Covid ultime 24h
casi +26.323
deceduti +686
tamponi +225.940
terapie intensive -20

Coronavirus in Italia, ultime notizie. Il bollettino: 138 nuovi casi e 30 morti. Dl Semplificazioni: “Via libera a 130 opere”

Le ultime notizie sul Covid-19 nel nostro Paese

Di Carmelo Leo
Pubblicato il 7 Lug. 2020 alle 06:33 Aggiornato il 7 Lug. 2020 alle 22:41
22
Immagine di copertina
Credits: ANSA / Matteo Corner

Coronavirus in Italia, le ultime notizie di oggi

CORONAVIRUS ITALIA ULTIME NOTIZIE – Sono 14.642 le persone attualmente positive al Coronavirus in Italia, con 34.861 morti, 192.108 guariti, per un totale di 241.611 casi complessivi registrati nel nostro Paese dall’inizio dell’epidemia. Qui le ultime notizie sul Covid-19 nel mondo. Di seguito le ultime notizie dall’Italia sul Coronavirus di oggi, martedì 7 luglio 2020, aggiornate in tempo reale.

Ore 21.30 – Conte: “Il prossimo Consiglio europeo sia risolutivo” – “Non abbiamo tempo e non possiamo accettare un compromesso al ribasso. Serve una decisione politica forte. Le altre istituzioni europee, come Bce e la Commissione, hanno fatto bene. Io e Costa faremo la nostra parte affinché il Consiglio Europeo del 17 luglio sia risolutivo con un piano di rilancio efficace”. Lo afferma il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in conferenza stampa congiunta con il premier portoghese Costa. “Non entro nei dettagli, ma la linea rossa è il livello indicato dalla Commissione Ue”. Lo afferma il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte parlando del Recovery Plan. Per Conte “la risposta del Consiglio europeo deve essere all’altezza e immediata. Abbiamo convenuto che occorre una risposta forte e coordinata a livello europeo” ad una crisi “senza precedenti. Ci auguriamo che il prossimo Consiglio Ue sia risolutivo, ci batteremo per questo”, ha aggiunto Conte. L’obiettivo di Italia e Portogallo è quello di rinsaldare le posizioni convergenti rispetto all’accordo politico sul “Next Generation Eu” e sul Quadro Finanziario Pluriennale 2021-2027, anche perché – hanno sottolineato i due leader – “costituiscono un unico pacchetto”.

“La risposta del Consiglio europeo deve essere all’altezza e immediata”. Il Recovery Fund “non è un assegno in bianco ma un impegno che prenderemo tutti insieme. Ma da questa crisi, anche alla luce delle previsioni economiche per l’Eurozona, si capisce che o ne usciamo tutti insieme o non esce nessuno”, ha esortato Costa. “E le previsioni sono un campanello d’allarme a Bruxelles sulla necessità di approvare una proposta, quella della Commissione, che è una proposta intelligente ed equilibrata”, ha aggiunto. “Nessuno uscirà da questa crisi da solo. O ne usciamo tutti insieme, o non ne esce nessuno. Perché questa è una crisi globale”, ha aggiunto il premier portoghese Antonio Costa dopo l’incontro con il presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Il nostro premier ha spiegato: “Non ci sono vincitori o vinti. Serve una reazione dell’Ue o sarà la fine del mercato unico. No dunque a compromessi al ribasso”. Il premier ha poi dichiarato di non aver parlato di Mes con il suo omologo portoghese.

Ore 20.02 – In aeroporto di Fiumicino esami sanitari per 225 passeggeri provenienti dal Bangladesh – A seguito dei casi di Covid registrati nel Lazio tra alcuni componenti della comunità del Bangladesh, i 225 passeggeri bangladesi arrivati a Fiumicino con un volo speciale da Dacca, dopo lo sbarco sono stati sottoposti a profilassi sanitaria: misurazione della temperatura, test sierologico e, nei casi sospetti tampone naso-faringeo.

Ore 19.00 – Lombardia, Comitato Bergamo: “Pronte altre 100 denunce” – Verranno depositate presso la Procura orobica il prossimo 13 luglio, data del secondo “Denuncia day”, indetto per chiedere “ancora una volta verità e giustizia per i propri cari scomparsi durante la pandemia”. Dopo quello del 10 giugno, è stato organizzato un secondo ‘Denuncia Day’ il 13 luglio presso la Procura di Bergamo durante il quale verranno depositate oltre 100 nuove denunce. Lo rende noto lo stesso Comitato. “Sono in lavorazione, inoltre, altrettante denunce che andranno a sommarsi a quelle dei primi due Denuncia-Day e che verranno presentate verosimilmente a fine estate”, viene spiegato in una nota.

Ore 17.15 – Il bollettino della Protezione civile – È di 14.242 (-467) persone attualmente positive, 34.899 (+30) morti, 192.815 (+574) guariti, per un totale di 241.956 (+138) casi totali, il bilancio odierno relativo all’epidemia di Coronavirus in Italia emerso dal consueto bollettino diffuso dal ministero della Sanità. Dei 14.242 attualmente positivi, 940 (-6) sono ricoverati con sintomi, 70 (-2) necessitano di cure nei reparti di terapia intensiva, mentre 13.232 (-459) sono in isolamento domiciliare. I tamponi effettuati sono stati 43.219. Qui il bollettino 

Ore 16.45 – Alzano Lombardo, Gallera: “A dicembre-gennaio no anomalie polmoniti” – A dicembre 2019 e gennaio del 2020 “non sono rilevabili anomalie apprezzabili dai flussi informativi delle prestazioni sanitarie (ricoveri e specialistica ambulatoriale) oggetto di analisi, né complessivamente nella Regione, né nel territorio della provincia di Bergamo”. Così l’assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera, ha risposto in Consiglio regionale a un’interrogazione sulle procedure seguite nell’ospedale di Alzano Lombardo (Bergamo) durante l’emergenza Covid-19. I ricoveri per tutti i tipi di polmonite in Lombardia, a dicembre del 2018, erano stati 4.903, contro i 4.754 del 2019; mentre a gennaio 2019 erano 6.435 contro i 5.459 del 2020. Una prima inversione di tendenza si registra a febbraio.

Ore 16.25 – Arcuri commissario anche ripartenza scuole in sicurezza – Sarà il commissario all’emergenza Domenico Arcuri a occuparsi della fornitura di gel, mascherine e “ogni necessario bene strumentale, compresi gli arredi scolastici, utile a garantire l’ordinato avvio dell’anno scolastico 2020-2021, nonché a contenere e contrastare l’eventuale emergenza nelle istituzioni scolastiche statali”. Lo prevede una norma contenuta nella bozza del decreto Semplificazioni che dovrebbe essere confermata nel testo finale. Il commissario potrà provvedere “nel limite delle risorse assegnate allo scopo con Delibera del Consiglio dei Ministri a valere sul Fondo emergenze nazionali” e può procedere subito all’affidamento di contratti, senza aspettare il trasferimento dei fondi alla contabilità speciale.

Ore 15,30 – Oristano è Covid free: ultimo paziente è negativo – Il comune di Oristano è da oggi Covid free. Lo ha comunicato il sindaco Andrea Lutzu nel riferire che anche l’ultimo paziente è risultato negativo al secondo tampone.

Ore 13,00 – Dl Semplificazioni, Conte: “Via libera a 130 opere strategiche” – “Oggi è una giornata importante. Nella settimana di confronto agli Stati generali è stato corale l’appello a far correre il Paese. Questa riforma è un trampolino di lancio di cui l’Italia ha bisogno per il rilancio del Paese”: lo ha dichiarato il premier Giuseppe Conte nel corso della conferenza stampa di presentazione del Dl Semplificazioni. “Ieri in Consiglio dei ministri – ha aggiunto il presidente del Consiglio – abbiamo approvato l’elenco di 130 opere strategiche Italia veloce individuate specificamente dal Mit, a queste aggiungiamo quelle per Cortina e quelle di competenza di altri ministeri, sanità, carceri, polizia”. Il premier ha poi aggiunto: “Avremo degli appalti più semplici e veloci, ci sarà l’affidamento diretto”. Leggi la notizia completa.

“Gli appalti saranno più veloci – ha spiegato Conte – niente gara sotto i 150 mila euro, la soglia per l’affidamento diretto passa da 40 mila a 150: da oggi le Pubbliche amministrazioni saranno in grado di far partire le opere. Fino a 5 milioni non ci sarà il bando e la gara sarà negoziata. E ancora sopra i 5 milioni la regola resta la gara ma con un’abbreviazione dei termini salvo ci sia causale Covid e in questo caso si procede con la procedura negoziata e gli inviti”.

Ore 12,00 – Speranza: “Sospesi i voli dal Bangladesh” – Il ministro della Salute Roberto Speranza ha ordinato la sospensione dei voli in arrivo dal Bangladesh a seguito del numero significativo di positivi al Covid-19 riscontrati sull’ultimo volo arrivato ieri a Roma. In accordo con il ministro degli Esteri Luigi Di Maio è stata disposta una sospensione per una settimana durante la quale si lavorerà a nuove misure cautelative per gli arrivi extra Schengen ed extra Ue. “Ho appena disposto la sospensione dei voli in arrivo dal Bangladesh a seguito del numero significativo di casi positivi al Covid-19 riscontrati sull’ultimo aereo arrivato ieri a Roma – ha scritto Speranza sul suo profilo Facebook – La quarantena per chi viene da Paesi extra UE ed extra Schengen è già prevista ed è confermata. Ma dopo tutti i sacrifici fatti non possiamo permetterci di importare contagi dall’estero. Meglio continuare a seguire la linea della massima prudenza”.

Ore 11,40 – Il bollettino dello Spallanzani – “In questo momento sono ricoverati presso il nostro istituto 83 pazienti. Di questi, 41 sono positivi al tampone per la ricerca Sars-Cov2 e 42 sono sottoposti a indagini”. È quanto si legge nel consueto bollettino quotidiano diffuso dall’ospedale Spallanzani di Roma. Il nosocomio romano, inoltre, precisa che “4 pazienti necessitano di terapia intensiva” e che “i pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture sono a questa mattina 508”.

Ore 10,30 – Lazio: altri 6 positivi in aereo da Dacca, la Regione: “Stop voli” – Nel volo speciale Dacca-Roma, autorizzato da Enav, “già 6 tamponi positivi ai test effettuati ieri, che si completeranno durante la mattinata di oggi. Alcuni passeggeri avevano anche alterazione della temperatura”. Lo rende noto l’unità di crisi della regione Lazio, precisando che “si chiede la sospensione dei voli da Dacca in quanto non garantiscono i livelli di sicurezza”. In totale, infatti, sono 21 i passeggeri provenienti dal Bangladesh risultati positivi al Covid-19.

Ore 8,30 – Ue: profonda contrazione Italia – L’epidemia di Covid-19 e le relative misure di contenimento hanno spinto l’economia italiana in una “profonda contrazione”, le “misure rigorose imposte dal governo italiano a marzo” potrebbero portare a una ulteriore frenata nella seconda metà dell’anno. È quanto emerge dalle previsioni economiche della Commissione europea.

Ore 06.30 – Focolaio in Irpinia: 11 casi. Negativi i colleghi del paziente 0 – C’è preoccupazione in Campania per il focolaio che si è acceso in Irpinia. Nelle ultime 24 ore sono venuti fuori 10 nuovi casi, che portano a 11 il totale. Il focolaio si è originato nel Comune di Serino e nelle città limitrofe. Un 69enne di origine venezuelana, residente a Santa Lucia di Serino, è ricoverato all’ospedale Moscati di Avellino in gravi condizioni, intubato. Cinque suoi parenti sono risultati positivi. Fortunatamente, però, sono tutti negativi i tamponi dei 59 colleghi del resort in cui lavora il 69enne. Altri tamponi, di cui si attende ancora l’esito, sono stati effettuati sia a Santa Lucia di Serino che nel Comune di Moschiano. La Asl di Avellino ha comunicato che “resta alta l’attenzione al fine di contenere l’infezione da Covid-19, pertanto è stato disposta la sorveglianza sanitaria e l’ampliamento dell’effettuazione dei tamponi anche a tutti i potenziali contatti, anche non diretti, dei casi risultati positivi”.

CORONAVIRUS ITALIA – COSA È SUCCESSO IERI

Zaia: “In Veneto situazione assolutamente tranquilla” – “Noi assieme ai cittadini abbiamo fatto un ottimo lavoro in questi mesi e i risultati ci sono, abbiamo una situazione assolutamente tranquilla. Il fatto che si passi da una situazione con Rt da 0,43 a 1,62 è un fatto anche di logica matematica, che ha poco e cresce di qualcosa fa balzare il dato, quindi questo non mi preoccupa. La vera preoccupazione che abbiamo noi veneti, che ci consideriamo sostanzialmente in una situazione assolutamente tranquilla, sono i virus importati”.

Assembramenti, chiuso stabilimento balneare vicino Roma – Nel corso dei servizi straordinari di controllo del territorio, il Commissariato di Polizia di Fiumicino ha proceduto alla chiusura immediata e per 5 giorni di uno stabilimento balneare sul lungomare di Maccarese, per “palese violazione delle misure sul distanziamento sociale”. Il provvedimento si è reso necessario perché l’elevato numero di persone, che “stipate ai tavoli consumavano alimenti e bevande ed ascoltavano musica, non ha permesso, rispetto allo spazio disponibile, di ripristinare le idonee distanze. Inoltre, gli avventori, mentre per la ressa si spostavano a fatica all’interno del locale, non utilizzavano sistemi di protezione”. Lo stesso esercizio commerciale, per analoghi motivi, era stato già chiuso nei giorni scorsi.

Speranza: “Tamponi per arrivi da Paesi extra Schengen” – “I tamponi all’arrivo dai Paesi extra Schengen sono una misura ulteriore, ma non sostitutiva della quarantena”. Lo ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza arrivando alla Catalent di Anagni. “E’ giusto fare tutto il possibile per aumentare i controlli su chi arriva da Paesi con circolazione del Covid-19 sostenuta – ha aggiunto – per questo l’ordinanza che ho firmato il 30 giugno prevede l’isolamento per 14 giorni e la sorveglianza sanitaria per chi proviene da tutti i Paesi extra Schengen”.

Il bollettino della protezione civile – È di 14.709 (+67) persone attualmente positive, 34.869 (+8) morti, 192.241 (+133) guariti, per un totale di 241.819 (+208) casi totali, il bilancio odierno relativo all’epidemia di Coronavirus in Italia emerso dal consueto bollettino diffuso dal ministero della Sanità. Dei 14.709 attualmente positivi, 946 (+1) sono ricoverati con sintomi, 74 (-2) necessitano di cure nei reparti di terapia intensiva, mentre 13.691 (+68) sono in isolamento domiciliare. I tamponi effettuati sono stati 22.166. Qui il bollettino 

Leggi anche:

1. Aeroporto di Crotone, i cittadini a TPI: “Siamo isolati e il governo non mantiene le promesse” / 2. Test sierologici, i kit scelti dal governo non rilevano gli anticorpi che bloccano il virus e stanno per scadere / 3. Conte guida sfrenato e Di Maio ha paura di andare a sbattere

4. Coronavirus, nuova gaffe dell’assessore lombardo Giulio Gallera: “Se avesse avuto il 37,5 per cento di febbre…” | VIDEO / 5. Beppe Sala a TPI: “Se tornassi indietro, parlerei di meno. Non so se mi ricandido a sindaco di Milano” / 6. Meloni a TPI: “Mentre gli italiani muoioni di fame, il governo pensa a regolarizzare i clandestini”

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI

22
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.