Coronavirus:
positivi 13.428
deceduti 34.938
guariti 194.273

Bambini strangolati a Lecco, l’ultimo messaggio del padre alla moglie: “Non li rivedrai più”

Di Carmelo Leo
Pubblicato il 27 Giu. 2020 alle 12:38 Aggiornato il 27 Giu. 2020 alle 18:47
215
Immagine di copertina

Bambini strangolati dal padre a Lecco, messaggio alla moglie: “Non li rivedrai”

“Non li rivedrai più”: è stato questo il messaggio che la madre dei due bambini gemelli di 12 anni strangolati stamattina a Lecco ha ricevuto dal padre dei suoi figli. L’uomo, Mario B. (di 45 anni), secondo i primi rilievi ha ucciso i piccoli nel sonno mentre si trovavano in vacanza nella casa di famiglia a Margno, un comune montano nel Lecchese, in un condominio vicino alla funivia montana che porta al Pian delle Betulle. Poi si è suicidato, gettandosi dal ponte di Cremia, un luogo che già in passato ha visto molte persone togliersi la vita. Ancora ignoti i motivi del gesto: pare però che l’uomo si stesse separando dalla moglie e quindi anche dai suoi figli.

Gli inquirenti hanno dunque acquisito il messaggio inviato dall’uomo alla moglie, visto che con ogni probabilità si tratta dell’ultima comunicazione prima del duplice omicidio, seguito dal suicidio. Secondo le prime indagini, è probabile che l’uomo abbia prima sedato i due gemellini, per poi soffocarli. E’ stato dopo quel messaggio (non è chiaro se sia stato un SMS o una mail) che la donna, che si trovava nella casa di residenza della famiglia a Gorgonzola, nel Milanese, ha allertato le forze dell’ordine. Sul posto, al momento, c’è il pm Andrea Figoni insieme al medico legale, indagano i carabinieri di Lecco.

L’ultimo post del padre che ha strangolato i due figli e si è suicidato: “Noi sempre insieme”

Le notizie di cronaca di TPI

215
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.