Covid ultime 24h
casi +26.323
deceduti +686
tamponi +225.940
terapie intensive -20

70 auto di medici e infermieri distrutte all’ospedale di Rimini: “Vogliono punire i sanitari per l’emergenza Covid”

Di Marta Vigneri
Pubblicato il 27 Ott. 2020 alle 13:38 Aggiornato il 27 Ott. 2020 alle 14:29
1.1k
Immagine di copertina

Rimini, vandali distruggono auto di medici e infermieri: “Attacco mirato”

Più di 70 auto appartenenti a sanitari sono state danneggiate e vandalizzate nella notte tra il 24 e il 25 ottobre nel parcheggio dell’ospedale Infermi di Rimini. Le vetture erano di proprietà di medici, infermieri, paramedici e operatori socio sanitari che stavano svolgendo il turno notturno e che al mattino hanno ritrovato le proprie auto completamente distrutte. Secondo quanto riportato dal quotidiano locale il Resto del Carlino, nei tre parcheggi riservati ai dipendenti dell’Ausl c’erano vetri, finestrini, parabrezza spaccati e specchietti in frantumi, ma dalle auto non è stato portato via nulla. Il responsabile della sicurezza dei lavoratori dell’Ausl, Andrea Boccanera, ha spiegato al quotidiano che l’attacco era volto a colpire e punire gli operatori sanitari, ritenuti in parte responsabili dell’emergenza Covid-19. 

“Non è certo il lavoro di un ubriaco o di qualche teppistello, quello di questa notte è un attacco mirato contro i sanitari – ha commentato Boccanera – Accanto alle auto dei dipendenti dell’Ausl, a pochissimi metri, ce ne erano altre e non sono state toccate. Chi ha colpito, lo ha fatto scientificamente e mirava solo a danneggiare le vetture del personale sanitario”. L’aggressione ai sanitari sarebbe avvenuta perché, secondo alcuni, con i loro appelli a proteggersi dal virus con le mascherine e il distanziamento, medici e infermieri creano allarmismo. “Non si vandalizzano settanta auto e tutte di personale che lavora nella sanità pubblica, in ospedale. È un attacco mirato a noi. Da anni chiediamo che vengano installate delle telecamere per garantire una maggiore sicurezza, speriamo che stavolta, dopo questo episodio, di venire ascoltati anche dalla nostra direzione sanitaria” ha aggiunto l’uomo.

Leggi anche: 1. Campania, cosa sta succedendo nella zona rossa di Arzano 2. Esclusivo TPI: “Che me ne fotte, io gli facevo il tampone già usato e gli dicevo… è negativo guagliò”. La truffa dei test falsi che ha fatto circolare migliaia di positivi in Campania 3. Truffa tamponi falsi in Campania, Sileri a TPI: “Questi sciacalli vanno puniti per procurata epidemia” 4. Covid, il piano del Governo: lockdown o coprifuoco alle 21 se i contagi non calano in 7 giorni

5. In Italia servono medici specialisti, ma la graduatoria è bloccata: “Ritardo grava su ospedali” 6. Roma, Pronto Soccorso bloccati dal virus: “Qui la situazione è già esplosa. Chiuderemo gli ospedali, sarà tutto Covid” 7. Galli a TPI: “A Milano la situazione è sfuggita di mano. Coprifuoco? Ormai è tardi” 8. Guerriglia nelle città d’Italia contro le misure anti-Covid: bombe carta a Milano, negozi saccheggiati a Torino

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI

1.1k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.