Covid ultime 24h
casi +21.994
deceduti +221
tamponi +174.398
terapie intensive +127

Coronavirus, centralino del Ministero in tilt: esplode la polemica social

Di Marta Vigneri
Pubblicato il 24 Feb. 2020 alle 16:58 Aggiornato il 24 Feb. 2020 alle 17:27
104
Immagine di copertina

Coronavirus, il numero di pubblica utilità del Ministero risulta intasato

Mentre il bollettino dei contagiati da coronavirus si aggrava, sembra che sia sempre più difficile raggiungere il numero di pubblica utilità messo a disposizione dal Ministero della Salute in caso di necessità, perché risulta intasato.

A denunciarlo diversi utenti sui social: secondo i loro racconti questo sarebbe staccato o sempre occupato. In molti raccontano che a rispondere è un messaggio automatico.

Coronavirus in Italia, ultime notizie: sei morti, 229 contagi: smentito un decesso a Brescia. Possibile paziente zero a Vo’ | LIVE

“Dietro vostro consiglio ho chiamato il numero a disposizione 1500 , ma la voce registrata dice che a causa delle numerose richieste è fuori servizio e di consultare il sito del ministero della salute”, scrive un utente su Twitter.

“Il numero del ministero della Salute è sempre intasato”, denuncia ancora qualcuno.

“Un genio si lamenta a Circo Massimo su Capital Radio dicendo che gli italiani intasano la linea del numero 1500 solo per informazioni. Dopo di che dice di aver provato a chiamare trovando sempre occupato per ottenere informazioni”, è il messaggio di un altro utente su Twitter.

Le persone che vorrebbero ottenere informazioni sul virus e capire cosa fare perché pensano di averlo contratto, insomma, non riescono a parlare con il centralino, nonostante solo due giorni fa questo avesse potenziato la sua sala operativa per fare fronte all’emergenza, 24 ore su 24. E sui social la polemica non si arresta.

“Io, soggetto immunodepresso, ho bisogno di contattare il numero 1500 per alcune info: sedici chiamate, sempre occupato. O disco che invita a richiamare. Che si fa??? Please retweet”

Il 1500 è stato istituito proprio per evitare d’intasare la linea di emergenza 112 e fa parte dei numeri verdi diffusi dal ministero della Salute da utilizzare in caso di pericolo.

Ma evidentemente oggi il carico di cittadini preoccupati è troppo elevato, e la task force non riesce a rispondere a tutte le richieste, nonostante sia stata potenziata.

Attivi i numeri verdi regionali messi a disposizioni dalle regioni maggiormente interessate dal contagio, Lombardia, Veneto e anche quello del Piemonte, del Friuli Venezia Giulia e della Valle D’Aosta.

Il numero verde per la Lombardia è 800 894545

Il numero verde per il Veneto: 800 462340

Il numero verde per il Friuli Venezia Giulia: 800.500.300

Il numero verde per il Piemonte: 800.333.444

Il numero verde per la Valle d’Aosta: 800.122.121

Da domani sarà attivo anche un numero verde per le Marche: 800.936.677.

Anche altre regioni stanno progressivamente istituendo servizi simili: in caso di necessità è utile monitorare il sito della propria regione e recuperare un numero alternativo al 1500.

Leggi anche:

104
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.