Covid ultime 24h
casi +21.994
deceduti +221
tamponi +174.398
terapie intensive +127

Si finge medico per 30 anni e fa denudare i pazienti per visitarli: non era nemmeno laureato

Di Maria Elena Gottarelli
Pubblicato il 25 Apr. 2019 alle 11:35 Aggiornato il 25 Apr. 2019 alle 12:08
0
Immagine di copertina
Si finge medico per 30 anni, mai laureato

Una messa in scena durata più di trent’anni: nei pressi del comune di Mortara (Lombardia), un uomo si spacciava per medico senza averne le competenze e senza mai avere conseguito la laurea. Si definiva immunologo, rendeva visite a domicilio, faceva spogliare i suoi pazienti, il tutto senza mai stampare una ricevuta o fornire una ricetta. Dopo un trentennio di esercizio abusivo indisturbato, il 63enne è stato denunciato dai carabinieri di Robbio.

I primi sospetti sulla professionalità del finto medico di Mortara sono sorti lo scorso dicembre, quando una sua paziente, insoddisfatta di una consulenza ricevuta, ha sporto querela contro di lui.

I carabinieri hanno preso la questione seriamente e hanno deciso di fare degli accertamenti. Ne è emerso che, a dispetto di quanto tutti (compresa la sua famiglia) credevano e a dispetto di quanto da lui testimoniato (diceva di aver lavorato per noti ospedali di Pavia e Torino e di aver esercitato la professione in un corpo militare) il 63enne non aveva in realtà mai conseguito la laurea in medicina.

Operava in Romania senza essere medico: fermato il 39enne che si spacciava per chirurgo plastico

In effetti, sulla sua carta d’identità, alla voce “professione” era segnato: ricercatore. Il sedicente medico aveva in effetti iniziato gli studi universitari, ma li aveva abbandonati dopo soli due esami. Malgrado ciò, l’uomo non ha rinunciato alla sua ambizione e si è improvvisato immunologo: senza stampare ricevute né fornire ricette (per le quali è necessario il timbro dello studio medico, di cui lui non disponeva), si limitava a visitare i pazienti, prescrivere diete e dare consigli su quali farmaci assumere e a quali esami sottoporsi.

Pare che intorno a lui regnasse tuttavia un clima di grande fiducia, che avesse dei pazienti regolari e che molti altri veri medici di Mortara scambiassero consigli con lui.

Interrogato dai carabinieri di Robbio, questa replica tutta italiana di Leonardo di Caprio in Prova a prendermi avrebbe ammesso di non avere mai conseguito la laurea in medicina. L’uomo è stato successivamente denunciato d’ufficio dai carabinieri per usurpazione di funzioni pubbliche, esercizio abusivo di una professione e sostituzione di persona. La procura di Pavia ha già aperto un fascicolo sulla vicenda ed è possibile che siano richiesti ulteriori accertamenti da parte del Nas (Nucleo anti sofisticazioni).  Per il momento l’uomo resta in libertà e non sono state disposte misure cautelari.

Un finto medico ha sedato e violentato una paziente

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.