Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 19:44
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Linea dura di Figliuolo sui vaccini: così il governo pensa alla ripartenza a maggio. Possibili segnali di apertura a fine aprile

Immagine di copertina
Credits: ANSA / PAOLO SALMOIRAGO

Il dossier delle riaperture è sul tavolo del governo, che punta alla ripartenza a partire dal 3 maggio con un provvedimento ad hoc. Una data molto vicina a quella dello scorso anno, quando le misure furono allentate il 4 maggio. Centrale per il raggiungimento di questo obiettivo è la campagna di vaccinazione.

Il criterio ribadito dal commissario all’emergenza Figliuolo è quello di dare priorità alle categorie fragili e agli over 80: solo quando queste categorie saranno vaccinate potranno arrivare le vere riaperture. Anche se qualche segnale potrebbe arrivare già il 26 aprile, come riporta l’Agi citando una fonte di governo. Si dovrebbe arrivare ad una ripartenza per gradi, magari con la possibilità di riaprire le attività di ristorazione e i bar a pranzo.

Linea dura sui vaccini

Le Regioni faranno arrivare giovedì le proprie proposte sulle riaperture, in un clima che si fa teso soprattutto dopo che il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha deciso di non seguire il criterio anagrafico e puntare sulle categorie economiche con il vaccino di AstraZeneca.

Niente eccezioni” è la linea stabilita a Palazzo Chigi dopo il vertice tra Draghi, Speranza e Figliuolo. Anzi, l’esecutivo impugnerà se necessario davanti alla giustizia amministrativa ogni decisione in contrasto con le direttive nazionali.

Riaperture a maggio: le prossime tappe

Nella giornata di ieri, mentre i ristoratori, i commercianti e gli imprenditori tornavano in piazza a Roma per manifestare sotto lo slogan “Io Apro”, il commissario si è recato a Palazzo Chigi per lavorare sulla campagna di vaccinazione. Il premier Mario Draghi, invece, ieri ha incontrato il ministro dell’Economia Daniele Franco, e sta lavorando al Def e al nuovo scostamento di bilancio che sfiorerà i 40 miliardi.

Il governo non ha ancora convocato la riunione della cabina di regia, che si dovrebbe tenere a questo punto la prossima settimana. Ad essere analizzati saranno i dati che arriveranno dal monitoraggio di venerdì 16 aprile. A premere per le riaperture è il leader della Lega Matteo Salvini, secondo il quale “dove possibile” bisogna “riaprire già ora”.

Nel frattempo, il Comitato tecnico scientifico (Cts) ha preso tempo sul dossier legato agli Europei di calcio e ieri ha ricevuto le proposte del ministro dei Beni culturali Dario Franceschini per consentire che la riapertura di teatri, cinema e sale da concerto, già prevista nelle ‘”zone gialle”, possa avvenire con una maggiore presenza di pubblico. Si punta a un ampliamento della capienza finora consentita nei protocolli da 200 persone a 400 al chiuso e da 400 a mille all’aperto.

Leggi anche: 1. Scontri e bombe carta al sit-in “Io Apro”. L’amarezza dei ristoratori: “Siamo pacifici, vogliamo solo lavorare”; // 2. Vaccini, De Luca contro Draghi: “In Campania non procederemo per fasce d’età”; // 3. Il ministro Garavaglia (Lega): “L’Italia deve riaprire entro il 2 giugno”; // 4. Speranza: “Over 60 vaccinati entro giugno. Salvini raccatta voti sulla difficoltà delle persone”

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL COVID IN ITALIA E NEL MONDO

TUTTI I NUMERI SUL COVID NEL MONDO

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Il no vax e no green pass Fabio Tuiach positivo al Covid: “Colpa degli idranti usati dalla polizia”
Cronaca / Covid, oggi 2.535 casi e 30 morti: tasso di positività all'1,1%
Cronaca / Borghese: “Non trovo personale per cucina e sala, i giovani non vogliono più fare gli chef”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Il no vax e no green pass Fabio Tuiach positivo al Covid: “Colpa degli idranti usati dalla polizia”
Cronaca / Covid, oggi 2.535 casi e 30 morti: tasso di positività all'1,1%
Cronaca / Borghese: “Non trovo personale per cucina e sala, i giovani non vogliono più fare gli chef”
Cronaca / Le scuole clandestine dei figli no vax: viaggio in Alto Adige tra i genitori che isolano i figli per ribellarsi al Covid
Cronaca / La raccolta fondi di Cliomakeup e Operation Smile Italia per malformazioni cranio-maxillo-facciali è già sold out
Cronaca / Cannabis terapeutica, Costa: “Presto prodotta anche da privati”
Cronaca / Nasce Kebhouze, la nuova catena di kebab di Gianluca Vacchi
Cronaca / Il 3 dicembre la Convention “Il Mondo Nuovo – La Ripartenza”. La presidente della Fondazione Guido Carli: “Viviamo un nuovo inizio”
Cronaca / No Green pass, manifestante aggredisce una dottoressa sulla metro: colpita da una testata
Cronaca / Migranti, allarme di Alarm Phone: “68 persone in pericolo, molti sono bambini”