Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 09:26
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Meloni a TPI: “Mentre gli italiani muoioni di fame, il governo pensa a regolarizzare i clandestini”

“Ci sono centinaia di migliaia di italiani che stanno ancora aspettando la cassa integrazione da marzo. Questo governo ha appena stanziato 30 milioni di euro per velocizzare le pratiche di regolarizzazione dei immigrati. Se la cassa integrazione agli italiani non arriva, non interessa niente a nessuno, possono pure morire di fame, ma se gli immigrati devono essere regolarizzati ci mettiamo i soldi per nuove assunzioni per regolarizzarli velocemente”. Così parla a TPI la laeder di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni, a margine della manifestazione indetta dal centro-destra a Roma “Insieme per l’Italia del lavoro”.

“Chiunque abbia letto la norma sulla sanatoria sa che quella non è una sanatoria per colf e badati, ma una norma per tutti i clandestini sbarcati in Italia, perché così è scritta. Bisogna assumersene la responsabilità, se la Bellanova vuole regolarizzare 600mila clandestini lo faccia, ma deve avere il coraggio di dirlo. Se fa finta di fare un’altra cosa, vuol dire che sta facendo una cosa vergognosa”, prosegue Meloni.

“Ci vorrà tempo, quella sanatoria per come è scritta non serve a far lavorare la gente nei campi agricoli, tra l’altro umiliando immigranti regolari che ogni anno vengono qui a fare la raccolta, che ci mantengono le famiglie e che rispettano le regole di questa nazione e che per averlo fatto perderanno il posto di lavoro. Quel posto di lavoro verrà occupato da chi le regole non le ha rispettate”, conclude la leader.

Questa mattina si è tenuta una nuova manifestazione del centrodestra contro il governo in piazza del Popolo, a Roma, dopo quella del 2 giugnoLega, Fratelli d’Italia e Forza Italia tornano insieme in piazza senza simboli di partito sotto lo slogan: “Insieme per l’Italia del lavoro“, per protestare contro l’operato dell’esecutivo guidato da Giuseppe Conte.

Leggi anche: 1. Centrodestra diviso su nuove maggioranze dopo l’apertura di Berlusconi. Lega: “La via maestra sono le elezioni” /2. Flop della manifestazione per “Berlusconi Senatore a Vita” a Milano: sono solo in 11 a protestare davanti al Tribunale

3. Flop Salvini a Terracina: per il leader della Lega pochissima gente | FOTO /4. Mondragone, contestato Salvini: il leader della Lega interrompe il discorso / 5. A Salvini è stato impedito di tenere un comizio? No, è lui che ha provocato i contestatori

Ti potrebbe interessare
Milano / Milano, Albertini si ritira: crescono le azioni di Lupi, ma crollano quelle di Salvini
Cronaca / Fedez, il direttore di Rai3: "Valutiamo una querela". Il rapper non arretra: "Ho i mezzi per difendermi"
Politica / Franco Di Mare in Vigilanza: "Da Fedez c'è stata manipolazione"
Ti potrebbe interessare
Milano / Milano, Albertini si ritira: crescono le azioni di Lupi, ma crollano quelle di Salvini
Cronaca / Fedez, il direttore di Rai3: "Valutiamo una querela". Il rapper non arretra: "Ho i mezzi per difendermi"
Politica / Franco Di Mare in Vigilanza: "Da Fedez c'è stata manipolazione"
Politica / Salvini difende Renzi: "Polemica inesistente, io ho visto decine di agenti segreti"
Politica / Il ritorno di Gallera: nominato presidente della Commissione bilancio
Opinioni / Caro Conte, anche tu hai tenuto i porti chiusi (di G. Cavalli)
Politica / Il ritorno dei giallorossi: Pd e M5S uniti contro la Lega sul Ddl Zan
Politica / Nomine Rai, Draghi pronto a intervenire se i partiti non sceglieranno figure all’altezza
Politica / Renzi: "Punti oscuri nella storia di Report"
Politica / Qui Radio Colle, Quirinale irritato coi partiti: la riforma della magistratura tocca a loro