Carabiniere ucciso a Roma, la seconda telefonata tra Sergio Brugiatelli e il 112: “Vogliono 80-100 euro” | AUDIO

Di Donato De Sena
Pubblicato il 28 Lug. 2019 alle 17:30 Aggiornato il 28 Lug. 2019 alle 17:50
0
Immagine di copertina

Carabiniere ucciso a Roma, la seconda telefonata tra Sergio e 112: l’audio

Spunta un secondo importante audio di una telefonata nella ricostruzione della vicenda che ha portato alla morte di Mario Cerciello Rega, il carabiniere ucciso a Roma la notte tra il 25 e il 26 luglio nel corso di un’intervento dopo un furto e un tentativo di estorsione. Si tratta di una chiamata del 112 a Sergio Brugiatelli, il 47enne al quale i due studenti americani accusati di omicidio del miliare avevano rubato un borsello.

> Carabiniere ucciso a Roma, spunta una foto shock: l’americano bendato e ammanettato in caserma

In una prima telefonata al 112 Brugiatelli aveva dato informazioni sull’accaduto chiedendo l’intervento dei carabinieri. Nella seconda registrazione audio emerge una chiamata dei militari al 47enne per dare il via all’intervento di una pattuglia.

I carabinieri parlano con una persona che aveva prestato il telefonino a Sergio per la chiamata. Poi il cellulare passa a Brugiatelli. “Le hanno chiesto dei soldi in cambio? Queste persone sono lì con lei?”, chiedono i militari.

“No, sono scappati con la borsa”, spiega il 47enne. “E cosa le hanno detto?”, domandano ancora i carabinieri. “80 o 100 euro”, risponde Sergio parlando del ricatto subito. “Intanto le mando la pattuglia lì, poi lei parla direttamente con i colleghi”, fanno sapere infine gli uomini dell’Arma.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.