Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 07:11
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Sport

Ciclismo, Mondiali 2019 a cronometro: Dennis brutalizza il mondo

Immagine di copertina

Ciclismo, Mondiali 2019 a cronometro: Dennis brutalizza il mondo

Rohan Dennis si è confermato Campione del Mondo a cronometro tra i professionisti sui 54 chilometri del percorso ondulato da Northallerton ad Harrogate nello Yorkshire.

Sembrerebbe quasi una non notizia alla luce del dominio totale dimostrato dal corridore di Adelaide che ha staccato di 1’09” Remco Evenepoel, il diciannovenne belga da molti visto come il dominatore della prossima decade, e di 1’55” Filippo Ganna, il campione del mondo dell’inseguimento in pista, che ha così regalato all’Italia una insperata medaglia di bronzo. Dennis, resosi irreperibile negli ultimi due mesi, dopo il repentino abbandono al Tour de France il 18 luglio, proprio alla vigilia della “sua” tappa, la cronometro di Pau, ha così risposto nel modo più enfatico ai suoi detrattori che lo accusavano di essere un corridore mentalmente fragile.

L’australiano, infatti, ha inflitto una lezione agli avversari che sicuramente resterà negli annali. In particolare, non può essere omesso il siparietto con Primoz Roglic, il recente vincitore della Vuelta, considerato da molti il grande favorito di giornata. Dennis ha ripreso lo sloveno, partito 3 minuti prima di lui, a 10 chilometri dall’arrivo. Roglic, disastroso fino a quel momento, ha improvvisamente cambiato marcia, impegnandosi allo stremo per non farsi staccare dal campione del mondo. Per la cronaca, i due sono giunti affiancati sul traguardo.

Per l’Italia, la medaglia di bronzo di Filippo Ganna giunge come manna del cielo. Il granatiere di Verbania, tre volte iridato sui 5 chilometri, ha dimostrato di sapersi adattare anche a su una distanza classica che raramente viene proposta di questi tempi. Speriamo funga da buon viatico per la prova regina, la corsa in linea dei professionisti in programma domenica.

LE NOTIZIE SULLO SPORT 
Ti potrebbe interessare
Sport / Tour de France 2024: Tadej Pogacar arriva puntuale al rendez-vous con la storia
Sport / Tour de France 2024: la riluttante vittoria di Tadej Pogacar
Sport / Tour de France 2024, 19esima tappa: voilà Tadej, Le Roi
Ti potrebbe interessare
Sport / Tour de France 2024: Tadej Pogacar arriva puntuale al rendez-vous con la storia
Sport / Tour de France 2024: la riluttante vittoria di Tadej Pogacar
Sport / Tour de France 2024, 19esima tappa: voilà Tadej, Le Roi
Sport / Tour de France, 18esima tappa: Campenaerts si aggiudica l’ultimo scampolo di libertà
Sport / Tour de France 2024, 17esima tappa: El Diablito completa il tris, Remco vede il secondo posto
Calcio / Il Comune di Udine nega il patrocinio alla partita Italia-Israele: “Sarebbe divisivo”
Sport / Tour de France 2024, 16esima tappa: Philipsen pareggia il conto e riapre la lotta per la maglia verde
Sport / Malagò a TPI: “Bochicchio? Era un incantatore di serpenti e io non sono stato un serpente”
Sport / Malagò a TPI: “Tregua olimpica? La speranza è l’ultima a morire ma finora i leader mondiali non hanno cavato un ragno dal buco”
Sport / Malagò a TPI: “Solo in Italia costruire stadi è un calvario. Gualtieri? È serio, oggi è percepito meglio di prima”