Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 12:06
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Letta propone una tassa di successione sui ricchi per dare soldi ai giovani. Draghi: “Non è il momento”

Immagine di copertina

Il presidente del Consiglio ferma la proposta di una "dote" ai diciottenni lanciata dal segretario del Partito democratico

Letta propone una tassa di successione sui ricchi per dare soldi ai giovani. Draghi: “Non è il momento”

“Non è il momento di prendere i soldi ai cittadini ma di darli”. È la risposta secca del presidente del Consiglio Mario Draghi alla proposta del segretario del Partito democratico Enrico Letta di offrire una “dote” ai giovani, tassando i cittadini più ricchi del paese con una tassa di successione.

“Il problema principale del nostro Paese è che non fa più figli”, ha spiegato Letta in un’intervista a 7, l’inserto del Corriere della Sera. “Ci vuole una dote per i giovani, finanziata con una parte dei proventi della tassa di successione, e un accesso ai mutui-abitazione anche per chi non ha genitori in grado di fornire garanzie”. Una proposta per cui sarebbe disposto “a venire a patti anche sulla legge elettorale” con il leader della Lega Matteo Salvini.

Durante la conferenza stampa tenuta dopo l’approvazione dal Consiglio dei ministri del “Decreto Sostegni bis”, Draghi ha detto che la “dote” non è stata mai discussa. “Non ne abbiamo mai parlato, non l’abbiamo mai guardata ma non è il momento di prendere i soldi ai cittadini ma di darli”, ha detto l’ex presidente della Banca centrale europea, in risposta alla richiesta di commentare l’annuncio di Letta. Il decreto approvato oggi dal Consiglio dei ministri comprende ristori per le attività economiche in difficoltà e la proroga del blocco dei licenziamenti per le aziende che chiedono la cassa Covid entro fine giugno. Le aziende che utilizzano la cassa ordinaria non dovranno invece pagare le addizionali, a condizioni che non licenzino.

Il segretario del Pd oggi aveva rilanciato la proposta anche su Twitter dove l’ha definita “un aiuto concreto per studi, lavoro, casa” rivolto alla “generazione più in crisi”. “Per essere seri va finanziata non a debito (lo ripagherebbero loro) ma chiedendo all’1% più ricco del paese di pagarla con la tassa di successione”, ha scritto nel tweet.

Un’idea che ha trovato l’opposizione compatta di Forza Italia, che sostiene il governo Draghi assieme al Pd. “Considerare patrimoni da un milione di euro come ricchezze da espropriare riflette una concezione punitiva della proprietà privata che vorrebbe colpire risparmi di una vita lasciati ai figli. La proposta di Letta è irricevibile” ha detto Anna Maria Bernini, capogruppo al Senato del partito di centrodestra.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Bollette, il governo valuta nuove misure per contrastare i rincari record: oggi cabina di regia e consiglio dei ministri
Cronaca / Covid, rallenta la crescita dell’Rt: da 1,54 passa a 1,31
Cronaca / “Negli ospedali solo con il super Green pass”: fa discutere la circolare della regione Puglia
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Bollette, il governo valuta nuove misure per contrastare i rincari record: oggi cabina di regia e consiglio dei ministri
Cronaca / Covid, rallenta la crescita dell’Rt: da 1,54 passa a 1,31
Cronaca / “Negli ospedali solo con il super Green pass”: fa discutere la circolare della regione Puglia
Cronaca / Lettera di minacce al ministro Orlando. Indagini su sostanza all’interno della busta
Cronaca / Green pass, esentati alimentari e farmacie: Draghi firma il nuovo Dpcm
Cronaca / Sgarbi:”Per me Berlusconi non sa chi sia Marta Cartabia”
Cronaca / Covid, oggi 188.797 casi e 385 morti: tasso di positività al 17%
Cronaca / È uscito il nuovo numero del settimanale di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / Oristano, percepivano il reddito di cittadinanza senza averne i requisiti: 60 persone denunciate
Cronaca / Il governo apre alle Regioni: allo studio nuove regole per rendere meno probabile l’accesso alla zona rossa