Covid ultime 24h
casi +16.377
deceduti +672
tamponi +130.524
terapie intensive -9

A Bergamo fanno il Monopoly per rilanciare la città dopo il Covid. Risultato? Mega-code e assembramenti

Di Cristina Migliaccio
Pubblicato il 20 Nov. 2020 alle 17:59 Aggiornato il 20 Nov. 2020 alle 19:05
512

Bergamo, assembramenti al supermercato per l’edizione speciale del Monopoly dedicato alla città

Dopo le code alla Lidl dei giorni scorsi, anche i supermercati di Bergamo sono stati presi di mira da tantissimi clienti che hanno puntato all’edizione limitata del Monopoly dedicato ad una delle città che ha sofferto particolarmente la prima ondata di Covid-19 in Italia. A partire da oggi, 20 novembre, sono stati messi in vendita 7mila pezzi di quest’edizione e parte del ricavato sarà devoluto al Fondo di mutuo soccorso istituito dal Comune per sostenere il finanziamento di iniziative sociali e culturali connesse all’attuale emergenza sanitaria.

Un’edizione limitata che fa gola e che, di conseguenza, crea code e assembramenti all’interno dei punti vendita. Una fonte a TPI ha spiegato quello che accade al Centro Commerciale alle Valli, Seriate, a Bergamo, con tanto di foto e video allegati. “Solo due supermercati in tutta la provincia li possono vendere. Tutto questo è pazzesco! Poi non si devono creare assembramenti! Abbiamo già vissuto quello che abbiamo vissuto mesi fa, cosa ci tocca sopportare ancora?”.

Cos’avrà di particolare questo Monopoly? Le regole non cambiano, ma il tabellone sì. Cambiano tutte le caselle, dalle Vie alle Piazze: ad esempio Parco della Vittoria e Viale dei Giardini lasciano il posto a San Vigilio e Viale delle Mura, mentre le stazioni Nord, Sud, Ovest ed Est lasciano il posto alle valli bergamasche (Seriana, di Scalve, Brembana e Imagna). Imprevisti e Probabilità restano.

Leggi anche:

1. Battaglia a colpi di marketing tra Taffo e Lidl / 2. Le scarpe Lidl arrivano in Italia: code davanti agli store per comprare le calzature che hanno fatto impazzire tutte Europa

512
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.