Covid ultime 24h
casi +20.648
deceduti +541
tamponi +176.934
terapie intensive -9

Coronavirus, sci: cancellate le gare finali di coppa del mondo a Cortina

La decisione è legata alle limitazioni imposte in relazione all'epidemia di coronavirus

Di Antonio Scali
Pubblicato il 6 Mar. 2020 alle 19:19 Aggiornato il 9 Mar. 2020 alle 13:57
72
Immagine di copertina
Credit: Ansa Foto EPA/ALESSANDRO DELLA VALLE

Sci, cancellate le finali di Coppa del Mondo a Cortina

Cancellate le finali di Coppa del Mondo a Cortina d’Ampezzo. Lo ha deciso la FIS, in accordo con la Federazione italiana. La stagione dello sci alpino si concluderà quindi con le gare di Kranjska Gora per quanto riguarda il calendario maschile, e di Are per il calendario femminile. Le finali non saranno né recuperate, né spostate in altra sede. Lo riferisce la FISI in una nota. La Federazione internazionale ha infatti bocciato la proposta italiana di far svolger la manifestazione senza pubblico chiedendo alla Fisi di cancellare l’evento. La formalizzazione della rinuncia dovrà arrivare entro le 24 di oggi, venerdì 6 marzo 2020. Lo comunica la stessa Fisi in una nota.

Una decisione importante considerando che nel 2026 si terranno le Olimpiadi di Cortina e Milano, oltre ai Mondiali del prossimo anno proprio a Cortina. Un rammarico anche per la nostra campionessa Federica Brignone, che non potrà giocarsi in casa l’opportunità di competere per la Coppa del Mondo di sci, e in particolare per la classifica generale in cui è attualmente prima. Potrà tuttavia giocarsi la vittoria finale ad Are in Svezia, dove al momento si trova e dove disputerà le ultime gare di coppa del mondo di questa stagione. La sciatrice azzurra, inoltre, domenica sarà in collegamento con la trasmissione di Fabio Fazio Che tempo che fa su Rai 2.

“È con grande rammarico che ho preso atto di questa decisione – ha detto il presidente FISI, Flavio Roda –, ma ogni membro del Consiglio ha motivato la propria decisione di cancellare le Finali con le limitazioni che i rispettivi governi hanno loro imposto in relazione all’epidemia di coronavirus. Tutto ciò si è però concretizzato in una grave penalizzazione per il mondo dello sport, che avrà pesanti ricadute economiche sia per la Federazione che per la Fondazione Cortina 2021, che è l’organizzatore dei prossimi Mondiali e sarebbe dovuto essere anche l’organizzatore delle Finali”. “È una decisione che penalizzerà però tutto l’indotto della montagna italiana, in tutte le varie realtà imprenditoriali e associative, che grazie a queste Finali e ai prossimi Mondiali hanno deciso di supportare il movimento degli sport invernali con investimenti importanti e coraggiosi”.

1 LE ULTIME NOTIZIE DI SPORT  / 2 LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS

72
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.