Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 08:14
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Tecnologia

WhatsApp come Snapchat: i messaggi si autodistruggeranno

Immagine di copertina

La nuova versione della app prevede l'opzione

WhatsAspp pensa ai messaggi che si autodistruggono

WhatsApp, l’app di messaggistica più famosa nel mondo occidentale, segue le orme di Snapchat e Telegram e pensa ai messaggi che si autodistruggono. Si chiama “Disappearing Messages” ed è l’opzione che permetterebbe all’utente di decidere se e in quanto tempo far scomparire il messaggio inviato.

A rivelarlo è il sito di tecnologia WaBetaInfo, che diffonde anche uno screenshot delle impostazioni della chat. Per ora, come annuncia il sito, si tratta di una versione beta (la numero 2.19.275) dell’app ed è pensata solo per il sistema operativo Android.

Credit: WaBetaInfo

Secondo quanto si legge su WaBetaInfo, nelle impostazioni delle chat sarà possibile trovare la voce “Disappearing Messages”. Una volta cliccato su questa opzione, ci si trova davanti a tre possibilità: i messaggi potranno, infatti, sparire in un’ora, in cinque secondi o mai.

Come è facile intuire, selezionando 5 secondi e un’ora, i messaggi dopo il tempo stabilito si autodistruggeranno. Per ora questa opzione innovativa è stata pensata solo per le chat di gruppo, bisognerà aspettare per capire se la novità sarà estesa anche alle chat singole.

Credit: WaBetaInfo

Soprattutto per ora non è noto quando l’aggiornamento dell’app sarà disponibile per i dispositivi Android. L’app di messaggistica più famosa al mondo, quindi, si appresta a cambiare i suoi connotati, assomigliando sempre di più al social network dei giovani per antonomasia: Snapchat.

La caratteristica principale di Snapchat, diffusissimo tra i più giovani, è che i messaggi si autodistruggono automaticamente senza lasciare traccia. Nel caso di Snapchat, l’utente può decidere se far sì che i messaggi spariscano da un secondo fino a 24 ore.

Ancora più particolare è Telegram. L’app di messaggistica che compete con WhatsApp e da sempre nota per essere tra le più sicure a livello di privacy dà all’utente la possibilità di creare delle chat segrete, che presentano un sistema di cifratura end-to-end che permettono esclusivamente a mittente e destinatario di accedere alla chat.

Memoji su Whatsapp e Telegram: cosa sono e come funzionano gli adesivi personalizzati di iPhone
Ti potrebbe interessare
Tecnologia / Un cloud europeo alternativo a quello delle Big Tech: intervista all’italiano che ci sta lavorando
Tecnologia / Soldo: la piattaforma smart per l’automazione dello spend management in azienda
Tecnologia / Instagram Business: strategie, approcci ed errori da evitare nel libro di Giò Fumagalli
Ti potrebbe interessare
Tecnologia / Un cloud europeo alternativo a quello delle Big Tech: intervista all’italiano che ci sta lavorando
Tecnologia / Soldo: la piattaforma smart per l’automazione dello spend management in azienda
Tecnologia / Instagram Business: strategie, approcci ed errori da evitare nel libro di Giò Fumagalli
Tecnologia / WhatsApp, arrivano i sondaggi: ecco come funziona
Economia / Twitter, l’aut aut di Musk ai dipendenti: “Lavorate duro o siete licenziati”
Tecnologia / Altro che password sicure, ecco quali sono quelle più utilizzate nel mondo e in Italia: la sorprendente classifica
Cronaca / Artemis, lanciato il razzo Nasa: primo passo per il ritorno sulla Luna
Economia / La manager di Twitter che dorme in ufficio è sopravvissuta ai licenziamenti
Tecnologia / Twitter fuori controllo dopo le decisioni di Musk: anche Gesù Cristo ha la spunta blu
Tecnologia / Philip Morris International presenta in Italia il nuovo IQOS ILUMA: la rivoluzione nel mondo IQOS