Covid ultime 24h
casi +10.497
deceduti +603
tamponi +254.070
terapie intensive -57

Il carabiniere ucciso a Roma “non ha mai estratto la pistola”: le parole dell’americano Elder durante l’interrogatorio

Sono trapelati alcuni passaggi della deposizione dell'americano accusato di aver assassinato il vice brigadiere Rega

Di Niccolò Di Francesco
Pubblicato il 29 Lug. 2019 alle 16:56 Aggiornato il 29 Lug. 2019 alle 17:26
0
Immagine di copertina

Carabiniere ucciso a Roma: l’interrogatorio dell’americano Elder

Sono trapelati alcuni dei passaggi dell’interrogatorio all’americano Finnegan Lee Elder per il caso della morte di Mario Cerciello Rega, il carabiniere ucciso a Roma.

Le dichiarazioni dello statunitense sono citate nell’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip Chiara Gallo.

“Mentre mi teneva fermo non ha mai estratto la pistola” afferma Elder durante l’interrogatorio. Nel provvedimento di 14 pagine, inoltre, si legge che: “Elder ha ammesso di avere continuato a colpire la persona che lo aveva fermato sino a quando non aveva lasciato la presa sul suo corpo e che, quando aveva cominciato a colpire, l’uomo aveva urlato”-

Il gip, inoltre, esclude che Elder e il suo amico non abbiano “compreso che i due che tentavano di fermarlo fossero dei poliziotti”.

I colpi inferti, inoltre, “appaiono comunque del tutto incompatibili con i presupposti della legittima difesa – si legge ancora nell’ordinanza – posto che le coltellate al torace sono state sferrate contro un uomo disarmato, che evidentemente già dopo i primi colpi era in difficoltà, in assenza di una vera e propria aggressione e durante il compimento di un’azione delittuosa per la cui riuscita Elder si era premurato di presentarsi armato di coltello”.

Alcuni dei passaggi contenuti nell’ordinanza arrivano proprio nel giorno in cui, a Somma Vesuviana, si sono svolti i funerali del vice brigadiere Mario Cerciello Rega.

L’americano Elder ha confessato di essere l’autore materiale del delitto, tuttavia la vicenda presenta ancora molti punti oscuri, che andranno chiariti nelle prossime ore.

In particolare non è ancora del tutto chiaro il ruolo di Sergio Brugiatelli, l’uomo che avrebbe condotto i due americani dai pusher e a cui i due avrebbero successivamente rubato un borsello.

Chi sono i due responsabili dell’omicidio del vicebrigadiere Mario Rega Cerciello

Esclusivo TPI, intervista a Pietro Grasso: “Interrogai l’uomo che mi doveva far saltare in aria: gli dissi che lo Stato lo avrebbe protetto” (di Luca Telese)

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.