Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 17:53
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Sport

Vuelta 2022: Primoz piglia tutto

Immagine di copertina

Il campione in carica Primoz Roglic (Jumbo Visma) ha vinto la quarta tappa della 77ma Vuelta Espana al termine del 152 chilometri che portavano da Vitoria Gasteiz a La Guardia. Il campione di Trbovlje ha preceduto in volata, sulla rampa finale, il danese Mads Pedersen (Trek Segafredo), alla terza piazza d’onore consecutiva, e lo spagnolo Enric Mas (Team Movistar). Grazie al successo odierno, lo sloveno si è impossessato della maglia roja sfilandola al compagno di squadra, il mantovano Edoardo Affini. Roglic è così diventato il quarto corridore in quattro giorni, in casa Jumbo Visma, ad indossare il simbolo del primato. In classifica generale Primoz ora precede il fido gregario statunitense Sepp Kuss di 13″ con il britannico Ethan Hayter (Ineos Grenadiers) terzo a 26″.

La tappa odierna è stata caratterizzata dalla lunga fuga di un sestetto, partito subito dopo il via: Alessandro De Marchi (Israel Premiertech), Alexei Lutsenko (Astana Qazaqstan), Joan Bou (Euskatel Euskadi), James Shaw (EF Education Easy Post), Jarrad Drizners (Lotto Soudal) ed Ander Okamika (Burgos BH). Gli attaccanti, il cui vantaggio massimo ha sfiorato i tre minuti, sono stati ripresi dopo 110 chilometri, poco prima del Puerto de Herrera, principale salita di giornata, posta a 20 chilometri dall’arrivo.

L’ascesa a questa asperità veniva affrontata dal gruppo, ridotto a 50 unità, in modo regolare ancorché sostenuto. Lo strapotere dimostrato da Roglic nel passare per primo sotto al GPM, regolando il campione del mondo Julian Alaphilippe (Quick Step Alpha Vinyl), ha fornito indicazioni precise in vista della volata conclusiva. In prossimità dall’arrivo, il vincitore delle ultime tre edizioni della corsa spagnola è partito quando mancavano 400 metri. Solo Pedersen ha tentato, invano, di contrastarlo. Ai meno 100 dallo striscione finale, tuttavia, anche l’iridato di Harrogate 2019 è stato costretto ad alzare bandiera bianca.

Domani andrà in scena la quinta tappa. Si pedalerà nel cuore dei Paesi Baschi da Irun a Bilbao lungo 187 chilometri vallonati ma non particolarmente duri. Sembrerebbe la classica frazione da fuga, sempre che venga lasciato spazio agli attaccanti di giornata.

Ti potrebbe interessare
Sport / “Siamo tutti antifascisti”: la reazione dei tifosi tedeschi del St. Pauli dopo la vittoria di Meloni
Sport / Ungheria Italia streaming e diretta tv: dove vedere la partita di Nations League
Sport / Mondiali ciclismo 2022: un marziano a Wollongong
Ti potrebbe interessare
Sport / “Siamo tutti antifascisti”: la reazione dei tifosi tedeschi del St. Pauli dopo la vittoria di Meloni
Sport / Ungheria Italia streaming e diretta tv: dove vedere la partita di Nations League
Sport / Mondiali ciclismo 2022: un marziano a Wollongong
Sport / Laver Cup, invasore entra in campo e si dà fuoco a un braccio
Sport / Italia Inghilterra streaming e diretta tv: dove vedere la partita di Nations League
Cronaca / Alex Zanardi torna a casa a 76 giorni dal secondo ricovero: dimesso dall’ospedale di Vicenza
Sport / Giornalista insultato in diretta da un tifoso al termine di Milan-Napoli
Sport / Milan Napoli streaming e diretta tv: dove vedere la partita di Serie A
Sport / Roma Atalanta streaming e diretta tv: dove vedere la partita di Serie A
Sport / Mondiali ciclismo 2022: Foss trionfa, Ganna affonda