Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:10
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Coronavirus, isolati due super anticorpi in grado di bloccarlo: lo studio

Immagine di copertina

Coronavirus, isolati due super anticorpi in grado di bloccarlo: lo studio

Mentre prosegue la ricerca di un vaccino contro il Coronavirus, le analisi degli scienziati si concentrano anche sullo studio degli anticorpi prodotti da tutti i pazienti che hanno contratto il Covid-19 e poi sono guariti. Con l’obiettivo di riconoscerli, isolarli e poi ricrearli in laboratorio, per usarli come terapia sui malati. Uno studio recente, realizzato dall’università di Washington con la collaborazione dell’ospedale Sacco di Milano e dell’infettivologo Massimo Galli e pubblicato sulla rivista Science, ha reso nota la scoperta di due super anticorpi che, testati sui criceti, sono riusciti a neutralizzare il Coronavirus. Come? Bloccando la proteina spike che serve al Covid per legarsi alle cellule umane e il recettore Ace2, che lo permette.

Si tratta di una scoperta molto interessante, soprattutto se consideriamo che non è la prima volta che un anticorpo viene isolato perché particolarmente efficace contro il virus. Tuttavia, dal momento che gli anticorpi non sono tutti uguali e qualcuno è più forte degli altri, i due super anticorpi di cui parla l’articolo su Science sono “assai promettenti per sviluppi futuri nella cura di Covid-19”, citando le parole dello stesso Galli. I due anticorpi sono stati denominati S2E12 e S2M11. Oltre a neutralizzare il virus, gli anticorpi sembrano favorire anche la reazione di specifiche cellule immunitarie che combattono le infezioni, aiutandole a eliminare il nemico. “Pensiamo che sfruttare meccanismi d’azione multipli, diversi e complementari permetta di avere più benefici nelle applicazioni cliniche”, scrivono gli autori dello studio. “I nostri risultati aprono la strada al perfezionamento di cocktail di anticorpi per la profilassi o la terapia che potrebbero presentare il vantaggio di evitare o limitare la comparsa di virus mutanti capaci di sfuggire alle difese dell’ospite”.

Per trovarli, i ricercatori hanno analizzato quasi 800 anticorpi isolati da 12 pazienti guariti dal Coronavirus. Rispetto al vaccino, la cura con gli anticorpi ha dalla sua parte la velocità: sarebbe infatti efficace subito, mentre la risposta immunitaria stimolata dal vaccino richiederebbe uno o due mesi e probabilmente avrebbe bisogno di un richiamo dopo la prima dose. Inoltre, venendo somministrati solo a chi è positivo e non a tutta la popolazione in generale, a livello di produzione servirebbero meno dosi. La cura con gli anticorpi, tuttavia, ha un costo ben più alto: si parla di qualche migliaia di euro.

Leggi anche: 1. Pregliasco a TPI: “Vaccinare contro l’influenza i bambini può ridurre la mortalità negli adulti” / 2. Così il Covid-19 ha ridotto il fenomeno della “migrazione sanitaria” verso la Lombardia / 3. Coronavirus, positivi i due senatori M5S Mollame e Croatti. Tamponi per tutto il gruppo

4. Francia: due premi Nobel propongono un lockdown dall’1 al 20 dicembre per salvare Natale e anziani / 5. Coronavirus, le mascherine funzionano come il vaccino: riducono la carica virale, ecco perché tanti asintomatici / 6. Coronavirus, Ricciardi: “Tra 2 settimane mi aspetto peggioramento. Due regioni a rischio”

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO
CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 7.975 casi e 65 morti: tasso di positività al 2,9%
Cronaca / Trasporti pubblici gratis per combattere l’inquinamento: l’esperimento al via a Genova
Cronaca / Giulia Talia, la prima aspirante Miss Italia dichiaratamente lesbica: “Spero di essere d’aiuto ad altri”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 7.975 casi e 65 morti: tasso di positività al 2,9%
Cronaca / Trasporti pubblici gratis per combattere l’inquinamento: l’esperimento al via a Genova
Cronaca / Giulia Talia, la prima aspirante Miss Italia dichiaratamente lesbica: “Spero di essere d’aiuto ad altri”
Cronaca / Il governo usa il Covid come scusa per respingere e rimpatriare i migranti
Cronaca / Giornalista molestata, il conduttore si difende: “Non volevo minimizzare”. Identificato il tifoso
Cronaca / Variante Omicron, l’Oms: “Rischio elevato, possibili gravi conseguenze”
Cronaca / Cosa sappiamo (e cosa non sappiamo) di Omicron, la variante con 32 mutazioni
Cronaca / Pedopornografia, abusavano delle figlie e scambiavano foto in chat: 5 arrestati
Cronaca / Variante Omicron, riunione emergenza G7. Von der Leyen: “Corsa contro il tempo”
Cronaca / Covid, oggi 12.932 casi e 47 morti: il bollettino del 28 novembre 2021