Covid ultime 24h
casi +11.629
deceduti +299
tamponi +216.211
terapie intensive +14

Omicidio Sacchi, scontro tra Anastasiya e Princi: “Maledetto, mi hai rovinato la vita”

Ieri i pm avevano confermato: "Tra loro c'era una relazione". Gli inquirenti sempre più convinti che la trattativa fosse per l'acquisto di cocaina

Di Giulia Angeletti
Pubblicato il 3 Dic. 2019 alle 12:50 Aggiornato il 10 Gen. 2020 alle 20:20
268
Immagine di copertina

Omicidio Sacchi, scontro tra Anastasiya e Princi: “Mi hai rovinato la vita”

“Maledetto, mi hai rovinato la vita”. Sono le parole di Anastasya Kylemnyk, la fidanzata di Luca Sacchi, urlate a Giovanni Princi, l’amico del personal trainer ucciso a Roma la notte del 23 ottobre con un colpo di pistola.

È successo venerdì scorso, il giorno in cui il giovane è finito in manette con l’accusa di spaccio insieme anche a Marcello e Armando De Propris, quando i due si sono incontrati in caserma. Anastasiya avrebbe inveito contro Princi, cosa che ha portato i carabinieri a separare subito i due giovani. Un gesto, quello della 25enne ucraina, che non è certo sfuggito agli inquirenti.

Nel frattempo emergono nuovi elementi per quanto riguarda le indagini sull’omicidio Sacchi, delitto che ha fatto seguito a una rapina da parte degli spacciatori ai danni di chi, quella sera, aveva in mano 70mila euro per acquistare 15kg di droga. Droga che si sospetta ora non essere più marijuana ma cocaina, visto anche che a seguito dell’ispezione della automobile noleggiata da Paolo Pirino – una Smart Forfour – sono stati rinvenuti 31 grammi di questa sostanza già confezionati in piccole bustine.

Per i detective sembrerebbe infatti molto improbabile che quella cifra fosse destinata all’acquisto di marijuana. Intanto anche le intercettazioni telefoniche finora captate fanno crescere il mistero e aggiungono nuove ipotesi su quanto realmente accaduto quella notte di fronte al pub del quartiere Appio Latino: in una delle conversazioni, infatti, Valerio Del Grosso (esecutore materiale del delitto) parla con Marcello De Propris chiedendogli una pistola, definita in codice “tuta”, e gli inquirenti non escludono che possa trattarsi di omicidio premeditato.

Omicidio Sacchi, l’auto di Anastasiya serviva per trasportare la droga. Del Grosso: “Voglio dire tutto”

Omicidio Sacchi, dopo Anastasiya spunta un’altra donna: è Clementina, la fidanzata di Princi

Chi è Anastasiya Kylemnyk, la fidanzata di Luca Sacchi, il ragazzo ucciso a Roma il 23 ottobre scorso

268
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.