Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 18:30
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Incendio nella sede della Polizia Locale di Mirandola (Modena): 2 morti, arrestato un ragazzo

Immagine di copertina
Credit: ANSA/ Francesco Vecchi

Incendio polizia locale Mirandola arresto – Sono due le vittime di un incendio che è stato appiccato nella notte, intorno alle 2, per dare alle fiamme la sede della Polizia Municipale di Mirandola, in provincia di Modena. Hanno perso la vita una donna anziana, di 86 anni, e la sua badante, di 74 anni. Il rogo è di natura dolosa. Si è sviluppato negli uffici della polizia locale, al piano terra, e ha poi provocato un’esplosione che ha coinvolto un appartamento vicino, al primo piano, dove sono morte le due persone. Per l’incendio è stato arrestato un ragazzo.

Incendio Polizia Locale Mirandola arresto | 2 morti | Arrestato un ragazzo

Il bilancio del rogo è di 2 morti, 2 feriti gravi e 16 intossicati per il fumo. È stato poi individuato il presunto responsabile del rogo.

Si tratta di un giovane straniero, nordafricano. È stato bloccato dai carabinieri di Carpi. Il ragazzo annovera numerosi precedenti penali. Da ultimo, è stato colpito da un decreto di espulsione. È stato arrestato oggi con le accuse di furto aggravato, danneggiamento a seguito di incendio e morte come conseguenza di altro delitto.

A quanto emerso il giovane avrebbe prima forzato l’ingresso della struttura al piano terra e poi appiccato l’incendio. Non è chiara la motivazione alla base del gesto ma non si esclude la pista di una vendetta per un provvedimento nei suoi confronti da parte della stessa Polizia Municipale.

Incendio Polizia Locale Mirandola arresto | Salvini: “Altro che porti aperti!”

Un commento del vicepremier Matteo Salvini non si è fatto attendere, alla notizia.

incendio polizia locale mirandola arresto salvini

Su Twitter il leader della Lega ha scritto: “Arrestato giovane immigrato nordafricano per il rogo che ha devastato la sede della Polizia locale di Mirandola: due morti, decine di feriti e intossicati. Una preghiera e un abbraccio alle famiglie delle vittime. Altro che aprire i porti! Azzerare l’immigrazione clandestina, in Italia e in Europa, è un dovere morale: A casa tutti!”.

E poi: “E ancora, ha aggiunto Salvini: “Altro che aprire i porti, come vuole la sinistra, io lavoro per fermare e mandare tutti a casa questi delinquenti. E se minorenne non mi interessa, deve pagare fino in fondo per la sua bestialità. Azzerare l’immigrazione clandestina, in Italia e in Europa, è un dovere morale: a casa tutti, con la Lega si può!”.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Due infermiere avvertono i No Vax: “Quando verranno in ospedale ci vendicheremo”. L’Asl si dissocia
Cronaca / Chiede di fare la chierichetta, ma il parroco dice no: "Solo maschi"
Cronaca / 22 morti e 3.117 casi nell'ultimo giorno: tasso di positività sale al 3,5%
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Due infermiere avvertono i No Vax: “Quando verranno in ospedale ci vendicheremo”. L’Asl si dissocia
Cronaca / Chiede di fare la chierichetta, ma il parroco dice no: "Solo maschi"
Cronaca / 22 morti e 3.117 casi nell'ultimo giorno: tasso di positività sale al 3,5%
Cronaca / “Ho denunciato il mio ex e rischio di perdere mio figlio”: la distorsione giudiziaria che colpisce le madri
Cronaca / Liliana Segre: "Follia paragonare i vaccini alla Shoah"
Cronaca / Sardegna, il cane pastore rimasto a guardia delle sue pecore in mezzo all'incendio
Cronaca / "Abusi sessuali sugli alunni di scuola media": arrestato bidello di 56 anni a Brescia
Cronaca / Siena, investe e uccide per sbaglio l’amica 16enne: “Distrutta dal dolore, non esce di casa”
Cronaca / Burioni e il tweet sui no vax come sorci: “Era ironico, non lo riscriverei”
Cronaca / L’app per controllare la validità del certificato: ecco come funziona