Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 13:15
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca » Roma

“Odio i vostri cornetti!”: a Roma un uomo assalta armato la pasticceria sotto casa

Immagine di copertina

Roma assalto pasticceria |  Non gli effetti nocivi sulla prova costume o la gustosa irresistibilità ma un vero e proprio odio quello che a Roma ha portato un uomo all’assalto di una pasticceria.

A essere presa di mira prima da lettere anonime e poi da veri atti intimidatori fino al folle gesto la storica pasticceria Rugiati in via Tommaso da Celano nel quartiere Appio Latino.

La mattina del 28 maggio, F. F. 54 enne romano incensurato sarebbe sceso in strada minacciando i titolari con un’arma e urlando: “Cosa devo fare, una strage? Vi ammazzo”.

“State avvelenando i cittadini”, “Andate a vendere le caciotte” i messaggi arrivati su Facebook ai commercianti.

E ancora mozziconi di sigaretta accesi e pezzi di carta incendiati lanciati dal piano di sopra dentro il laboratorio di cucina dell’attività.

I fumi provenienti dalla cappa di aspirazione avrebbero reso all’uomo la vita impossibile tanto da vivere con le finestre chiuse.  

I titolari dell’attività dichiarano al Messaggero di essere in regola con le norme di smaltimento dei fumi. “Nel corso del tempo abbiamo installato dei potenti sistemi di aspirazione per ridurre al minimo gli odori”.

“Nessuno si lamenta, ma questa persona è ossessionata e ormai da tempo siamo vittime delle sue minacce e angherie. Ci ha anche detto che un giorno avrebbe bruciato il negozio”.

Una guerra contro cornetti e pasticcini che dura da anni quella nei confronti dei commercianti costretti qualche mattina fa a chiamare le forze dell’ordine che hanno arrestato l’uomo per resistenza a pubblico ufficiale.

Durante le perquisizioni non è stata trovata nessuna arma come confermerebbe anche l’uomo: “Non avevo nessuna pistola. Ve lo giuro”.

Nel corso dell’interrogatorio sono poi emerse le cause che avrebbero spinto l’uomo all’assalto: l’odore troppo forte dei dolci in cottura non gli permetterebbero di vivere sereno in casa.

Roma, la denuncia degli attivisti del Baobab: “Insulti sessuali da uno degli agenti della Polizia”
2 giugno 2019, le strade chiuse al traffico per la Festa della Repubblica a Roma
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Maltempo, frana a Ischia. Salvini: “8 morti”. Almeno 12 dispersi, ritrovata la famiglia con il neonato
Cronaca / Il caso Rossignoli e l’equivoco sul merito
Cronaca / Trapani, brutale aggressione in centro storico: donna picchiata e abbandonata in una pozza di sangue
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Maltempo, frana a Ischia. Salvini: “8 morti”. Almeno 12 dispersi, ritrovata la famiglia con il neonato
Cronaca / Il caso Rossignoli e l’equivoco sul merito
Cronaca / Trapani, brutale aggressione in centro storico: donna picchiata e abbandonata in una pozza di sangue
Cronaca / Offriva la moglie ai clienti per pagare le bollette: fruttivendolo a processo per sfruttamento della prostituzione
Cronaca / Reggio Emilia, infila la testa della moglie nel forno: arrestato 60enne
Cronaca / Eutanasia, Marco Cappato torna in Svizzera per un nuovo suicidio assistito: “È disobbienza civile”
Cronaca / Licenziato perché “noioso” fa causa all’azienda e vince: “Suo diritto non voler socializzare con i colleghi”
Cronaca / Caso Soumahoro, l’operatrice della coop dei familiari: “Senza stipendio da quasi due anni, aspetto 20 mila euro”
Cronaca / Cane scappa di casa e vaga sulla Statale 36: un camionista lo scorta fino all’arrivo della polizia
Cronaca / Le condizioni di Lando Buzzanca: “Peserà si e no 50 chili, ha perso tutti i denti”