Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:20
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

A Brescia isolato ceppo meno potente del Coronavirus. Il virologo: “Qualcosa sta succedendo, virus meno aggressivo”

Immagine di copertina

La scoperta è stata fatta nel laboratorio di Microbiologia dell’Asst Spedali Civili diretto dal virologo Arnaldo Caruso

Coronavirus, a Brescia isolato ceppo meno potente del virus

Da Brescia potrebbe arrivare la prima prova scientifica che dimostrerebbe la perdita di aggressività del Coronavirus: nel laboratorio di Microbiologia dell’Asst Spedali Civili, infatti, è stato isolato un ceppo del virus meno potente di quello conosciuto finora. Ad anticipare i dettagli di quella che diverrà presto una pubblicazione scientifica è il direttore del laboratorio di Brescia, il presidente della Società italiana di virologia (Siv-Isv) Arnaldo Caruso. In un’intervista all’Adnkronos, infatti, Caruso conferma che una variante del Covid-19 “estremamente meno potente” è stata isolata nel laboratorio da lui diretto. “Mentre i ceppi virali che siamo stati abituati a vedere in questi mesi, che abbiamo isolato e sequenziato, sono bombe biologiche capaci di sterminare le cellule bersaglio in 2-3 giorni, questo per iniziare ad attaccarle ha bisogno minimo di 6 giorni”, ovvero il doppio del tempo.

La gaffe di Albano: “L’uomo ha distrutto i dinosauri, figuriamoci se non distruggerà un piccolo virus”

Secondo Caruso questo dimostrerebbe quello che già da qualche giorno gli esperti stanno rilevando, ovvero una perdita di aggressività del Coronavirus: “È tanto vero che sta perdendo forza che ogni giorno vediamo tamponi naso-faringei positivi non più in modo forte, bensì debole”. La prova molecolare di “infezioni molto leggere, quasi inapparenti. Si vede il virus in dosi molto, molto ridotte”. Caruso poi racconta come si è arrivati a questa scoperta: “È successo che mentre ultimamente arrivano tutti questi tamponi con bassa carica virale, ce ne è capitato uno con carica molto alta e la cosa ci ha stupito”. Una sorpresa ancora più grande considerando che “questo soggetto era completamente asintomatico. Siamo dunque andati a isolarne il virus, scoprendo che in coltura era estremamente più debole dei precedenti”.

Gli scienziati, dunque, hanno messo a contatto in vitro la variante del virus con cellule buone da aggredire scoprendo che il virus “non riusciva nemmeno a ucciderle tutte”. Anzi solo “per cominciare ad attaccarle necessitava di almeno 6 giorni” contro le 48-72 ore sufficienti ai classici ceppi per “divorare” le cellule a disposizione. Il virologo ci tiene a sottolineare che non è detto che questa variante del Covid-19 stia effettivamente circolando, ma si dice anche ottimista per il futuro, augurandosi che possa essere questa l’evoluzione naturale del virus. “Non sappiamo ancora se e quanto circoli questa variante, né se sia geneticamente diversa dalle altre. Possiamo però dire che qualcosa sta succedendo. Queste varianti virali più attenuate potrebbero essere la base di una futura evoluzione del Covid-19 in senso positivo”.

Leggi anche: 1. Clementi a TPI: “Il virus non è più aggressivo, è un dato di fatto. Ma certi altri virologi ragionano con gli algoritmi” / L’ottimismo del virologo Arnaldo Caruso: “Coronavirus meno aggressivo, presto le mascherine e il distanziamento sociale non serviranno più” / 3. Coronavirus, il direttore sanitario dello Spallanzani: “Sintomi più lievi, probabile riduzione della virulenza”

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Genova, ustiona il cognato con l’acqua bollente: “È stato maleducato, ha lavato i piatti”
Cronaca / Vandali distruggono la statua di Jago a Roma, l’artista: “Fortuna che c’erano le telecamere” | VIDEO
Cronaca / “I giorni più duri della mia vita”: Alessia Piperno rivive il periodo di prigionia nel carcere di Evin
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Genova, ustiona il cognato con l’acqua bollente: “È stato maleducato, ha lavato i piatti”
Cronaca / Vandali distruggono la statua di Jago a Roma, l’artista: “Fortuna che c’erano le telecamere” | VIDEO
Cronaca / “I giorni più duri della mia vita”: Alessia Piperno rivive il periodo di prigionia nel carcere di Evin
Cronaca / Roma, aggressione in pieno centro: fingono un tamponamento, poi gli rubano l’orologio da 30mila euro
Cronaca / Marco Cappato di nuovo indagato per aiuto al suicidio: ha accompagnato in Svizzera un 82enne
Cronaca / La suocera di Soumahoro indagata anche per truffa aggravata e false fatturazioni
Cronaca / Ancona, camion si ribalta e schiaccia un’ambulanza: morti autista e paziente
Cronaca / “Intervenite sugli alvei o avremo un’alluvione”: le denunce inascoltate dell’ex sindaco di Casamicciola
Cronaca / Macerata: uccide la madre a colpi di forbici, poi tenta di darle fuoco
Cronaca / Novellara, recuperato il corpo di Saman Abbas. I resti esumati saranno analizzati a Milano