Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 08:41
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Covid, ultime notizie. L’Europa supera 1 milione di morti. “Una volta per tutti”, domani manifestazione a Roma

Immagine di copertina

Covid, le ultime notizie di oggi 12 aprile 2021 in Italia e nel mondo

COVID ULTIME NOTIZIE OGGI – Prosegue la campagna di vaccinazione in Italia. Finora sono state somministrate più di 12 milioni di dosi [Qui i dati in tempo reale]. Di seguito tutte le ultime notizie sul Covid-19 di oggi, lunedì 12 aprile, aggiornate in tempo reale.

COVID IN ITALIA E NEL MONDO: LA DIRETTA

Ore 22,40 – L’Europa supera 1 milione di morti – I morti per Covid in Europa hanno superato il milione, secondo un conteggio dell’agenzia Reuters riportato sul suo sito online. Il Vecchio Continente – 51 Paesi, tra cui l’Ue, il Regno Unito, la Russia e altri – ha circa il 35,5% dei decessi nel mondo e il 30,5% del totale dei contagi.

Ore 19,00 – ‘Una volta per tutti’, domani manifestazione pacifica – “Sarà una manifestazione assolutamente pacifica e non vogliamo in alcun modo essere associati a chi mostra un atteggiamento conflittuale e violento nei confronti  delle istituzioni”. Lo dichiarano gli aderenti di ‘Una volta, per tutti’, la marcia pacifica dei lavoratori che si terra’ domani alle 11 al Circo Massimo a Roma. “Abbiamo avuto un incontro con il prefetto di Roma Matteo Piantedosi e siamo soddisfatti per aver potuto rappresentare le nostre istanze. Ha preso l’impegno di portare le nostre richieste all’attenzione del Governo”, affermano le associazioni Roma più bella,  I.H.N. Italian Hospitality Network, TNI Italia Tutela Nazionale Imprese, LUPE ROMA.

Ore 18,18 – Turismo: De Luca, continueremo vaccini per fragili e over 80 – Affida a una nota la sua ‘precisazione’ “al comunicato n.17 del Commissario Figliuolo”, Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania intenzionato ad affiancare al piano vaccinale con le indicazioni governative uno linea regionale che contempla le categorie economiche, quella turistica su tutte. “Si precisa che per quello che riguarda la Campania, tale comunicazione è scontata”, scrive De Luca. “La campagna di vaccinazione segue le priorità indicate per gli ultraottantenni e le categorie fragili – spiega – la categoria degli ultraottantenni in piattaforma sarà completata al 100% entro questa settimana, e per i non deambulanti entro le due settimane successive. Le Asl impegneranno task force specifiche per le categorie fragili. “Il dato reale che va segnalato è la drammatica carenza di vaccini Pfizer e Moderna, che rappresenta un ostacolo al raggiungimento dell’obiettivo”, aggiunge. E poi altri rilievi. “Altro dato della realtà concreta, al di là degli schemi nazionali, è l’accumulo di Astrazeneca non utilizzato per varie indisponibilità. E’ per questo vaccino che si procederà a una utilizzazione anche per categorie economiche”, spiega De Luca.

Ore 18 – IL BOLLETTINO In Italia oggi, lunedì 12 aprile 2021, si registrano 9.789 nuovi casi e 358 decessi. Ieri erano stati 15.746 i nuovi casi e 331 i morti. Salgono a 352 i medici morti in Italia durante la pandemia. Ancora in calo la curva epidemica in Italia. Pochi i tamponi, come sempre il lunedì: 190.635, 63mila meno di ieri, ma il tasso di positività è comunque in discesa al 5,1% (ieri 6,2%). In lieve aumento invece i ricoveri (anche in questo caso influisce anche l’effetto weekend, che fa registrare meno dimissioni): le terapie intensive sono 8 in più (ieri -3) con 167 ingressi del giorno, e sono 3.593 in tutto, mentre i ricoveri ordinari aumentano di 78 unità (ieri -316), e salgono a 27.329. (Qui l’articolo completo)

Ore 15,45 – Roma, i ristoratori in piazza contro le misure anti-Covid: tensione con la polizia – Esercenti e ristoratori del movimento “IoApro” si sono riuniti in piazza a Montecitorio, a Roma, per la seconda volta in una settimana, con l’obiettivo di protestare contro le misure del governo, ritenute insufficienti a risarcire i danni provocati dalle chiusure. La manifestazione è stata organizzata nonostante la questura non l’avesse autorizzata. Diversi i momenti di tensione con la polizia, che non ha permesso ai manifestanti di raggiungere la piazza. La diretta di TPI

Ore 15,30 – Vaccini, Figliuolo risponde a De Luca: “Mettere al sicuro i fragili” –  “L’obiettivo è quello di mettere al sicuro le persone fragili e le classi di età più anziane, che sono le più vulnerabili all’infezione. Più celermente si concluderà questa fase, prima si potrà procedere a vaccinare le categorie produttive”, lo ha detto il generale Francesco Paolo Figliuolo, rispondendo alle dichiarazioni del governatore Vincenzo De Luca.

Ore 15,00 – Vaccini, De Luca contro Draghi: “In Campania non procederemo per fasce d’età” – “Basta, non procederemo per fasce di età, altrimenti l’economia muore”. Così il presidente della Campania Vincenzo De Luca a proposito della nuova indicazione del governo di somministrare i vaccini per fasce di età. “Ho appena finito di parlare con il commissario Figliuolo – dice De Luca – al quale ho detto che una volta completati gli ultra ottantenni e i fragili noi non intendiamo procedere per fasce di età. Dedicheremo la struttura pubblica a curare i fragili e le persone anziane ma lavoreremo anche sui settori economici  perché se decidiamo di andare avanti solo per fasce di età, quando avremo finito le fasce di età l’economia italiana sarà morta”. Leggi l’articolo completo.

Ore 14,30 – Vaccino: uffici Figliuolo: “Non ci saranno isole Covid free” –  Non ci saranno isole Covid free. L’ipotesi che ci possano essere località turistiche privilegiate non esiste, secondo quanto apprende l’AGI, perché vale l’ultima ordinanza di Francesco Paolo Figliuolo che prevede come categorie prioritarie da vaccinare quelle degli over 80 e dei fragili. La Struttura commissariale per l’emergenza Covid conferma all’AGI che l’ordinanza numero 6 – firmata da Figliuolo venerdì scorso, 9 aprile, in coordinamento con il ministero della Salute – ha valenza nazionale e deriva dalle direttive politiche del presidente del consiglio, Mario Draghi.    Significa, in pratica, che non ci saranno eccezioni nonostante le ‘lamentele’ di isole, piccoli Comuni o di presidenti di Regione. La priorità resta quella di vaccinare prioritariamente gli anziani e le categorie fragili: è questa, viene ricordato, la linea politica indicata dal premier Draghi e messa nero su bianca, con l’ordinanza, dal commissario Figliuolo.

Ore 12,30 – Vaccini, 4,2 milioni di dosi alle Regioni tra il 15 e il 22 aprile – Sono oltre 4,2 milioni i vaccini che verranno complessivamente consegnati tra il 15 e il 22 di aprile alle strutture sanitarie delle Regioni. Oltre alle linee Pfizer, Moderna e Vaxzevria, le consegne riguarderanno anche Janssen (Johnson & Johnson). Per quest’ultimo vaccino – somministrabile in un’unica soluzione – si tratta del primo approvvigionamento in assoluto per l’Italia. Lo rende noto la struttura del commissario per l’emergenza Covid, Francesco Paolo Figliuolo. (AGI)

Ore 12,00 – Salvini: “Obiettivo riapertura generale il 2 giugno” – La data del due giugno “va bene per la riapertura generale. Io penso che, come dice lo stesso Draghi, già dai prossimi giorni dove la situazione sanitaria è sotto controllo non sia un diritto ma sia un dovere riaprire attività economiche, sociali, sportive, culturali”. A dirlo è il segretario della Lega, Matteo Salvini, a margine di una visita a Mind, nell’ex area dove si svolse Expo 2015.     “Che si possa riaprire tutto a giugno – sottolinea Salvini – è un obiettivo e un auspicio comune. Però siamo ad aprile, laddove la situazione è sotto controllo non puoi chiedere mesi di chiusure e di sacrifici, quando altri Paesi europei sono già aperti da tempo”.

Ore 11,00 – Record di contagi da Covid-19 in India, ma a migliaia di bagnano nel gange – L’India ha superato i 150mila casi e gli 800 morti in un solo giorno. Nonostante i dati preoccupanti, i pellegrini fanno il bagno tutti insieme nel fiume Gange. Il tutto senza distanziamento né mascherine in occasione della tradizionale festività di Kumbh Mela, una delle più importanti celebrazioni induiste che si svolge ogni tre anni a rotazione tra le quatto città sante. Milioni di fedeli pregano insieme e si immergono nel fiume sacro per lavare i propri peccati.

Ore 07,00 – Vaccini, Speranza: “Stiamo lavorando a un green pass. Errori dell’Europa nel negoziare i contratti” – Sotto le festività pasquali è stato possibile fare viaggi all’estero perché “abbiamo sempre mantenuto livello di reciprocità con gli altri Paesi impegnandoci a livello europeo a non troncare le relazioni internazionali e stabilendo, a Natale come a Pasqua, che ci fosse una forma di quarantena, anche se breve come elemento di deterrenza. Purtroppo in questa fase il messaggio che diamo ai nostri cittadini è di evitare viaggi fuori il più possibile”. Così il ministro della Salute Roberto Speranza, ospite di ‘Che tempo che fa. “Stiamo lavorando al green pass che sarà una specie di certificato verde che consentirà ai paesi europei una più facile mobilità”, ha aggiunto Speranza.

“Non c’è dubbio che in tema di vaccini sarebbero stati auspicabili tempi più rapidi e veloci, ma continuo a pensare che non abbiamo affatto sbagliato a comprarli a livello europeo. Avremmo forse dovuto farci la guerra, un Paese contro l’altro, e invece abbiamo deciso di acquistarli insieme. Forse i contratti potevano essere costruiti con maggiore accortezza, forse la Commissione europea poteva essere più veloce”, ha ammesso Speranza.

COVID, LE NOTIZIE DI IERI

Sicilia, Musumeci: “Se continua così costretti a chiudere” – “Quello che mi preoccupa è la Sicilia. Quello che abbiamo registrato in provincia di Palermo vale anche per il resto dell’Isola: abbiamo un Rt di 1,22, il massimo è 1,25. E’ facile pensare che se la soluzione del palermitano dovesse estendersi ad altre due o tre zone della Sicilia, saremo costretti a chiudere”. Lo ha detto il presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci, oggi a Catania, incontrando la stampa per fare il punto sui contagi Covid e sulla campagna vaccinale in Sicilia. L’Isola è al momento in fascia arancione, ma da domani al 22 aprile l’intera provincia di Palermo sarà in zona rossa.

Vaccino AstraZeneca, scaduto l’ultimatum Ue: “State violando il contratto” – Il 19 marzo Bruxelles aveva chiesto formalmente, con una missiva, all’azienda “di porre rimedio alle sostanziali violazioni contrattuali entro venti giorni” chiedendo di “recuperare senza ulteriori ritardi sull’arretrato nella produzione e consegna delle dosi e di mitigare qualunque danno causato”. Il termine è scaduto l’8 aprile.

Vaccini, Fontana: somministrate 2 mln dosi e acceleriamo – “Due milioni di somministrazioni, vicini alle 50.000 dosi giornaliere. Obiettivo estate sicura! “: il presidente della Lombardia Attilio Fontana lo ha scritto sui suoi social aggiungendo che la regione “sta nettamente accelerando”. “Affrontiamo i problemi, li risolviamo e corriamo veloci. Siamo in costante equilibrio tra i vaccini che riceviamo – ha aggiunto – e le dosi che somministriamo. Dobbiamo riceverne molti di più!”

Vaccini, Zingaretti: se sì di Ema e Aifa comprare Sputnik – “Il problema sono i flussi delle forniture di vaccini che abbiamo. E’ ovvio che prima di tutto serve l’approvazione dell’ Ema e dell’Aifa. Se Italia e Ue valutassero lo Sputnik come un vaccino valido, allora per salvare gli esser umani dobbiamo inoculare quei vaccini che salvano la vita”. Lo ha detto il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, a “In mezz’ora” su Rai 3. All’osservazione di Lucia Annunziata che Salvini fu accusato di essere filo-russo per aver proposto l’acquisto di Sputnik, Zingaretti ha replicato: “Questo è il cuore del problema, la distinzione tra rapporto euro atlantico, e la base scientifica di uno strumento con cui salviamo le imprese e donne e uomini dal rischio di morte. Io credo che il governo italiano dovrà decidere.

Leggi anche: 1. Come cambia il colore delle regioni: in 6 passano all’arancione, la Sardegna diventa rossa; // 2. No dell’Ue alla diffusione degli atti sulla preparazione dell’Italia alla pandemia: “Mina la sicurezza pubblica”; // 3.  Se i governi europei guardano alla paura e non alle statistiche (di L. Telese); // 4. La rabbia delle piazze nasce dalle incongruenze di questo esecutivo: chi governa dovrebbe saperlo (di Marco Revelli); // 5. Chi fa da sé fa male all’Europa: il caso AstraZeneca mostra l’incapacità degli Stati di agire con una voce sola (di Marta Vigneri)

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL COVID IN ITALIA E NEL MONDO

TUTTI I NUMERI SUL COVID NEL MONDO

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Roma, il video reportage dalla manifestazione dei sindacati: “Dire no al fascismo significa dare speranza alle donne e ai giovani”
Cronaca / Covid, oggi 2.983 casi e 14 morti: tasso di positività allo 0,6%
Cronaca / I sindacati scendono in piazza dopo l’assalto alla Cgil. Landini: "Le organizzazioni fasciste devono essere sciolte"
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Roma, il video reportage dalla manifestazione dei sindacati: “Dire no al fascismo significa dare speranza alle donne e ai giovani”
Cronaca / Covid, oggi 2.983 casi e 14 morti: tasso di positività allo 0,6%
Cronaca / I sindacati scendono in piazza dopo l’assalto alla Cgil. Landini: "Le organizzazioni fasciste devono essere sciolte"
Cronaca / Green Pass, l’Italia non si blocca: proteste in tutto il Paese contro l’obbligo sul luogo di lavoro, ma senza disagi
Cronaca / Covid, oggi 2.732 casi e 42 morti: il bollettino del 15 ottobre 2021
Cronaca / Due gemelli cambiano sesso lo stesso giorno: Giulio e Guido sono Giulia e Gaia
Cronaca / Addio ad Alitalia, nasce Ita Airways: nuovo logo, aerei azzurri e tricolore sulla coda
Cronaca / Green Pass, i no vax Barillari e Cunial occupano gli uffici della Regione Lazio
Cronaca / Green Pass obbligatorio, ma i tamponi non bastano per tutti i lavoratori
Cronaca / I No Pass non fermano l'Italia: niente blocco a Trieste