Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 12:17
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Agrigento, poliziotto umilia e prende a schiaffi due migranti in un centro d’accoglienza: “Sei ospite, fai l’uomo” | VIDEO

L'episodio filmato in un centro di accoglienza di Favara, in contrada Ciavolotta. Un ispettore indagato per abuso dei mezzi di correzione

Poliziotto prende a schiaffi migranti: video

Il poliziotto prende a schiaffi un giovane migrante e lo costringe a schiaffeggiare a sua volta un altro ragazzo. È la scena che ha fatto il giro della rete ripresa da un telefonino in un centro d’accoglienza di Favara, in provincia di Agrigento. Le immagini mostrano un ispettore di Polizia che umilia gli ospiti della struttura come punizione dopo un tentativo di fuga finito con la cattura. “Sei un ospite e devi rispettare la legge, fai l’uomo”, dice nel video il poliziotto, che ora, dopo l’apertura di una inchiesta da parte del pm Cecilia Baravelli, risulta iscritto nel registro degli indagati con l’accusa di abuso dei mezzi di correzione.

Il centro di accoglienza di Favara, in contrada Ciavolotta, è stato aperto lo scorso mese per i migranti arrivati durante l’emergenza sulle coste italiane. Il video mostra l’ispettore che mette alla gogna i due migranti davanti ad almeno altri quattro colleghi in divisa: ordina a entrambi (uno di loro minorenne) di inginocchiarsi l’uno davanti all’altro e poi di prendersi a schiaffi di fronte ad un gruppo di ragazzi residenti del centro. È lui stesso a colpire uno dei due per indicare come schiaffeggiare con forza.

“Sei un ospite e devi rispettare la legge – dice il poliziotto – fai l’uomo”. L’ispettore sarebbe in servizio di vigilanza nella struttura di accoglienza di contrada Ciavolotta, e apparterrebbe a uno dei reparti mobili presenti ad Agrigento per fronteggiare l’emergenza immigrazione ma non sarebbe tra coloro che prestano servizio alla questura di Agrigento.

Leggi anche: Migranti, naufragio nel Mediterraneo: il corpo di una bambina di 5 mesi ritrovato su una spiaggia libica

Ti potrebbe interessare
Cronaca / 54enne muore per trombosi a 12 giorni dalla vaccinazione: aperta indagine per omicidio colposo
Cronaca / Milano, caso di variante “delta” in palestra: il contagiato aveva già completato il ciclo vaccinale
Cronaca / L’aggressione alla madre, un Tso e le segnalazioni dei vicini: chi era il killer di Ardea
Ti potrebbe interessare
Cronaca / 54enne muore per trombosi a 12 giorni dalla vaccinazione: aperta indagine per omicidio colposo
Cronaca / Milano, caso di variante “delta” in palestra: il contagiato aveva già completato il ciclo vaccinale
Cronaca / L’aggressione alla madre, un Tso e le segnalazioni dei vicini: chi era il killer di Ardea
Cronaca / Ardea, il killer "aveva già sparato altre volte". Ma nessuno aveva denunciato
Cronaca / Ventimiglia, uccide la ex in strada sparandole in auto. Il messaggio su Fb: “Non puoi nasconderti”
Cronaca / Barillari (ex M5s) su Eriksen: “Cadono come mosche per i vaccini”. Ma il danese non è vaccinato
Cronaca / Sparatoria Ardea, la madre del killer: “Viveva isolato, non si curava”
Cronaca / Crisanti a TPI: “Tutto il Cts si deve dimettere subito, un casino apocalittico. Camilla sarebbe ancora viva”
Cronaca / In Italia 14 milioni di persone hanno ricevuto entrambe le dosi
Cronaca / Francia, dal 30 giugno niente più mascherine all'aperto