Covid ultime 24h
casi +29.003
deceduti +822
tamponi +232.711
terapie intensive -2

Coronavirus in Italia, ultime notizie. Calano ancora i positivi (-1.513), superati gli 85mila guariti

Tutte le ultime news sul Covid-19 in Italia

Di Enrico Mingori
Pubblicato il 5 Mag. 2020 alle 06:45 Aggiornato il 5 Mag. 2020 alle 21:33
33

Coronavirus in Italia: le ultime notizie di oggi in tempo reale

CORONAVIRUS ITALIA ULTIME NOTIZIE – Secondo giorno di Fase 2 per l’Italia, da ormai oltre due mesi alle prese con l’emergenza Coronavirus. I numeri della pandemia nel nostro Paese sono in calo: gli attualmente positivi sono scesi sotto quota 100mila. L’ultimo bollettino della Protezione Civile, in particolare, registra 98.467 persone ammalate, a fronte di 29.315 morti e 85.231 guariti, per un totale di 213.013 casi accertati. Qui le ultime notizie sul Covid-19 nel mondo. Di seguito, invece, le ultime notizie sul Coronavirus in Italia di oggi, martedì 5 maggio 2020, aggiornate in tempo reale.

Ore 21,25 – Speranza: “Direzione giusta. Congiunti? Limitare contatti” – “Sicuramente procediamo nella direzione giusta, ma il cammino è lungo non senza problemi e non senza rischi. Dobbiamo insistere su prudenza e responsabilità. I congiunti? Dobbiamo limitare il più possibile i contatti. Ci appelliamo al buon senso delle persone. La battaglia non si vince con i posti di blocco ma se siamo tutti fino in fondo consapevoli che c’è un obiettivo comune. E mi sembra che gli italiani questa lezione l’abbiano capita fino in fondo”.

Ore 21,20 – Il ministro Speranza: “Ho chiesto oltre 3 miliardi per la sanità” – Il ministro  della Salute Roberto Speranza ha parlato ai microfoni di DiMartedì su La7: “Noi lavoriamo perché i numeri non crescano. Per questo siamo molto prudenti, usiamo molta gradualità, molte accortezze. Dobbiamo rafforzare il nostro sistema sanitario nazionale, penso che questo sia il punto essenziale. Ho chiesto nel prossimo decreto 3 miliardi per risorse fresche, per dare più forza al sistema sanitario nazionale. Rafforzare i servizi territoriali significa più tamponi, più visite a domicilio e inoltre più posti per sempre nelle nostre terapie intensive”.

Ore 19,35 – Sequestrate 250mila mascherine ad azienda Pivetti – Un nuovo sequestro di 250mila mascherine riconducibili alla Only Italia Logistics, società amministrata da Irene Pivetti, è stato effettuato dalla guardia di finanza di Savona in Lombardia. La procura di Savona sta indagando sulla società per i reati di ricettazione, frode nell’esercizio del commercio e vendita di cose con impronte contraffatte.

Ore 18,55 – Sicilia: 2180 persone rientrate in Sicilia – Sono 2.180 le persone rientrate finora in Sicilia dalle altre Regioni. Il dato è fornito dallo staff della presidenza della Regione. Il governatore Nello Musumeci ha chiesto il raddoppio delle corse aeree da e per la Sicilia e l’aumento di quelle navali sullo Stretto di Messina.

Ore 18,00 – Il bollettino della Protezione Civile – È di 98.467 (-1.513) persone attualmente positive, 29.315 (+236) decessi e 85.231 (+2.352) guariti, per un totale di 213.013 (+1.075) casi, l’ultimo bilancio dell’epidemia di Coronavirus in Italia, fornito nel consueto bollettino diramato dalla Protezione Civile. Dei 98.467 attualmente positivi, 16.270 (-553) sono ricoverati con sintomi, 1.427 (-52) sono ricoverati nei reparti di terapia intensiva, mentre 80.770 (-908) si trovano in isolamento domiciliare. Continua a scendere il numero degli attuali positivi che oggi segna un forte decremento: -1.513 rispetto alla giornata di ieri in cui era stato registrato un -199 rispetto alla giornata precedente. Torna a salire il numero dei guariti (oggi 2.352, ieri erano stati 1.225) e purtroppo anche quello dei morti, che oggi sono 236 rispetto ai 195 di ieri e ai 174 dell’altro ieri. Si conferma, dato ormai consolidato da settimane, anche la diminuzione dei ricoverati con sintomi (-553 oggi, -419 ieri) e dei ricoverati nei reparti di terapia intensiva (oggi -52, ieri erano stati -22). Cospicuo calo anche di coloro che si trovano in isolamento domiciliare con un decremento rispetto alla giornata di ieri di 908 persone. Per quanto riguarda i tamponi, invece, oggi sono stati effettuati 55.263 test a fronte dei 37.631 tamponi realizzati ieri e dei 44.935 dell’altro ieri. Il bollettino della Protezione Civile.

coronavirus italia

Ore 16,30 – Lombardia: test sierologici e tamponi a domicilio in 24 ore – Tracciamento e sorveglianza sanitaria: così la Regione Lombardia intende affrontare le prossime settimane, tenendo d’occhio l’andamento dell’epidemia di Coronavirus. L’idea dell’assessorato alla Sanità, che dovrebbe concretizzarsi nelle prossime ore attraverso una delibera, è quello di regolamentare i test seriologici, concedendo anche ai privati la possibilità di eseguirli, e isolare immediatamente i casi sospetti di Covid-19 effettuando tamponi a domicilio in massimo 48 ore. (Leggi la notizia completa).

Ore 15,20 – “In Lombardia l’indice di contagio R0 è inferiore alla media nazionale” – Secondo quanto dichiarato dal vicepresidente regionale Fabrizio Sala a SkyTg24, al momento “l’indice R0 della Lombardia è di 0,75 mentre in tutta Italia il tasso è 0,8. Quindi in Lombardia ogni persona contagia 0,75 persone, non più di una”. Sala ha poi aggiunto che “è importante rimanere sotto l’uno e questo è il compito di tutti noi e di tutti i cittadini”.

Ore 14,00 – Zaia: “Svezia modello? Noi abbiamo curato anche 90enni” – “A me risulta che in Svezia ad una certa età non ti presenti nemmeno in ospedale. Se questo è un buon modello di sanità… A voi risulta che noi applichiamo questo modello? Noi abbiamo dimesso ultra 90enni dalle terapie intensive, pensate a cosa sarebbe accaduto se queste persone avessero avuto la sfortuna di essere nati in un paese diverso”. Così il governatore del Veneto Luca Zaia rispondendo alle domande dei giornalisti nel corso del consueto punto stampa.

Ore 13,30 – I dati del Viminale sui controlli effettuati ieri, primo giorno di Fase 2 – Ieri, prima giornata della Fase 2, sono stati controllati dalle forze di polizia 258.170 persone e 100.816 attività ed esercizi commerciali. Secondo i dati del Viminale, le persone sanzionate sono state 3.691, quelle denunciate per false dichiarazioni o attestazioni 98, quelle denunciate per violazione del divieto di allontanamento per motivi di quarantena 11. Sul totale degli esercizi commerciali controllati, sono state 96 le sanzioni ai titolari e 23 i provvedimenti di chiusura. Nella fase 1, dall’11 marzo 2020, sono state eseguite oltre 17 milioni di verifiche: 12.360.197 su persone e 4.798.015 su attività/esercizi commerciali.

Ore 11,55 – Conte apre alle Regioni sulle riaperture il 18 maggio – Il premier Giuseppe Conte ha rilasciato un’intervista ad Affari italiani, nella quale ha parlato delle prime impressioni rispetto alla Fase 2 del Coronavirus e delle prossime mosse dell’esecutivo. “I cittadini – ha detto – hanno mostrato un grande senso di responsabilità: nella loro reazione ho colto grande voglia di ripartire, ma anche consapevolezza che bisogna farlo nel rispetto delle regole. Gli spostamenti sui mezzi pubblici e il ritorno al lavoro di milioni di persone si stanno svolgendo senza eccessivi disagi”. Spazio poi al tema delle riaperture anticipate, tanto volute da alcune Regioni italiane: “Sino al 17 maggio – ha spiegato Conte – saranno in vigore le misure dell’ultimo Dpcm, le Regioni ogni giorno ci forniranno i dati aggiornati e sono fiducioso che con il rispetto delle regole la curva epidemiologica potrà ulteriormente rallentare in alcuni territori. Non ignoro le richieste di alcune Regioni e di particolari categoria di anticipare l’apertura delle rispettive attività. Siamo al lavoro anche per questo, ma avendo sempre come prioritario l’interesse generale della tutela della salute di tutti i cittadini”.

Ore 10,10 – De Micheli: “Incentivi fino a 500 euro per le bici” – La ministra dei Trasporti, Paola De Micheli, ha commentato stamattina il primo giorno di Fase 2 in Italia, con gli italiani che hanno dimostrato di tenere un comportamento responsabile. “La prima cosa che mi viene da dire – ha dichiarato a Repubblica – è chapeau per la grande autodisciplina dimostrata dalle persone. Tutti rispettano le indicazioni, siedono dove è segnato, mantengono il distanziamento e se vedono che il bus è pieno non salgono. Sono rimasta davvero impressionata. È poi da sottolineare la notevole capacità di organizzazione delle aziende”. Poi, la ministra dei Trasporti ha lanciato una nuova idea per la mobilità sostenibile: incentivare l’uso della bicicletta con un bonus fino a 500 euro.

Ore 09,15 – Fase 2, possibile qualche riapertura anticipata – L’attenzione del governo e dei cittadini è concentrata adesso su quattro fasce di lavoratori, che ancora non hanno ripreso perché la loro occupazione è considerata più a rischio contagio rispetto a quelle che hanno riaperto dal 4 maggio: parrucchieri, centri estetici, palestre e piscine. Il governo ha indicato nel 1 giugno la data della loro riapertura, ma in alcune Regioni – quelle con l’indice R0 più basso – si punta ad anticipare. Pur rispettando la tutela dei cittadini (Qui tutti i dettagli).

Ore 08,00 – Fase 2, come è andato il primo giorno di controlli – In attesa dei dati ufficiali del Viminale, ciò che emerge dalla giornata di ieri è che in generale i cittadini hanno tenuto un comportamento responsabile. Il ministero dell’Interno aveva chiarito l’assoluta necessità di mostrare comprensione verso gli italiani e anche ai posti di blocco è andata così: i controlli infatti hanno comportato poche multe. Mano più ferma, invece, sugli assembramenti di persone: sarà qui che si giocherà la vera sfida della Fase 2 per non ripiombare nell’incubo del contagio (Qui tutti i dettagli).

Ore 07,00 – Conte sente Bonafede e gli esprime piena fiducia – Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, secondo quanto si apprende da fonti di governo, ha sentito oggi al telefono il Guardasigilli Alfonso Bonafede per rinnovargli la fiducia e ribadirgli il pieno appoggio nel suo operato. Il colloquio telefonico e’ avvenuto dopo le accuse rivolte ieri al responsabile di via Arenula da parte del magistrato Di Matteo.

CORONAVIRUS IN ITALIA: COSA È SUCCESSO IERI

Conte: “Voglio più donne nelle task force” – Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, chiede che vengano coinvolte più donne nella task force guidata da Vittorio Colao. “Ho molto apprezzato le parole del gruppo di senatrici che oggi dalle pagine di un quotidiano hanno rivendicato un maggior protagonismo delle donne nelle commissioni tecniche nate per supportare il Governo nella difficile gestione della crisi da Covid-19. Oggi stesso chiamerò Vittorio Colao per comunicargli l’intenzione di integrare il comitato di esperti che dirige attraverso il coinvolgimento di donne le cui professionalità – sono certo – saranno di decisivo aiuto al Paese”, si legge in una dichiarazione ufficiale del premier. “Allo stesso modo, nelle prossime ore chiederò al capo della Protezione civile, Angelo Borrelli, di integrare il Comitato tecnico-scientifico con un’adeguata presenza femminile. Analogo invito rivolgo anche a tutti i ministri affinché tengano conto dell’equilibrio di genere nella formazione delle rispettive task force e gruppi di lavoro”.

Il bollettino della Protezione Civile del 4 maggio – Secondo il bollettino della Protezione Civile diffuso ieri, 4 maggio, in Italia si registrano 99.980 persone positive al Coronavirus (-199 rispetto al giorno precedente), 29.079 decessi (+195) e 82.879 guarigioni (+1.225), per un totale di 211.938 casi accertati (+1.221). I pazienti ricoverati in ospedale con sintomi sono 16.823 (-419) e i ricoverati in terapia intensiva sono 1.479 (-22), mentre 81.678 persone si trovano in isolamento domiciliare (+242). Qui il bollettino completo.

coronavirus bollettino oggi

L’Istat: raddoppiata la mortalità rispetto al 2019 – Oltre ai morti ufficiali per Covid, secondo l’Istat nel periodo che va dal 20 febbraio al 31 marzo sono stati registrati 11.600 morti in più che potrebbero essere collegati al Coronavirus sia direttamente che indirettamente. Secondo l’ultimo report sulla mortalità in Italia, realizzato in collaborazione con l’Iss, i dati mostrano un aumento nazionale dei decessi (+49,4%) nel mese di marzo, evidenziando, però, situazioni molto diverse a seconda delle Regioni: se nella provincia di Bergamo i decessi sono aumentati del 568%, a Roma e provincia sono addirittura diminuiti del 9,4%. Ecco perché, secondo l’Istat, per “leggere correttamente” i dati sui casi positivi e i decessi per Coronavirus bisognerebbe parlare di “tre Italie” (Qui tutti i dettagli).

Primi test del vaccino italiano: “Anticorpi annientano il virus nelle cellule umane” – Buona notizia sulla ricerca di un vaccino contro il Coronavirus: funzionano gli anticorpi generati nei topi dal vaccino italiano dell’azienda Takis. In più il vaccino funziona anche su cellule umane. Si tratta del livello più avanzato finora raggiunto nella sperimentazione di un candidato vaccino nato in Italia, ma i test sull’uomo sono previsti comunque dopo l’estate. I test sono stati effettuati nei laboratori di Virologia dell’Istituto Spallanzani di Roma, un centro di eccellenza per la lotta al nuovo Coronavirus. Proprio qui si sta allestendo un’area che sarà specificatamente dedicata alla somministrazione del vaccino italiano a volontari sani. (Qui la notizia completa)

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

Leggi anche: 1. Il grido dei neolaureati in Medicina: “In Italia mancano i medici ma ogni anno lo Stato lascia 10mila di noi senza specializzazione” / 2. Cosa c’è davvero dietro il video-bufala del ballo sociale a Milano per “festeggiare la Fase 2” / 3. Ospedale di Padova: quella guerra tra direttore e specializzandi che non fa bene a nessuno /4. “Ho il Coronavirus da 83 giorni, ma secondo il test sierologico sono negativa”: la storia di Elena

33
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.