Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Me

Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Diventare adulti in Kenya

La tribù kenyota dei Bukusu celebra ogni anno il rito della circoncisione che segna per i ragazzi il passaggio all'età adulta

Immagine di copertina

Il rito della circoncisione si celebra ogni anno nel mese di agosto tra diverse tribù del Kenya e segna il passaggio dei giovani all’età adulta.

I Bukusu sono una delle 17 tribù appartenenti alla comunità dei Luhya, fra le più popolose del Kenya. Si stima che siano oltre un milione e rappresentano il 17 per cento della popolazione Luhya.

Vivono perlopiù nella parte occidentale del Paese, sono di etnia Bantu e tra loro si chiamano BaBukusu. Parlano il dialetto Bukusu. Vivono soprattutto grazie all’agricoltura e, nonostante la modernizzazione della società kenyota, hanno mantenuto intatte gran parte delle proprie tradizioni.

Anche i Bukusu sono tra quelli che, ancora oggi, portano avanti la tradizione della circoncisione in Kenya. Il rito si tiene nel mese di agosto perché i ragazzi non vanno a scuola, per evitare che interferisca con la loro istruzione.

Il giorno prima della cerimonia, lo zio del ragazzo che sta per affrontare il rito sgozza una mucca, e offre un pezzo di carne al nipote: questo rappresenta il permesso a procedere con la circoncisione.

I ragazzi, che hanno meno di 16 anni, prima di essere circoncisi si bagnano in un fiume per rendere insensibili i loro corpi, in modo da non sentire il dolore e poter affrontare il rito senza batter ciglio.

Qui alcune immagini del rito