Me
HomeTecnologia

Facebook Pay, come funziona il nuovo sistema di pagamenti del social network in arrivo anche in Italia

Facebook ha lanciato un nuovo servizio, Pay: sarà possibile pagare direttamente dal social network, ma anche da Whatsapp, Messenger e Instagram. Ecco come

Di Carmelo Leo
Pubblicato il 14 Nov. 2019 alle 11:20 Aggiornato il 14 Nov. 2019 alle 11:22
Immagine di copertina

Facebook Pay, come funziona il nuovo sistema di pagamenti del social

Da adesso anche sulle app della galassia di Mark Zuckerberg sarà possibile effettuare pagamenti digitali: nasce infatti Facebook Pay, la nuova piattaforma che permette a tutti gli utenti di Facebook, Messenger, Instagram e Whatsapp di fare pagamenti in tutta comodità e sicurezza. E persino di inviare denaro ai propri contatti.

La società di Menlo Park, per il momento, ha lanciato Facebook Pay esclusivamente nel mercato statunitense e solo per Messenger e Facebook. Ma ben presto – anche se non è ancora stata fissata una data – sarà possibile fare pagamenti digitali anche tramite Instagram e Whatsapp. E poi anche nei Paesi al di fuori degli Stati Uniti, come l’Italia.

Come funziona il nuovo sistema

Ma come funziona Facebook Pay? Innanzitutto, quello che bisogna fare è scaricare l’app dallo store e configurarla. Non si tratterà infatti di una sezione apposita del social network, bensì di un’applicazione a parte. Una volta avviata, il borsellino dell’app permetterà all’utente di scegliere qual è il suo metodo di pagamento preferito.

Secondo quanto dichiarato dalla società di Mark Zuckerberg, su Facebook Pay sono supportate quasi tutte le principali carte di credito e di debito, come anche PayPal. E soprattutto, si tratta di un servizio che “si basa su infrastrutture finanziarie e su partnership già esistenti ed è separato dal portafoglio Calibra che si appoggerà al network Libra“. Non c’è nessuna correlazione, dunque, tra Facebook Pay e la nuova criptovaluta coniata dalla stessa società che sta in realtà incontrando parecchie difficoltà ad affermarsi.

Dopo la prima volta, non sarà più necessario inserire nuovamente i dati di pagamento. Dunque, sarà molto più veloce per l’utente pagare per un servizio all’interno della galassia di Menlo Park. Allo stesso tempo, l’app terrà una cronologia delle ultime transazioni. In questo modo, sarà più facile gestire le proprie spese e verificare gli ultimi movimenti.

Sarà possibile, infine, garantire una maggiore sicurezza nei pagamenti non soltanto tramite una speciale crittografia sui dati inseriti, ma anche perché sarà possibile inserire la conferma di ogni pagamento tramite l’utilizzo di un Pin o il riconoscimento facciale o dell’impronta digitale.

WhatsApp, nuovo aggiornamento: in arrivo nuove emoji e la modalità notte

WhatsApp come Snapchat: i messaggi si autodistruggeranno

Facebook Pay, cosa si può pagare

Da questa settimana, negli Stati Uniti, tutti gli utenti di Facebook possono – tramite Facebook Pay – fare donazioni per le raccolte fondi, oppure fare acquisti in-game, o ancora acquistare i biglietti per gli eventi direttamente sul social network e addirittura acquistare merce dai Marketplace, ma solo di alcune aziende selezionate o da quello ufficiale di Facebook. Tramite Messenger, invece, è possibile inviare denaro ai propri contatti.

La vicepresidente Marketplace and Commerce di Facebook, Deborah Liu, ha dichiarato a tal proposito: “Gli utenti già usano i pagamenti sulle nostre app per fare acquisti, fare donazioni per una causa oppure mandare denaro. Facebook Pay renderà più semplici queste transazioni, mentre continuerà a mantenere le informazioni di pagamento sicure e protette”. Non ci resta che aspettare il lancio di Facebook Pay anche in Italia.

Facebook avvertirà se i politici pubblicano fake news

Mark Zuckerberg lancia Facebook news: la nuova sezione social dedicata alle notizie nazionali e locali