Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 06:00
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Botti di Capodanno: 13enne morto ad Asti. Una donna colpita alla testa da un proiettile vagante nel napoletano

Immagine di copertina

Botti di Capodanno: il bilancio dei feriti dopo la notte di San Silvestro

Un 13enne è morto ad Asti in seguito ad alcune lesioni riportate dopo l’esplosione di un petardo: nonostante le restrizioni anti-Covid abbiano limitato i feriti causati dai botti di Capodanno, anche in questo 2021, dunque, si deve purtroppo registrare una vittima per via dei fuochi d’artificio.

Secondo quanto ricostruito, l’incidente è avvenuto nel campo nomadi di via Guerra, dove la vittima viveva insieme alla sua famiglia. Trasportato d’urgenza in ospedale, il 13enne è arrivato al Pronto soccorso in arresto cardiaco e per lui purtroppo non c’è stato nulla da fare.

In tutto sono 79, secondo i dati diffusi dal Viminale, i feriti causati dai botti di Capodanno. Di questi, 23 sono ricoverati, 12 dei quali gravi (ma non in pericolo di vita). Un dato in forte diminuzione rispetto all’anno scorso quando furono segnalati 204 feriti di cui 38 ricoverati.

Tra i casi segnalati, c’è quello di una donna che nel napoletano è stata colpita alla testa da un proiettile vagante esploso poco dopo la mezzanotte.

La donna, secondo una prima ricostruzione, si trovava a casa dell’anziana madre a Mugnano, comune in provincia di Napoli, quando si è affacciata al balcone ed è stata colpita dal proiettile, che l’ha ferita alla testa. La donna, fortunatamente, non è in pericolo di vita e attualmente si trova all’ospedale Cardarelli di Napoli dove verrà operata nei prossimi giorni.

In tutto sono 8 i feriti registrati a Capodanno tra Napoli e provincia: un numero sensibilmente inferiore a quello dell’anno scorso quando furono 48 i feriti a causa dei botti. Nessuno di loro, comunque, è ferito in modo grave.

In provincia di Ragusa, in Sicilia, un giovane è invece rimasto ferito in seguito all’esplosione di alcuni petardi, che stava lanciando dall’auto di un suo amico lungo la strada di Vittoria. Uno dei botti è esploso prima di essere lanciato dal finestrino e ha innescato un’esplosione a catena. Il ragazzo, soccorso dagli agenti della polizia municipale, è stato condotto in ospedale, ma non è in pericolo di vita.

Leggi anche: Feste e ponti 2021: ecco il calendario completo

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Quirinale, il passo indietro di Berlusconi: “Draghi resti al governo fino a fine legislatura”
Cronaca / Far west a Taranto, sospettato apre il fuoco contro una volante in pieno centro: due agenti feriti | VIDEO
Cronaca / Udine, 18enne morto durante l’alternanza scuola-lavoro: la procura apre un fascicolo per omicidio colposo
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Quirinale, il passo indietro di Berlusconi: “Draghi resti al governo fino a fine legislatura”
Cronaca / Far west a Taranto, sospettato apre il fuoco contro una volante in pieno centro: due agenti feriti | VIDEO
Cronaca / Udine, 18enne morto durante l’alternanza scuola-lavoro: la procura apre un fascicolo per omicidio colposo
Cronaca / Covid, oggi 171.263 casi e 333 morti: il tasso di positività sale al 16,4%
Cronaca / Strage sul lavoro: dopo la morte dello studente di 18 anni a Udine, altre due vittime a Pomezia e nel torinese
Cronaca / Lo scrittore Alessandro Baricco in ospedale: "Ho una leucemia"
Cronaca / Dichiarata morta dalla Asl, i parenti scoprono che è viva mentre le organizzano il funerale
Cronaca / Covid, preside vieta la merenda a scuola per i troppi contagi
Cronaca / Quirinale, l'annuncio di Rocco Siffredi: "Mi candido a presidente della Repubblica"
Cronaca / Covid, oggi 179.106 casi e 373 morti: tasso di positività al 16%