Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:27
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

“Ritornerai?”, il murale ad Andria dedicato ai giovani che emigrano dal Sud

Immagine di copertina

“Ritornerai?”, il murale ad Andria dedicato ai giovani che emigrano dal Sud

“Ritornerai?” è il titolo interrogativo del murale realizzato ad Andria in viale Ovidio dall’artista Daniele Geniale che ha voluto dedicare l’intera parete di un edificio di periferia ai tanti giovani costretti ad emigrare dalla Puglia e dalle regioni del Sud per studiare e trovare lavoro lontano da casa. L’opera raffigura un ragazzo seduto sulla sua valigia, con uno zaino in spalla. È impegnato a scrivere al cellulare e sembra in attesa di qualcosa. È una scena che può capitare spesso di vedere vicino ai binari di un treno o alla fermata di un autobus e racconta la partenza di tutti quei ragazzi che devono andarsene al Nord o magari in un altro Paese

La figura disegnata si interrompe bruscamente all’altezza delle spalle e la testa non viene raffigurata, quasi a non voler dare un’identità troppo specifica al giovane rappresentato: “Non ho voluto dare un genere né sentimenti al racconto delle migrazioni dal Sud, volendo solo constatare che la gente migra”, ha affermato l’artista. L’opera è stata realizzata grazie al finanziamento della Regione Puglia.

Secondo l’ultimo rapporto Svimez (Associazione per lo sviluppo dell’industria nel Mezzogiorno), le persone emigrate dal Mezzogiorno sono state oltre 2 milioni nel periodo compreso tra il 2002 e il 2017, di cui 132.187 nel solo 2017. Dei 2 milioni di emigranti, 66.557 sono giovani (50,4 per cento, di cui il 33,0 per cento laureati, pari a 21.970). Il saldo migratorio interno, al netto dei rientri, è negativo per 852 mila unità. Nel solo 2017 sono andati via 132 mila persone con un saldo negativo di circa 70 mila unità. La ripresa dei flussi migratori rappresenta la vera emergenza meridionale, che negli ultimi anni si è via via allargata anche al resto del Paese.

I più bei murales del mondo sui baci
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Regione Lazio, via libera alla legge sui diritti delle persone con disabilità
Cronaca / Covid, oggi 22.438 casi e 114 morti: il bollettino del 25 maggio 2022
Cronaca / Chi dice “no” al lavoro h24: la storia dell’atleta paralimpica Martina Caironi
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Regione Lazio, via libera alla legge sui diritti delle persone con disabilità
Cronaca / Covid, oggi 22.438 casi e 114 morti: il bollettino del 25 maggio 2022
Cronaca / Chi dice “no” al lavoro h24: la storia dell’atleta paralimpica Martina Caironi
Cronaca / Gratteri a La7: “Minacce di morte? Ho paura ma cerco di addomesticarla. Se mi fermo, mi sento un vigliacco”
Cronaca / Ilaria Capua: “Mi fermo per un anno. Il Covid ha cambiato le priorità di tutti noi, anche personali”
Cronaca / Covid, oggi 29.875 casi e 95 morti: il bollettino del 24 maggio 2022
Cronaca / L’ex giudice Carnevale: “Falcone non era il più importante pm antimafia, esaltato oltre i suoi meriti”
Cronaca / Vaiolo delle scimmie, l’Ecdc: "Rischio che diventi endemico in Europa"
Cronaca / Roma, venditore di rose dà fuoco ai capelli di una ragazza: “Era deluso dalle poche vendite”
Cronaca / La giocatrice di basket difende il suo allenatore: “Non c’è stato nessuno schiaffo, avevo sbagliato un tiro”