Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 21:36
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Covid, ultime notizie. Italia, indice Rt scende a 0,81. Ue firma accordo con Pfizer per altre 1,8 miliardi di dosi del vaccino

Immagine di copertina

Covid, le ultime notizie di oggi 23 aprile 2021 in Italia e nel mondo

COVID ULTIME NOTIZIE OGGI – Da lunedì in Italia torneranno le zone gialle: ristoranti aperti anche a cena (solo con posti all’aperto), riapriranno cinema e teatri e studenti in presenza in tutte le scuole. Intanto prosegue, non senza difficoltà, la campagna vaccinale in Italia (Qui i dati in tempo reale). Di seguito tutte le ultime notizie sul Covid-19 di oggi, venerdì 23 aprile, aggiornate in tempo reale.

COVID IN ITALIA E NEL MONDO: LA DIRETTA

Ore 18,30 – Sardegna zona rossa, assessore Sanità: “Sistema da rivedere” – “La Sardegna viene confermato in zona rossa pur avendo dei parametri compatibili con una fascia di restrizioni più bassa. Una decisione che prende, quindi, in considerazione l’indice Rt di 1,29 registrato la settimana scorsa”. Lo dichiara l’assessore alla Sanità della Regione Sardegna, Mario Nieddu, contestando, quindi, il sistema della zone che, a suo dire, “andrebbe rivisto”.

Ore 17,50 – Il bollettino di oggi – In Italia oggi, venerdì 23 aprile 2021, si registrano 14.761 nuovi positivi e 342 morti. Ieri c’erano stati 16.232 nuovi casi e 360 morti. In totale sono stati effettuati 315.700 tamponi (ieri erano stati 364.804). Il tasso di positività è al 4,67 per cento, rispetto al 4,4% di ieri. Le persone attualmente positive al Covid sono 465.543 (-6.653). Il bilancio delle vittime ammonta a 118.699 (+342). I guariti invece sono 3.351.461 (+21.069), per un totale di 3.935.703 casi: questi i dati completi resi noti oggi nel bollettino sull’epidemia di Covid in Italia. Degli attualmente positivi, 21.440 (-654) sono ricoverati in ospedale, 2.979 (-42) necessitano di terapia intensiva, mentre 441.124 si trovano in isolamento domiciliare. Per quanto riguarda le Regioni, quella che registra il maggior incremento di casi è la Lombardia con 2.304 nuovi contagi, seguita dalla Campania con 1.970 e dalla Puglia con 1.692 nuovi casi. Il bollettino.

Ore 17,20 – Da lunedì 15 Regioni gialle, 5 arancioni, Sardegna rossa – Sono 15 le Regioni che da lunedì 26 aprile torneranno in fascia gialla, reintrodotta nell’ultimo decreto anti-Covid. Si tratta di Abruzzo, Campania, Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Toscana, Trentino Alto Adige, Umbria e Veneto. Cinque Regioni, invece, Sicilia, Puglia, Valle d’Aosta, Basilicata e Calabria saranno in fascia arancione, mentre la sola Sardegna resta in zona rossa. Leggi l’articolo completo.

Ore 16,30 – AstraZeneca, Ema: “Raccomandata seconda dose” – L’Ema ha raccomandato di somministrare la seconda dose del vaccino AstraZeneca a chi ha già ricevuto la prima. Secondo l’Agenzia, infatti, “al momento non ci sono dati o sono limitati per modificare le attuali raccomandazioni”. L’Ema, inoltre, ha ribadito che i benefici del vaccino superano i rischi sottolineando che non vi sono al momento “rischi in relazione al sesso”. Leggi l’articolo completo.

Ore 15.50 – Francia, il coprifuoco resta alle 19 in tutto il Paese – Lo ha confermato nella giornata di ieri, 22 aprile, il premier francese Jean Castex in conferenza stampa parlando delle misure di contrasto al Covid-19 e facendo il punto sulle prossime riaperture. “La situazione della pandemia in Francia sta migliorando e si è stabilizzata ormai a circa 30.000 contagi. Il picco della terza ondata sembra passato”, ha aggiunto.

Ore 14.25 – Alle 16 nuovo parere Ema su AstraZeneca – L’Agenzia europea per i medicinali (Ema) terrà una conferenza stampa alle 16 in merito all’aggiornamento sul vaccino AstraZeneca e alla somministrazione della seconda dose negli individui che hanno già ricevuto la prima dose. Lo rende noto l’Agenzia Ue.

Ore 14.10 – Pfizer: “A Ue 250 milioni di dosi nel secondo trimestre” – “Abbiamo un contratto con l’Unione Europea per la fornitura di 600 milioni di dosi di vaccino contro il Covid nel 2021, e sono orgoglioso di annunciare che finora ne abbiamo consegnate oltre 100 milioni, rispettando tutti gli impegni. Consegneremo 250 milioni di dosi nel secondo trimestre”. Lo ha dichiarato l’amministratore delegato di Pfizer, Albert Bourla, durante un punto stampa con la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen.

Ore 14.00 – Israele: nessun decesso per Covid, prima volta da 10 mesi – Per la prima volta in dieci mesi, nelle ultime 24 ore non sono stati segnalati nuovi decessi per Covid in Israele. Secondo gli ultimi dati pubblicati dal Ministero della Salute, ieri il bilancio delle vittime è rimasto invariato rispetto al giorno precedente a 6.346. L’ultima volta in cui non erano stati segnalati nuovi decessi per Covid in Israele risale al 29 giugno 2020.

Ore 13.53 – Crisanti, coppia di turisti cinesi “pazienti zero” di Vo’ Il ceppo virale in circolazione a Vo’ (Padova) a inizio pandemia è identico a quello rilevato in due turisti cinesi. È la scoperta compiuta da un gruppo di ricerca dell’università di Padova guidato da Andrea Crisanti, che aveva l’obiettivo di identificare i pazienti zero in Veneto. A Vo’ risiedeva Adriano Trevisan, prima vittima italiana del Covid. Secondo i ricercatori, i “pazienti zero” sarebbero due turisti cinesi provenienti da Wuhan, che a gennaio dello scorso anno arrivarono all’aeroporto di Malpensa per una vacanza con alcuni connazionali.

Ore 13.42 – ARD, si avvicina approvazione vaccino Pfizer in Cina – L’approvazione alla somministrazione del vaccino anti-Covid prodotto da Pfizer-BioNTech è ormai prossima in Cina e dovrebbe avvenire a giugno. È quanto riporta l’emittente ARD, secondo cui il direttore dell’azienda biotecnologica tedesca BioNTech, Ugur Sahin, si è recato negli ultimi giorni a Shanghai proprio per discutere questa eventualità. La città cinese ospita la sede della casa farmaceutica cinese Fosun, con cui BioNTech e Pfizer stanno collaborando in materia di vaccini anti-Covid.

Ore 13.34 – Ue firma accordo con Pfizer per altre 1,8 miliardi di dosi del vaccino – L’Unione europea ha siglato un accordo con Pfizer-BioNTech per la fornitura fino a 1,8 miliardi di dosi del vaccino anti-Covid. Lo rende noto oggi l’agenzia di stampa Reuters, citando un funzionario dell’Unione. Si tratta del terzo contratto siglato dall’Ue con la società farmaceutica statunitense e l’azienda biotecnologica tedesca, che hanno già concordato di consegnare 600 milioni di dosi ai 27 in base agli accordi precedenti.

Ore 13.10 – Usa, atteso oggi parere esperti Cdc su vaccino Johnson & Johnson – Gli esperti dei Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (Cdc) si incontreranno oggi per discutere le raccomandazioni aggiornate sull’uso del vaccino anti-Covid Janssen prodotto da Johnson & Johnson. Un apposito comitato consultivo valuterà se il siero sia collegato o meno a una rara sindrome da coagulazione del sangue conosciuta come ipopiastrinemia o trombocitopenia. Tale sindrome è caratterizzata da un raro tipo di coaguli sanguigni nel cervello collegato a un basso numero di piastrine. Secondo alcuni specialisti, questa sindrome potrebbe essere causata da un’insolita reazione immunitaria nei pazienti. All’inizio di questo mese, la segnalazione dei casi di sei donne colpite da ipopiastrinemia, di cui una deceduta, ha spinto i Cdc e la Food & Drug Administration degli Stati Uniti a raccomandare una sospensione nella somministrazione del vaccino anti-Covid di Johnson & Johnson.

Ore 12.48 – AstraZeneca, 26 Stati Ue sarebbero pronti a fare causa all’aziendaAlmeno 26 su 27 Paesi membri dell’Unione europea avrebbero aderito alla proposta della Commissione europea di adire le vie legali contro l’azienda farmaceutica anglo-svedese AstraZeneca. Lo rende noto l’ANSA, citando fonti diplomatiche europee. Al momento, soltanto l’Ungheria non avrebbe espresso il proprio parere in merito. Gli Stati hanno comunque tempo fino alla fine di questa settimana per valutare le conseguenze di una causa da intentare in Belgio ad opera della Commissione. Il procedimento mirerebbe a recuperare le 90 milioni di dosi che AstraZeneca avrebbe dovuto consegnare entro marzo, oltre alle 30 milioni effettivamente distribuite.

Ore 12.19 – Vaccini, Costa: “Ormai somministriamo in un giorno le dosi di una settimana”“Le dosi che riusciamo a somministrare in un giorno con il nuovo piano vaccinale, venivano somministrare in una settimana con il vecchio piano varato dal precedente governo”. È quanto afferma il sottosegretario al ministero della Salute, Andrea Costa. “Ieri abbiamo stabilito un nuovo record di somministrazioni giornaliere, arrivando a oltre 370mila. Un segnale importante che dimostra come la campagna vaccinale stia andando nella giusta direzione. Nell’ultimo mese si è registrato un aumento del 50 per cento di inoculazioni rispetto al mese precedente”.

Ore 11.36 – Il Papa visita i poveri in attesa della vaccinazionePapa Francesco si è recato oggi nell’atrio dell’Aula Paolo VI in visita ai poveri accompagnati da varie associazioni romane che sono in attesa di essere vaccinati. Il Pontefice ha salutato i presenti, fermandosi lungo il percorso nell’aula per offrire uova di cioccolata, distribuite a tutti dai volontari, nel rispetto delle misure sanitarie.

Ore 11.12 – Israele, oltre 5 milioni i vaccinati con 2 dosi di PfizerSono più di 5 milioni i cittadini israeliani ad aver ricevuto entrambi le dosi del vaccino anti-Covid di Pfizer-BioNTech. Lo ha annunciato il ministro della Salute di Israele, Yuli Edelstein. “È un enorme risultato per il sistema sanitario e i cittadini di Israele”, ha detto il ministro. “Insieme, stiamo sradicando il Coronavirus”. Israele conta una popolazione di oltre 9 milioni di persone.

Ore 10.55 – Meloni: “Pronti a iniziative contro il coprifuoco” – La presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, ha annunciato una serie di iniziative contro la “follia” del coprifuoco. “È una misura folle, devastante per il nostro sistema economico, assolutamente irragionevole e inutilmente punitiva”, ha scritto Meloni su Facebook. “In una Nazione democratica, non è prerogativa del Governo stabilire se e quando la gente possa uscire di casa. Se tutto verrà confermato, siamo pronti ad organizzare delle iniziative contro questa follia”.

Ore 10.23 – Ecdc, nessuna regione italiana in rosso scuro – Nessuna regione italiana è colorata di rosso scuro sulla mappa aggiornata del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc), che misura l’incidenza dei contagi ogni 100mila abitanti. Il Molise, attualmente in arancione, risulta il territorio italiano nella situazione migliore sulla carta dell’Ecdc. Peggiora la situazione in Francia, mentre resta critica in Svezia, Polonia e Ungheria.

Ore 09.41 – Monitoraggio Iss, indice contagio Rt scende a 0,81L’indice Rt è sceso in Italia a quota 0,81 rispetto allo 0,85 della scorsa settimana. È quanto emerge dall’ultimo monitoraggio settimanale condotto dal Ministero della Salute con l’Istituto Superiore di Sanità sull’andamento dell’epidemia tra il 12 e il 18 aprile.

Ore 09.09 – Richeldi, niente mascherine tra vaccinati? Non è una buona ideaIl professor Luca Richeldi, presidente della Società Italiana di Pneumologia/Italian Respiratory Society (SIP/IRS) ed ex membro del primo Comitato tecnico scientifico, è contrario ad abrogare l’obbligo di indossare le mascherine per le persone vaccinate contro il Covid. “Non è una buona idea perché anche tra persone vaccinate il rischio contagio non scende a zero”, ha detto il direttore del reparto di Pneumologia al Policlinico universitario Agostino Gemelli Irccs di Roma, nel corso della trasmissione Agora’ su Rai3.

Ore 08.17 – Giappone si prepara a nuovo stato di emergenza, anche a Tokyo – Il governo del Giappone è pronto a proclamare lo stato di emergenza a Tokyo e in altri tre dipartimenti a tre mesi dall’avvio dei Giochi Olimpici in programma nella capitale, a causa dell’aumento dei casi di Covid. Lo ha annunciato oggi in conferenza stampa il ministro nipponico incaricato di gestire l’emergenza Coronavirus, Yasutoshi Nishimura. “Non potremo contenere le varianti che hanno potenti capacità infettive, a meno che non adottiamo misure più forti”, ha affermato il ministro. Il provvedimento atteso nel corso della giornata riguarderà Tokyo e tre dipartimenti occidentali del Giappone: Osaka, Kyoto e Hyogo.

Ore 08.04 – India, nuovo record globale di contagi in un giorno: oltre 330 mila – L’India ha registrato 332.730 nuove infezioni da Covid-19 nelle ultime 24 ore, segnando un nuovo record globale di contagi in un solo giorno. Il Paese asiatico, secondo il ministero della Salute di New Delhi, si avvicina così sempre più alla soglia di 16 milioni di contagiati dall’inizio della pandemia, secondo solo agli Stati Uniti che ufficialmente mantengono il primato mondiale con quasi 32 milioni di infettati. In India sono stati registrati altri 2.263 decessi correlati al Coronavirus nelle ultime 24 ore, portando il totale delle vittime del Covid a 186.920. Nel Paese si registra una grave carenza di posti letto, medicinali e di riserve di ossigeno nelle strutture sanitarie, soprattutto nello Stato federato del Maharashtra, nella cui capitale Mumbai (ex Bombay) un incendio divampato ieri in un ospedale ha provocato la morte di 13 pazienti.

Ore 07.00 – Salvini: “Noi nel governo? Assolutamente sì, fiducia in Draghi” –“Assolutamente sì, siamo solo all’inizio. La nostra fiducia è a Draghi, non ai chiusuristi o ai ‘pauristi’”: così Matteo Salvini ha risposto alla domanda sulla volontà della Lega di restare al governo. “Conto che il prossimo decreto in Consiglio dei Ministri entro la metà di maggio abbia il sostegno e appoggio della Lega perché Draghi prenderà atto del fatto che scienza, salute, diritto al lavoro e diritto alle libertà debbano andare insieme”.

LE NOTIZIE DI IERI

Il bollettino – In Italia, giovedì 22 aprile 2021, si registrano 16.232 nuovi positivi e 360 morti. Ieri c’erano stati 13.844 nuovi casi e 364 morti. In totale sono stati effettuati 364.804 tamponi (ieri erano stati 350.034). Il tasso di positività è al 4,4 per cento, rispetto al 3,9% di ieri. Le persone attualmente positive al Covid sono 472.196 (-3.439). Il bilancio delle vittime ammonta a 118.357 (+360). I guariti invece sono 3.330.392 (+19.125), per un totale di 3.920.945 casi: questi i dati completi resi noti oggi nel bollettino sull’epidemia di Covid in Italia. Degli attualmente positivi, 22.094 (-690) sono ricoverati in ospedale, 3.021 (-55) necessitano di terapia intensiva, mentre 447.081 si trovano in isolamento domiciliare. Per quanto riguarda le Regioni, quella che registra il maggior incremento di casi è la Lombardia con 2.509 nuovi contagi, seguita dalla Campania con 1.912 e dalla Puglia con 1.895 nuovi casi. Il bollettino.

Figliuolo: “A maggio in arrivo oltre 15 milioni di dosi” – A maggio arriveranno in Italia altre 15 milioni di dosi di vaccini anti-Covid. Lo ha assicurato oggi il generale Francesco Paolo Figliuolo, Commissario per l’emergenza sanitaria, a margine della visita al punto vaccinale allestito a Matera in un tendone donato dal Qatar all’Italia nei pressi dell’ospedale Madonna delle Grazie. “A parte le dosi in arrivo e già arrivate che sono 1 milione e mezzo di Pfizer e le prime 180mila di Johnson & Johnson, da 27 al 29 arriveranno a livello nazionale oltre 2 milioni e mezzo di dosi e poi dal 30 al 5 maggio, ulteriori quasi 2 milioni e 600 mila dosi e, per maggio, sono molto positivo perché le stime mi danno oltre 15 milioni”, ha detto il generale, accompagnato dal Capo della Protezione civile, Fabrizio Curcio. Nelle prossime ore, i due saranno a Potenza nell’altro tendone donato all’Italia dal Qatar, allestito come punto vaccinale in uno dei parcheggi dell’ospedale San Carlo.

Covid, ultime notizie – Ue rinuncia a opzione di acquisto per altre 100 mln dosi di AstraZeneca – L’Unione europea rinuncia a un’opzione di acquisto su altre 100 milioni di dosi del vaccino anti-Covid prodotto da AstraZeneca. Lo ha annunciato oggi il portavoce della Commissione europea per gli affari sanitari, Stefan de Keersmaecker. La Commissione, ha affermato il funzionario, non ha esercitato l’opzione per acquistare le dosi e il termine per farlo è ormai scaduto. “Nel primo trimestre sono state consegnate all’Ue 30 milioni di dosi da AstraZeneca, meno di quanto pattuito”, ha ricordato Stefan de Keersmaecker. “Per il secondo trimestre, il contratto prevedeva 180 milioni di dosi: la società ha dichiarato di essere in grado di consegnarne solo 70 milioni”.

India, oltre 314 mila nuovi casi in un solo giorno: è record globale – L’India ha registrato 314.835 nuove infezioni da Covid-19 nelle ultime 24 ore, segnando un nuovo record globale di contagi in un solo giorno. Il Paese asiatico, secondo il ministero della Salute di New Delhi, supera così i 15,93 milioni di contagiati dall’inizio della pandemia, secondo solo agli Stati Uniti che ufficialmente mantengono il primato mondiale con oltre 31,86 milioni di infettati. In India sono stati registrati altri 2.104 decessi correlati al Coronavirus nelle ultime 24 ore, portando il totale delle vittime del Covid a 184.657. Nel Paese si registra una grave carenza di posti letto, medicinali e di riserve di ossigeno negli ospedali.

Covid, ultime notizie – Gimbe: 13 Regioni sopra soglia di saturazione delle terapie intensive – L’Italia ha registrato una diminuzione dei nuovi casi di Covid e dei decessi correlati nella settimana che va da 14 al 20 aprile, ma se continua ad alleggerirsi la pressione sugli ospedali, ben 13 regioni restano sopra la soglia di allerta per l’occupazione dei posti letto nelle terapie intensive. La denuncia arriva dal monitoraggio settimanale della Fondazione Gimbe, secondo cui nonostante il calo in termini assoluti dei nuovi casi (90.030 contro i 106.326 della settimana precedente), dei decessi (2.545 contro 3.083), degli attualmente positivi (482.715 contro 519.220), delle persone in isolamento domiciliare (456.309 contro 488.742), dei ricoverati con sintomi (23.255 contro 26.952) e di quelli nelle terapie intensive (3.151 contro 3.526), “la circolazione del virus resta ancora sostenuta”. “Con la progressiva riduzione dei nuovi casi settimanali, gli attualmente positivi, raggiunto il picco della terza ondata il 5 aprile (570.096), sono scesi a 482mila, un numero molto elevato ma ancora sottostimato dall’insufficiente attività di testing & tracing”.

Leggi anche: 1. Draghi a TPI: “Faremo debito buono. Stellantis? Dossier non è aperto”; // 2. Come cambia il colore delle regioni: Campania in zona arancione, la Sicilia evita il rosso; // 3. Dal 26 aprile ristoranti aperti anche a cena, tornano i cinema: arriva il “giallo rafforzato”; // 4. Draghi: “Dal 26 aprile torna la zona gialla. Riaprono scuole e attività all’aperto”

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL COVID IN ITALIA E NEL MONDO

TUTTI I NUMERI SUL COVID NEL MONDO

Ti potrebbe interessare
Cronaca / L'orditoio gemello di quello che ha ucciso Luana era stato manomesso
Cronaca / Jesolo, sesso in spiaggia per una coppia di 20enni: scatta l’applauso dei passanti
Cronaca / 8.085 nuovi casi, 201 decessi: il bollettino
Ti potrebbe interessare
Cronaca / L'orditoio gemello di quello che ha ucciso Luana era stato manomesso
Cronaca / Jesolo, sesso in spiaggia per una coppia di 20enni: scatta l’applauso dei passanti
Cronaca / 8.085 nuovi casi, 201 decessi: il bollettino
Cronaca / Sallusti si è dimesso da direttore de Il Giornale
Cronaca / "Beve 7 litri al giorno ma è disidratata": come sta la ragazza vaccinata per sbaglio 4 volte
Cronaca / Ddl Zan, il consigliere regionale leghista chiede alla Madonna di fermare la legge
Cronaca / Muore in un incidente: l'assicurazione risarcisce sia la moglie che l'amante
Cronaca / Roma, ragazzo drogato e violentato da due amici
Cronaca / Calabria, il dramma dei 7mila tirocinanti precari della P.a.: “Noi, ignorati da politica e sindacati”
Cronaca / “Lei consenziente, doveva essere un gioco”: i verbali dell’interrogatorio di Ciro Grillo