Migranti, la Ocean Viking arriverà a Taranto: in 176 a bordo. L’Ue coordina lo smistamento

A bordo 131 uomini, 12 donne, fra queste 4 in stato di gravidanza, e 33 minori, di cui 23 non accompagnati

Di Maria Teresa Camarda
Pubblicato il 15 Ott. 2019 alle 15:51
0
Immagine di copertina

Migranti, Ocean Viking a Taranto: in 176 a bordo

Dopo un vertice che si è tenuto nella Prefettura di Taranto, è stato concordato per domani mattina, 16 ottobre, alle 8 l’attracco al porto pugliese della nave Ocean Viking, di Sos Mediterranee e Medici senza frontiere. A bordo 176 migranti, tra di loro donne incinte e bambini, soccorsi in due distinte operazioni ad una quarantina di miglia dalle coste libiche. L’Ue si occuperà dello smistamento dei migranti in diversi paesi europei.

La Commissione europea ha confermato “di avere ricevuto la richiesta per coordinare lo sbarco delle persone a bordo sulla Ocean Viking”. Lo ha riferito una portavoce della commissione europea, senza precisare chi abbia fatto la richiesta. “Ed è quello che stiamo facendo – ha aggiunto la portavoce -. La Commissione ha già avuto dei contatti costruttivi con alcuni Paesi membri e ciò continuerà fino a quando non troveremo un posto per tutti quelli a bordo”.

Ed è già al lavoro la macchina dei soccorsi per l’accoglienza. I migranti della Ocean Viking saranno trasferiti all’hotspot di Taranto per le operazioni di identificazione e successivamente smistati in altri centri.

Sono 131 uomini, 12 donne, fra queste 4 in stato di gravidanza, e 33 minori, di cui 23 non accompagnati, per un totale di 176 persone. L’attracco avverrà intorno alle 8 e la Prefettura di Taranto ha già organizzato le attività di accoglienza e di assistenza ai profughi.

“I migranti della Ocean Viking – spiega una nota – saranno ospitati presso il centro Hotspot per essere sottoposti alle procedure di identificazione e foto segnalamento. Successivamente, i minori non accompagnati troveranno temporanea sistemazione in città. Mentre è in programma il trasferimento degli altri cittadini in altre regioni secondo il piano di riparto che sarà predisposto dal Ministero dell’Interno”.

All’incontro di oggi, 15 ottobre, presieduta dal prefetto Antonella Bellomo, hanno partecipato, oltre al questore e a comandante provinciale della Guardia di finanza, i rappresentanti dei carabinieri, del comando della Polizia locale, dell’Autorità portuale, del Comando Marittimo Sud, della Sanità Marittima, dei Vigili del Fuoco, della Asl, del 118, della Croce rossa e delle Associazioni di volontariato.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.