Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 12:42
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Covid, ultime notizie. Il bollettino: 19.611 casi e 297 morti. Ue, Breton: “Immunità di gregge in Europa entro metà luglio”. E mostra il passaporto sanitario

Immagine di copertina
Il commissario Ue Thierry Breton mostra il passaporto sanitario

Covid, le ultime notizie di oggi 28 marzo 2021 in Italia e nel mondo

COVID ULTIME NOTIZIE OGGI – Le restrizioni per arginare la diffusione del Covid-19 continuano a essere in vigore in Italia e nel resto d’Europa. Per quanto riguarda i vaccini, in Italia finora sono state somministrate 9 milioni di dosi a fronte di 9,9 milioni consegnate [2,8 milioni di persone hanno ricevuto entrambe le dosi raccomandate – qui i dati in tempo reale]. Di seguito tutte le ultime notizie di oggi, domenica 28 marzo, sul Covid-19 in Italia e nel mondo, aggiornate in tempo reale.

Ore 17.20 – Il bollettino di oggi – 19.611 nuovi casi di Covid-19 e 297 morti con il virus. È quanto emerge dal consueto bollettino quotidiano sulla pandemia diffuso da Ministero della Salute e Protezione Civile. I dati si basano su 272.630 tamponi effettuati. Il tasso di positività è al 7,2%. (I dati completi)

Ore 14.50 – Breton mostra passaporto sanitario Ue: “Pronto tra 3 mesi” – Il capo del task force Ue per i vaccini Thierry Breton ha mostrato il primo ‘passaporto sanitario’ europeo aggiungendo che sarà disponibile in tutta l’Unione europea “tra due-tre mesi”. Intervenendo ad una trasmissione sulla radio francese Rtl, il commissario europeo al Mercato interno ha fatto vedere un prototipo del documento che sarà disponibile sia in versione cartacea che per smartphone. Sul documento, un codice QR e il tipo di vaccino effettuato. Per chi non ha ancora o non ha voluto effettuare il vaccino contro il coronavirus ci sarà il risultato dell’ultimo tampone effettuato.

Ore 14.10 – Ue, Breton: “Immunità di gregge in Europa entro metà luglio” –L’immunità di gregge dal coronavirus dovrebbe essere ottenuta entro metà luglio. A dirlo è stato Thierry Breton, commissario Ue al mercato interno e capo della task force sui vaccini. Parlando con la radio francese Rtl, Breton ha detto inoltre che la prossima estate dovrebbe “essere simile a quella dell’anno scorso” grazie alle campagne vaccinali in corso nell’Unione europea.

Ore 14.05 – Vaccini, il ministero aggiorna i moduli per il consenso informato: novità per AstraZeneca – Chi si sottoporrà al vaccino anti Covid-19 adesso dovrà firmare un nuovo modulo del consenso informato. Il ministero della Salute ha infatti provveduto nelle scorse ore ad emanare una circolare con la quale aggiorna i moduli già presenti sulla piattaforma di prenotazione che ogni cittadino deve scaricare, firmare e portare con sé al momento della vaccinazione. L’aggiornamento del modulo di consenso alla vaccinazione Covid-19 è stato predisposto da Agenas, l’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali. La principale novità riguarda AstraZeneca. Qui la notizia completa

Ore 13.40 – Vaccini, in Abruzzo il governatore Marsilio fa saltare la fila ai magistrati: “Voi potete vaccinarvi” – Da domani in Abruzzo si vaccineranno i magistrati. Attraverso una delibera regionale del governatore Marco Marsilio, le toghe sono così state equiparate agli altri soggetti fragili della campagna vaccinale. Campagna in affanno in questo momento in Italia. Ecco il paradosso: si stanno verificando ritardi per i vaccini degli ultra 80enni e invece in Abruzzo i magistrati saltano la fila. Qui la notizia completa.

Ore 12.20 – Vaccini, De Luca: “Sputnik? Governo si impegni per verifiche” – “Mi auguro che il Governo, anziché raccontare numeri a vanvera, si impegni affinché l’Alfa verifichi i vaccini Sputnik in tempi rapidi, non nell’arco di mesi” . Così il presidente della Giunta regionale campana, Vincenzo De Luca, rispondendo alla domanda di un giornalista a Camposano (Napoli), dove la Asl Na 3 Sud ha inaugurato Centri di vaccinazione pubblico-privati per pazienti in dialisi. “Non siamo nell’ordinaria amministrazione, ma in guerra – ha aggiunto – e poiché sono vaccini già somministrati a milioni di cittadini, si può tranquillamente testarne l’efficacia in un mese, non in 6. È quello che chiediamo a Governo e Aifa”.

Ore 12.10 – Regno Unito, Moderna potrebbe essere somministrato a under 50 – Tra tre settimane il Regno Unito potrebbe cominciare a somministrare il vaccino Moderna agli under 50. Lo sostiene l’edizione domenicale del tabloid Daily Mail. Saranno oltre 500mila le dosi del vaccino americano che, secondo il giornale, verranno utilizzate per dare un’accelerazione alla campagna vaccinale. Finora in Gran Bretagna sono stati somministrati AstraZeneca e Pfizer a una velocità notevole rispetto al resto d’Europa. Ma per il mese prossimo l’Nhs, il servizio sanitario nazionale, teme un rallentamento causato dalla mancanza di dosi.

Ore 12.00 – Papa: “Un’altra Settimana Santa in pandemia, siamo provati” – Con la celebrazione della Domenica delle Palme, “siamo entrati nella Settimana Santa. Per la seconda volta la viviamo nel contesto della pandemia. L’anno scorso eravamo più scioccati, quest’anno siamo più provati. E la crisi economica è diventata pesante”. Lo ha detto il Papa all’Angelus aggiungendo: “In questa situazione storica e sociale, Dio cosa fa? Prende la croce”, “si fa carico del male” soprattutto quello “spirituale, perché il Maligno approfitta delle crisi per seminare sfiducia, disperazione e zizzania. E noi? Che cosa dobbiamo fare?”. Come Maria dobbiamo prendere la nostra “parte di sofferenza, di buio, di smarrimento”.

Ore 11.50 – Tre milioni di dosi vaccino in arrivo. Figliuolo: “È il cambio di passo” – Tra lunedì 29 marzo e Pasqua arriveranno in Italia quasi 3 milioni di dosi di vaccino anti Covid: in una sola settimana più di quante ne sono state consegnate in 45 giorni tra gennaio e febbraio. Un “quantitativo importante” che segna “l’effettivo cambio di passo” nell’immunizzazione degli italiani, si sbilancia il commissario per l’emergenza Francesco Paolo Figliuolo che poi avverte: ora bisogna lavorare tutti insieme affinché “nessuno resti indietro”.

Ore 11.00 – Messico Paese con più morti in rapporto ad abitanti – Il bilancio delle vittime del coronavirus in Messico è stato ‘corretto’ al rialzo dal governo, risultando del 60 per cento superiore a quanto segnalato finora: ci sono stati 321 mila morti da inizio pandemia, cifra che fa balzare il Paese al secondo posto della classifica dei più colpiti dopo gli Stati Uniti, il primo in rapporto al numero di abitanti. Lo riporta l’Ansa. Il nuovo bilancio supera quello del Brasile (310.550 secondo Johns Hopkins), attualmente al secondo posto per numero di morti dopo gli Usa. Ma la popolazione messicana, di 126 milioni di persone, è di gran lunga inferiore a quella di entrambi i Paesi. Il nuovo rapporto del governo messicano conferma anche quanto sia stata letale la seconda ondata di pandemia nel mese di gennaio. Nell’intero 2020, secondo i dati diffusi a fine dicembre, le stime di morte in eccesso suggerivano un totale di circa 220.000 decessi legati al Covid. Quel numero è balzato di circa 75.000 unità in appena un mese e mezzo.

Ore 9.10 – Sileri: “Serve un ultimo sforzo per far scendere l’Rt” – “Facciamo un ultimo sforzo e poi, se il diavolo e le varianti non ci mettono le corna, da maggio tutta l’Italia sarà in giallo e qualche Regione anche in bianco”. Lo dice Pierpaolo Sileri, viceministro 5 Stelle alla Salute, a Il Corriere della Sera. “Il trend – sottolinea – è in lieve miglioramento, segno che le misure restrittive stanno funzionando, ma è un dato che va consolidato. Dobbiamo scendere di molto con l’Rt, l’indice di contagiosità”.

Ore 8.30 – Cartabellotta (Gimbe): “Se dopo Pasqua si riaprisse tutto, torneremmo alla casella di partenza” – “Non è vero, anzi è gravemente falso, che bastino le terapie domiciliari o che le norme restrittive siano inefficaci. È una narrazione pericolosa, che aiuta il virus ma non il Paese”. A dirlo è Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe, in un’intervista al Corriere della Sera. “Non c’è un interruttore con la funzione: stop Covid. E non c’è nessuno che possa dire quando finirà, quando si tornerà come prima”, dice Cartabellotta. “La strategia che stiamo adottando in questi mesi, tenuto conto anche della stanchezza degli italiani, è quella della mitigazione, cioè delle regioni che cambiano colore a seconda degli indici di contagio. Ma è diverso dalle chiusure rigide. Anche nelle zone più esposte, il rosso è relativo, le città non sono vuote per niente, comunque funziona, a patto di non mollare troppo presto. Se dopo Pasqua si riaprisse tutto, torneremmo alla casella di partenza”.

Ore 7.00 – Tensioni in maggioranza sulle riaperture – Il leader della Lega Matteo Salvini torna sul tema delle riaperture, nonostante l’annuncio del premier Draghi di un decreto che prorogherà le misure in vigore per un altro mese, fino a maggio. “Se dopo Pasqua, fra dieci giorni, la situazione sanitaria in tante città italiane sarà tornata tranquilla e sotto controllo, secondo voi sarà giusto riaprire bar, ristoranti, scuole, palestre, teatri, centri sportivi e tutte le attività che possano essere riavviate in sicurezza? Secondo me, sì”, ha scritto ieri Salvini in un post su Facebook. Il segretario del Carroccio esorta a “correre con vaccini e terapie domiciliari, e appena possibile riaprire in sicurezza: il “sostegno” più utile e importante, è tornare al lavoro”. Critico verso questa presa di posizione il segretario Pd Enrico Letta: “Vedo la Lega in difficoltà: gli atteggiamenti di Salvini sono quelli di chi non sa come prendere questa situazione. E Draghi gli sta rispondendo con una precisione che rafforza la nostra idea di sostegno al governo”.

COVID, ULTIME NOTIZIE: LA DIRETTA

Vaccini, Regno Unito: possibile terzo richiamo a over 70 da settembre – Nel Regno Unito, gli over 70, gli operatori sanitari e coloro che sono estremamente fragili potrebbero ricevere un terzo richiamo del vaccino anti-Covid già da settembre. Lo ha detto il ministro britannico per i vaccini Nadhim Zahawi in un’intervista al quotidiano Daily Telegraph. Zahawi ha anche spiegato che il governo si aspetta di avere otto tipi di vaccino disponibili entro l’autunno, incluso un farmaco in grado di proteggere contro tre varianti del Covid-19 con una sola dose. Alcuni di questi potrebbero essere prodotti nel Regno Unito, una mossa che potrebbe allentare la pressione sulle forniture e le tensioni con l’Ue su AstraZeneca.

Il Papa in un tweet ricorda evento a San Pietro di un anno fa – “Ci siamo resi conto di trovarci sulla stessa barca, tutti fragili e disorientati, ma nello stesso tempo importanti e necessari, tutti chiamati a remare insieme”. Lo dice Papa Francesco in un tweet, rilanciando il sito che ricorda l’evento del 27 marzo 2020, esattamente un anno fa, quando, solo in piazza San Pietro, invocò l’aiuti di Dio contro la pandemia. “Perché avete paura? Non avete ancora fede?”, aggiunge il Papa citando il Vangelo di Marco.

New York lancia il primo “passaporto vaccinale” Usa – New York lancia il primo ‘passaporto vaccinale’ americano. Si chiama Excelsior Pass ed è una app che consentirà di mostrare che si è stati vaccinati per il Covid o si è risultati negativi al test. L’app consentirà l’accesso a eventi, dalle partite all’intrattenimento, fornendo una codice QR che può essere facilmente scannerizzato. Il sistema è realizzato su una piattaforma di IBM ma si basata su tecnologia blockchain, il che vuol dire che né IBM né le aziende che lo scannerizzano avranno accesso alle informazioni sanitarie di chi lo usa. Lo riporta l’Ansa.

Il generale Figliuolo in visita a Messina – Ha preso il via, questa mattina, da Messina, la giornata siciliana del commissario straordinario per l’emergenza Coronavirus, Francesco Paolo Figliuolo. Il generale, dopo un incontro in prefettura, ha visitato l’hub vaccinale della città dello Stretto – realizzato all’interno della Fiera campionaria – dove è stato accolto dal capo della protezione civile regionale, Salvatore Cocina, e dal commissario per l’emergenza Coronavirus nel territorio della Asp di Messina, Alberto Firenze, e dal direttore dell’azienda sanitaria, Dino Alagna. La visita del commissario nell’Isola proseguirà nel pomeriggio a Catania con un sopralluogo all’interno dell’hub vaccinale allestito nell’ex mercato ortofrutticolo del capoluogo etneo.

“Io oggi non credo più in questo Stato: il vaccino per mio padre è arrivato nel giorno in cui è morto”: parla Giorgio Airaudo – Il segretario della Fiom Piemonte racconta la terribile beffa: suo padre, 87 anni, malato di Alzheimer, è stato convocato per il vaccino lo stesso giorno in cui è morto di Covid. Sua madre, 82 anni, malata di Parkinson, lotta tra la vita e la morte in ospedale. E lui dice: “Il governo deve intervenire subito avocando a se la tutela dei più fragili. Nel Lazio mio padre è mia madre sarebbero stati già vaccinati”. L’intervista di Luca Telese.

Obbligo di vaccino e scudo penale, le novità per medici e infermieri: “Chi rifiuta la dose, sarà trasferito” – Il governo intende inserire due norme che riguardano medici, infermieri e operatori sanitari nel prossimo decreto legge Covid: da un lato l’obbligo di immunizzare il personale a diretto contatto con i pazienti, dall’altro una sorta di scudo penale per chi è chiamato a somministrare le dosi di vaccino. Qui la notizia completa.

Scuola: dopo Pasqua 5,3 mln studenti in presenza – Dopo le vacanze di Pasqua saranno 5,3 milioni gli studenti che seguiranno le lezioni in presenza a scuola, secondo i calcoli di Tuttoscuola. Sono il 62,3 per cento (sei su dieci) degli 8,5 milioni di alunni. Tra loro 3,1 milioni frequentano scuole dell’infanzia, scuole primarie e il primo anno di secondaria di I grado anche se si trovano in regioni classificate in zona rossa. Da martedì 30 marzo, 687mila ragazzi delle scuole laziali lasceranno la dad ma oltre mezzo milione di alunni toscani e 285mila calabresi andranno in Dad fino al 6 aprile. Prima che inizino le vacanze pasquali, saranno 2mln in presenza e quasi 6,5 mln in Dad.

Italia chiusa fino a maggio. Altre 3 Regioni in rosso – Con ancora 24mila casi e 450 morti in un giorno, il governo conferma la linea del massimo rigore anche dopo Pasqua. Unica novità riguarda la scuola: si tornerà in presenza fino alla prima media nelle zone rosse, mentre in quelle arancioni saranno in classe tutti gli studenti fino alla terza media e al 50% quelli delle superiori. L’Italia resta invece chiusa fino a maggio e da lunedì più di metà del Paese sarà in zona rossa, con Calabria, Toscana e Valle d’Aosta che si vanno ad aggiungere alle 7 regioni e alla provincia autonoma di Trento in cui sono già in vigore le restrizioni più dure, mentre il Lazio torna in arancione. Fino al 30 aprile, niente spostamenti tra le regioni, niente zona gialla, ancora chiusi per bar e ristoranti, mentre la riapertura di palestre, piscine, cinema e teatri è rinviata a data da destinarsi. Qui l’articolo completo.

Record di morti in Brasile: oltre 3.600 persone in 24 ore – Ancora un tragico record di morti per Covid-19 in Brasile. Nelle ultime 24 ore, le vittime sono state 3.650 ed i contagi 84.245. Lo rivela il Consiglio delle segreterie di salute (Conass), precisando che al computo mancano i dati dello stato di Ceara’, che ha segnalato problemi tecnici. Quella odierna e’ comunque la cifra di vittime piu’ alta dall’inizio della pandemia. Il bilancio totale sale pertanto a 307.112 morti a fronte di 12.404.414 casi accertati dall’inizio della pandemia.

Leggi anche: 1. Nessuno ha il coraggio di chiamarlo col suo nome: quello di Draghi sui vaccini è (vero) sovranismo /2. Il cavillo del Governo che inguaia le Regioni: le norme Covid in vigore sempre con un giorno di ritardo /3. L’Africa e la pandemia dimenticata (di S. Mentana)

4. Anche in zona rossa scuole aperte (fino alla prima media) e niente “giallo” fino al 30 aprile: le misure del nuovo Decreto anti-Covid /5. Draghi: “Al vaglio sanzioni per operatori sanitari non vaccinati. Scuola riapre fino alla prima media” /6. Zona rossa e arancione: come cambiano i colori delle regioni

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL COVID IN ITALIA E NEL MONDO

TUTTI I NUMERI SUL COVID NEL MONDO

Ti potrebbe interessare
Cronaca / L’Earth Technology Expo a Firenze dal 13 al 16 ottobre
Cronaca / Gkn, accolto il ricorso Fiom: il giudice blocca i licenziamenti per 422 dipendenti
Cronaca / Droga: spaccio a Catania, coinvolti anche bambini di 10 anni
Ti potrebbe interessare
Cronaca / L’Earth Technology Expo a Firenze dal 13 al 16 ottobre
Cronaca / Gkn, accolto il ricorso Fiom: il giudice blocca i licenziamenti per 422 dipendenti
Cronaca / Droga: spaccio a Catania, coinvolti anche bambini di 10 anni
Cronaca / Morte Luana D’Orazio, la perizia della procura: “L’orditoio era stato manomesso”
Cronaca / 3.838 nuovi casi e 26 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività all'1,4%
Cronaca / Referendum contro il green pass, parte la raccolta firme
Cronaca / Green Pass all’aeroporto di Roma Fiumicino? I controlli con il QR code sono un miraggio: VIDEO
Cronaca / Bambino di 4 anni caduto dal balcone a Napoli. In un video diceva: “Ti butto giù”
Cronaca / Vola in Moldavia per la fecondazione assistita: 30enne di Chivasso muore dopo l’intervento
Cronaca / Cinema, stadi e teatri all’80% e deroghe al metro di distanza: le ipotesi del Governo per il nuovo decreto