Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 09:06
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Scienziati di Oxford: “Vaccino in ritardo se i contagi calano. Meglio che il virus resista ancora”

Immagine di copertina
Elisa Granato, ricercatrice italiana tra i mille volontari coinvolti nella sperimentazione del prototipo del vaccino sviluppato nei laboratori di Oxford. ANSA/BBC

I ricercatori avevano parlato di due mesi di sperimentazione, ma se i dati continueranno a scendere potrebbero volercene 6

Scienziati di Oxford: “Vaccino in ritardo se i contagi calano. Meglio che il virus resista ancora”

Il calo dei contagi da Covid-19 nel Regno Unito, in Italia e negli altri paesi rischia di provocare un ritardo nel procedimento per la messa a punto di un vaccino per il Coronavirus. A sottolinearlo sono i ricercatori dell’Università di Oxford, che stanno lavorando alla sperimentazione insieme all’azienda Advent Irbm di Pomezia. Con la diminuzione dei casi, infatti, gli scienziati avranno bisogno di tempi più lunghi per verificarne l’efficacia, e necessariamente la ricerca rallenterà.

“In precedenza avevamo detto che c’era l’80 percento di possibilità di sviluppare un vaccino efficace entro settembre, ma ora quelle possibilità si sono ridotte al 50 percento”, ha dichiarato Adrian Hill, uno dei ricercatori. “Ci troviamo in questa bizzarra situazione in cui vogliamo che il Covid resista, almeno un altro po’”, ha aggiunto. All’inizio gli esperti avevano parlato di due mesi di sperimentazione, ma se i dati continueranno a scendere potrebbero volercene 6.

Per la sperimentazione di un vaccino bisogna reclutare un gruppo di volontari disposti a farsi iniettare il prodotto. Metà di loro riceverà effettivamente il vaccino contro il Coronavirus, l’altra metà un placebo, che nel caso di Oxford sarà un vaccino contro il meningococco. I volontari condurranno poi la loro vita normale, e se alla fine del periodo prestabilito i loro contagi saranno inferiori rispetto alla popolazione generale e al gruppo con il placebo, si potrebbe partire con la somministrazione a tutti. Ma con il calo dei casi per verificare la protezione dal contagio occorrerà aspettare di più.

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI

Leggi anche: 1. Per contagiare lo pseudo-assessore Gallera servono due infetti. Per salvare la Lombardia bastano due dimissioni (di Giulio Gambino) / 3. Ora la Lombardia deve aspettare a riaprire (di Luca Telese) / 4. Esclusivo TPI: Covid, i soldi per la ripartenza? Il comune di Bergamo li assegna a chi produce armi, ma non alle piccole imprese (di Francesca Nava) 5. Joshua Wong: “La mia vita è a rischio, ho paura di finire in un carcere cinese silenziato per sempre. Ma non illudetevi: oggi Hong Kong, domani Taiwan”

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

Ti potrebbe interessare
Cronaca / È di uno studente universitario di 23 anni il cadavere trovato carbonizzato vicino a Pisa
Cronaca / Tre regioni rischiano il passaggio in zona gialla entro fine agosto
Cronaca / Immunizzato il 59,1% della popolazione
Ti potrebbe interessare
Cronaca / È di uno studente universitario di 23 anni il cadavere trovato carbonizzato vicino a Pisa
Cronaca / Tre regioni rischiano il passaggio in zona gialla entro fine agosto
Cronaca / Immunizzato il 59,1% della popolazione
Cronaca / Brusaferro: "Vaccinati? Pochi rischi ma possono contagiare"
Cronaca / Lazio, il consigliere no vax Barillari si punta una pistola al braccio: "Il vaccino è una roulette russa"
Cronaca / 18 morti e 6.619 casi nell'ultimo giorno: tasso di positività al 2,7%
Cronaca / “Vi aspetto in terapia intensiva, con un pizzico di piacere”: infermiere punito per un post contro i no vax
Cronaca / Pisa, operai licenziati dopo aver scioperato per il salario: la denuncia della Cgil
Cronaca / Focolaio Covid tra gli attori: “Tutto è partito da un festival in Sardegna”
Cronaca / Scuola, il piano Bianchi “copia” Azzolina e ha paura di nominare la didattica a distanza