Me
HomeSport

“Black Friday”: bufera sulla prima pagina del Corriere dello Sport con Lukaku e Smalling. “Siete dei razzisti”

Il noto quotidiano sportivo pubblica oggi una copertina che rimanda alle pelle nera di Lukaku per ricordare il match Roma Inter che si giocherà domani, venerdì 6 dicembre

Di Marta Vigneri
Pubblicato il 5 Dic. 2019 alle 12:52 Aggiornato il 5 Dic. 2019 alle 20:17

Black Friday, la copertina di oggi del Corriere dello Sport

“Black Friday” è il titolo di copertina di oggi, giovedì 5 dicembre, del Corriere dello Sport, che associa al noto slogan la foto di Lukaku e Smalling. I due calciatori giocano rispettivamente nell’Inter e nella Roma e domani si scontreranno in un match di campionato.

Il quotidiano ha deciso di accostare la foto dei due al titolo “Black Friday” per ricordare la partita, che si gioca di venerdì e che coinvolge un calciatore nero.

Ma il richiamo al colore della pelle di Lukaku piazzato in prima pagina sta facendo già discutere, in un periodo in cui il mondo dello sport, e del calcio in particolare, è investito quasi quotidianamente da episodi di razzismo.

Dopo gli insulti a Balotelli allo stadio del Verona da parte della curva ultras, la giocatrice della Juventus Aluko ha annunciato le dimissioni proprio a causa degli episodi di razzismo subiti nel tempo a Torino.

Così, a pochi giorni dalla lettera aperta “a chi ama il calcio” sottoscritta dai 20 club di Serie A per denunciare il razzismo, la copertina del Corriere dello Sport sembra un vero e proprio autogoal.

Sui social è subito esplosa la polemica, sia in Italia che all’estero, dalle squadre di campionato e dai tifosi, che condannano senza esitazione il quotidiano per l’inopportuna scelta editoriale.

“No one, absolutely nobody. Not a single soul”, twitta l’account ufficiale dell’As Roma.

“E poi c’è chi si chiede perché abbiamo un problema col razzismo in Italia”, scrive un utente su Twitter.

“Ma in quale civiltà viviamo?”, si domanda qualcuno.

“Stavolta l’hanno fatta davvero grossa, che sia razzista o no, è comunque un titolo vergognoso. L’editore del Corriere dello Sport dovrebbe chiedere scusa”, osserva un tifoso sul social.

“Pochi giorni fa le società della SerieA hanno pubblicato una lettera aperta per chiedere aiuto nel combattere il razzismo. Oggi arrivano i fenomeni del  Corriere dello Sport e pubblicano questa schifezza! VERGOGNATEVI”, è l’aspro commento di un altro utente.

“Italian daily Corriere dello Sport has been accused of fuelling racism with its front page ‘Black Friday’ headline – with Roma and Inter Milan condemning the decision” (il quotidiano italiano Corriere dello Sport è stato accusato di incitare al razzismo con il suo titolo di copertina, la Rome e il Milan condannano la decisione), scrive un tifoso da un account britannico.

Dentro il Rojava, guerra di Siria

La risposta di Zazzaroni

Nella tarda mattinata è poi arrivata la risposta del quotidiano sportivo tramite un breve articolo firmato dal direttore Ivan Zazzaroni. Eccone uno stralcio: “Piattaforme digitali? Direi pattumiere. Truccate da rancori nobili. Sdegno a buon mercato. Un bel pensiero al giorno toglie il medico di torno. Eserciti di benpensanti di questi tempi affollano il web per tingersi di bianco le loro anime belle. Individuato il razzista di turno, vai, due colpi alla tastiera e via la macchia, ti senti un uomo migliore in un mondo migliore. (…) “Black Friday”, per chi vuole e può capirlo, era ed è solo l’elogio della differenza, l’orgoglio della differenza, la ricchezza magnifica della differenza. Se non lo capisci è perché non ce la fai o perché ci fai. (…)”.

La dura presa di posizione di Roma e Milan dopo la copertina del Corriere dello Sport

Intanto, Roma e Milan hanno deciso di vietare l’accesso ai rispettivi centri sportivi ai giornalisti del Corriere dello Sport sino a gennaio 2020. I due club hanno comunicato la loro decisione attraverso una nota congiunta pubblicata sui rispettivi siti internet (qui l’articolo completo).

Dentro il Rojava, guerra di Siria

Leggi anche:

Juventus, Enu Aluko lascia: “Stanca di essere trattata come una ladra, l’Italia è decenni indietro sull’integrazione”

Verona-Brescia, cori razzisti: Balotelli infuriato scaglia il pallone in curva. Juric: “Bugia, non c’è stato nulla”

Razzismo, rugbista della nazionale italiana Mbandà insultato in strada: “Ne**o di m**da, tornatene al tuo paese”