Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 21:36
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Firenze abolisce l’Iva sugli assorbenti nelle farmacie comunali: è il primo capoluogo italiano

Immagine di copertina

Firenze abolisce l’Iva sugli assorbenti, stop alla “Tampon Tax”

In Italia gli assorbenti sono considerati “beni di lusso“ e sono tassati con l’Iva al 22 per cento. Contro questa tassazione, ritenuta una vera e propria discriminazione economica nei confronti delle donne, sono state lanciate una serie di iniziative negli ultimi anni. Di fronte a questa realtà tutta italiana, Firenze diventa un esempio virtuoso: è il primo capoluogo che ha deciso di abolire l’Iva sugli assorbenti nelle 21 farmacie comunali fiorentine applicando uno sconto sul prodotto igienico. La battaglia contro la “Tampon Tax” è stata portata avanti dalla consigliera del Pd Laura Sparavigna. Altri comuni italiani hanno lanciato questa iniziativa per sensibilizzare il governo su un tema che incide in maniera significativa sulle tasche delle donne italiane.  Nell’arco di una vita, una cittadina può spendere fino a 3mila euro per gli assorbenti. All’iniziativa sullo sconto degli assorbenti aveva aderito alcune settimane fa anche Glovo che ha “tolto l’Iva” agli assorbenti, ovvero ridotto il prezzo del 20%.

Firenze sarà il primo capoluogo di regione italiano a sostenere la causa, scegliendo di abolire la tampon tax nelle farmacie comunali. Dopo la votazione all’unanimità in Consiglio comunale, primo in Italia, a favore della mozione “Stop tampon tax, il ciclo non è un lusso – spiega Sparavigna, proponente dell’atto – oggi il Comune si schiera nuovamente a sostegno dell’equità sociale ed economica”.

“In Italia l’Iva sugli assorbenti è al 22% – continua Sparavigna – cioè la tassazione prevista per tutti i prodotti rientranti nella categoria dei beni non di prima necessità come per i tablet, i profumi, le sigarette. Persino al tartufo è toccata una sorte migliore, ritenuto bene essenziale, ha l’Iva al 4%”.

“Abbiamo seguito l’iter della mozione votata dal Consiglio comunale in Palazzo Vecchio e abbiamo deciso di abolire l’Iva sugli assorbenti fino al 31 marzo 2022. Poi – commenta Maria Vannuzzi, direttrice retail AFAM Spa – attendiamo una legge nazionale. Con questa scelta le farmacie comunali di Firenze confermano il loro impegno sul territorio”. E nel frattempo sulla questione della Tampon Tax il governo tace.

assorbenti iva

Tampon tax, la situazione nel mondo
Secondo i dati raccolti da WeWorld, organizzazione italiana indipendente impegnata da 50 anni a garantire i diritti di donne e bambini in 27 Paesi, l’Italia è tra i pochi grandi Paesi occidentali a non essere intervenuto in maniera incisiva sulla questione del prezzo degli assorbenti e degli altri prodotti igienici femminili. A livello globale, democrazie come il Canada (2015), lo Stato di New York (2016), l’India (2018) e l’Australia (2019) hanno completamente abolito la tassazione su assorbenti, tamponi, coppette e spugne mestruali, altri Paesi europei sono intervenuti per ridurla, compatibilmente con la normativa Ue.

Il mercato degli assorbenti igienici in Italia vale circa 515 milioni di euro secondo i dati Nielsen, dunque – fa notare l’organizzazione – “l’intervento auspicato di riduzione dell’aliquota dal 22 per cento al 5 per cento necessiterebbe di una copertura di circa 72 milioni di euro, cifra ben al di sotto del tetto delle capacità di intervento del Parlamento sulla Legge di Bilancio”.

Leggi anche: 1. Nella Manovra del popolo gli assorbenti sono un bene di lusso, il tartufo no; // 2. La Scozia garantisce assorbenti gratis, l’Italia invece li considera ancora beni di lusso: “Stop alla tampon tax”;

Ti potrebbe interessare
Cronaca / L'orditoio gemello di quello che ha ucciso Luana era stato manomesso
Cronaca / Jesolo, sesso in spiaggia per una coppia di 20enni: scatta l’applauso dei passanti
Cronaca / 8.085 nuovi casi, 201 decessi: il bollettino
Ti potrebbe interessare
Cronaca / L'orditoio gemello di quello che ha ucciso Luana era stato manomesso
Cronaca / Jesolo, sesso in spiaggia per una coppia di 20enni: scatta l’applauso dei passanti
Cronaca / 8.085 nuovi casi, 201 decessi: il bollettino
Cronaca / Sallusti si è dimesso da direttore de Il Giornale
Cronaca / "Beve 7 litri al giorno ma è disidratata": come sta la ragazza vaccinata per sbaglio 4 volte
Cronaca / Ddl Zan, il consigliere regionale leghista chiede alla Madonna di fermare la legge
Cronaca / Muore in un incidente: l'assicurazione risarcisce sia la moglie che l'amante
Cronaca / Roma, ragazzo drogato e violentato da due amici
Cronaca / Calabria, il dramma dei 7mila tirocinanti precari della P.a.: “Noi, ignorati da politica e sindacati”
Cronaca / “Lei consenziente, doveva essere un gioco”: i verbali dell’interrogatorio di Ciro Grillo