Giorgia Meloni chiede di sospendere il cavalierato alla giornalista italo-siriana Asmae Dachan

Di Donato De Sena
Pubblicato il 31 Mag. 2019 alle 20:07 Aggiornato il 31 Mag. 2019 alle 20:15
0
Immagine di copertina

GIORGIA MELONI ASMAE DACHAN – Giorgia Meloni contro il cavalierato ad Asmae Dachan, giornalista italo-siriana che domenica 2 giugno nel corso di una cerimonia alla prefettura di Ancona riceverà, per i suoi coraggiosi reportage dalla Siria, l’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica. La leader di Fratelli d’Italia al presidente della Repubblica Sergio Mattarella di rivedere la sua decisione e di sospendere il conferimento.

Giorgia Meloni: no al cavalierato alla giornalista Asmae Dachan

“Lascia increduli – ha dichiarato oggi la Meloni – la notizia che la Prefettura di Ancona consegnerà il 2 giugno prossimo l’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al Merito che il Presidente della Repubblica ha conferito con decreto del 27 dicembre 2018 alla giornalista italo-siriana Asmae Dachan, vicina agli integralisti islamici. Chiedo formalmente al Presidente della Repubblica di sospendere il conferimento e rivedere la sua decisione, perché tale gesto sarebbe un clamoroso atto di sottomissione all’Islam radicale”.

“Asmae Dachan – ha detto ancora la presidente di Fratelli d’Italia – è figlia di Nour Dachan, Imam di Genova, nonché già leader dei Fratelli Musulmani, coloro i quali volevano trasformare la Siria in una nazione islamica salafita e che alimentano l’integralismo islamico nel mondo. Asmae Dachan stessa non ha mai negato i suoi legami con Haisam Sakhanh e Ammar Bacha, due militanti jihadisti noti alle cronache mondiali perché ripresi in un filmato in cui sono impegnati a uccidere a colpi di kalashnikov alla nuca un gruppo di militari siriani”.

E ancora, ha proseguito la Meloni – “la signora Dachan è stata ripresa mentre partecipava ad una manifestazione a Milano al fianco di Haisam Sakhanh, oggi detenuto in Svezia con una condanna all’ergastolo. In ultimo Asmae Dachan è nota anche per le sue posizioni sul hijiab definito ‘carezza protettiva’: il conferimento dell’onorificenza sarebbe non solo un grave errore, ma anche un clamoroso sfregio alle donne e alle conseguite libertà delle donne. Questi meriti valgono per il Cavalierato in un Califfato Jihadista, non nella Repubblica Italiana”.

Chi è Asmae Dachan

Asmae Dachan è una giornalista professionista, blogger e scrittrice, attivista per la pace e la non violenza. È un’esperta di Medio Oriente, Siria, Islam, dialogo interreligioso, immigrazione e terrorismo internazionale. Collabora anche con TPI, Il Sole 24 Ore, Avvenire e Panorama. Ha scritto ‘Il silenzio del mare’, pubblicato nel 2017 e finalista al Premio Piersanti Mattarella 2018. È autrice del blog ‘Diario di Siria‘.

Asmae Dachan riceverà l’onoreficenza per i suoi reportage in Siria, dai campi profughi e da città colpite da atti di di terrorismo, e per il suo forte impegno per la pace, l’integrazione tra i popoli e il dialogo interreligioso.

“Sono profondamente onorata e commossa – ha scritto ieri su Facebook – di aver ricevuto la notizia che il prossimo 2 giugno sarò insignita dell’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana. Desidero esprimere la mia sincera gratitudine a chi ha creduto in me e ha proposto il mio nome e anche a tutti coloro che in questi anni mi hanno insegnato qualcosa, mi hanno regalato un sorriso, mi hanno affidato il racconto della propria vita e hanno condiviso con me esperienze di incontro e crescita. Grazie di cuore”.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.