in provincia di Agrigento. Le immagini mostrano un ispettore di Polizia che umilia gli ospiti della struttura come punizione dopo un tentativo di fuga finito con la cattura. “Sei un ospite e devi rispettare la legge, fai l’uomo”, dice nel video il poliziotto, che ora, dopo l’apertura di una inchiesta da parte del pm Cecilia Baravelli, risulta iscritto nel registro degli indagati con l’accusa di abuso dei mezzi di correzione.

Il centro di accoglienza di Favara, in contrada Ciavolotta, è stato aperto lo scorso mese per i migranti arrivati durante l’emergenza sulle coste italiane. Il video mostra l’ispettore che mette alla gogna i due migranti davanti ad almeno altri quattro colleghi in divisa: ordina a entrambi (uno di loro minorenne) di inginocchiarsi l’uno davanti all’altro e poi di prendersi a schiaffi di fronte ad un gruppo di ragazzi residenti del centro. È lui stesso a colpire uno dei due per indicare come schiaffeggiare con forza.

“Sei un ospite e devi rispettare la legge – dice il poliziotto – fai l’uomo”. L’ispettore sarebbe in servizio di vigilanza nella struttura di accoglienza di contrada Ciavolotta, e apparterrebbe a uno dei reparti mobili presenti ad Agrigento per fronteggiare l’emergenza immigrazione ma non sarebbe tra coloro che prestano servizio alla questura di Agrigento.

Leggi anche: Migranti, naufragio nel Mediterraneo: il corpo di una bambina di 5 mesi ritrovato su una spiaggia libica

2.9k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.