Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 11:30
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Gioele, l’ex carabiniere autore del ritrovamento: “L’ho trovato dove altri non hanno cercato. Un dono di Dio”

Immagine di copertina

Gioele Mondello, l’ex carabiniere Di Bello che ha trovato i resti

Giuseppe Di Bello, 55 anni, ex carabiniere di Capo D’Orlando, ha trovato quelli che quasi certamente sono i resti del piccolo Gioele nel suo primo giorno di ricerche. Per trovare il corpo del bambino di 4 anni scomparso il 3 agosto nei pressi di Caronia, insieme alla mamma Viviana Parisi, la dj trovata morta a qualche centinaio di metri, sono state messe in campo squadre speciali di ricerca con l’ausilio di droni e cani molecolari che hanno cercato il piccolo per 16 giorni. Il carabiniere in congedo, invece, aveva raccolto l’appello di Daniele Mondello, il padre di Gioele, ieri mattina unendosi ad alcune centinaia di volontari che hanno cominciato a perlustrare la zona attorno all’autostrada Messina-Palermo, e ha trovato quello che resta del corpicino in un giorno, dove nessuno finora si era spinto nelle ricerche. Nella boscaglia più fitta.

“L’ho trovato dove gli altri non lo hanno cercato. Sono arrivato dove nessuno era ancora arrivato”, ha spiegato ai giornalisti Di Bello. “Come è finito, secondo lei, Giole lì?”, gli chiedono. E l’ex carabiniere risponde: “Non mi interessa, saranno i magistrati a scoprirlo”. Il corpicino che quasi certamente appartiene al bambino di 4 anni era straziato “dagli animali selvatici. È stato un dono di Dio, ritrovarlo”, aggiunge il carabiniere in congedo. Francesco Radici, un altro volontario che era insieme all’ex miliare, ha raccontato che Di Bello “aveva in mano una falce con cui si è fatto largo in mezzo ai rovi e a una fitta vegetazione fino a trovare i resti”.

Dalle prime ipotesi sembra che gli animali, cani o maiali, hanno trascinato il corpo del bambino in mezzo a quella boscaglia, a circa 700 metri dal traliccio dove è stata trovata la mamma. “È stato straziante vedere quel tronco di bambino senza arti, con un pezzetto di femore e null’altro”, dichiara uno dei soccorritori. “C’è anche un ciuffo di peli, non si sa se sono del bimbo o di un animale accanto ai resti”.

Leggi anche: Giallo di Caronia, verifiche in corso su una segnalazione: “Trovati resti ossei. È Gioele al 99 per cento”

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Fano, studente rifiuta la mascherina e si incatena al banco per protesta: scatta il Tso
Cronaca / "Dopo quella notte era sconvolta": parla un amico della ragazza che ha denunciato Ciro Grillo e i suoi amici
Cronaca / Aggiornamento vaccini anti-Covid: quante dosi sono state consegnate e somministrate in Italia | 7 maggio 2021
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Fano, studente rifiuta la mascherina e si incatena al banco per protesta: scatta il Tso
Cronaca / "Dopo quella notte era sconvolta": parla un amico della ragazza che ha denunciato Ciro Grillo e i suoi amici
Cronaca / Aggiornamento vaccini anti-Covid: quante dosi sono state consegnate e somministrate in Italia | 7 maggio 2021
Cronaca / Come cambia il colore delle regioni: Italia verso azzeramento zone rosse
Cronaca / Roma, muore in un incidente stradale il testimone chiave nel processo per l'omicidio Sacchi
Cronaca / Rt Italia in lieve aumento a 0,89
Cronaca / Spari contro pescherecci italiani: un ferito
Cronaca / Oggi 11.807 casi e 258 morti: tasso di positività al 3,6%
Cronaca / Domani la decisione sul cambio di colore delle Regioni
Cronaca / "Ma vaff***ulo si vergogni": Bassetti sbotta contro la Boralevi in diretta tv