Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:10
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Spettacoli

Tv2000, frasi fasciste in prima serata durante la proiezione di un film: “Mussolini ha sempre ragione”. L’emittente si dissocia

Immagine di copertina

Tv2000, compaiono frasi fasciste in prima serata: “Mussolini ha sempre ragione”

Se ieri sera, domenica 14 giugno 2020, stavate guardando il film “Son of God” su Tv2000, di certo non vi sarà sfuggito che a un certo punto in sovrimpressione sono apparse delle frasi fasciste, tra cui “Mussolini ha sempre ragione” o “meglio vivere un giorno da leone che cento da pecora”. Nella tv di proprietà della Conferenza episcopale italiana, mentre andava in onda una pellicola cattolica, sono comparse dunque delle citazioni del Duce che hanno subito diviso il mondo del web. In poco tempo, sui social e soprattutto su Twitter sono arrivate decine e decine di segnalazioni. Al punto che l’emittente ha dovuto scusarsi pubblicamente.

Non è chiaro se la comparsa delle scritte sia stato un errore tecnico o addirittura, come ipotizzato da qualcuno, un attacco hacker. Ciò che è certo è che le frasi fasciste su Tv2000 hanno indignato parecchi utenti: “E’ apparsa questa scritta all’improvviso dal nulla nel bel mezzo del film, lo stiamo vedendo in italiano. Sono scioccata, e menomale che questo è un canale del Vaticano”, ha scritto qualcuno. Per scusarsi, però, l’emittente ha deciso di utilizzare la stessa modalità: una scritta in sovrimpressione. “Mia mamma mi ha appena raccontato scioccata che a Tv2000 durante uno dei tanti film di Gesù sono apparsi messaggi fascisti. Ho messo Tv2000 e c’è il messaggio in cui loro si scusano per ciò che è accaduto e si dissociano dal messaggio”, hanno raccontato altri utenti su Twitter.

E in effetti, subito dopo le scritte di Mussolini, è stato trasmesso il seguente messaggio: “Stiamo effettuando delle verifiche. Il contenuto di queste didascalie non corrisponde ovviamente al pensiero dell’emittente. Da esse ci dissociano con fermezza e ci scusiamo con i nostri telespettatori”. Dopodiché, non si è saputo più niente. L’impressione è che la reale causa della comparsa delle frasi di Mussolini in prima serata su Tv2000 rimarrà un mistero per sempre.

Leggi anche:

1. Coordinatore di Fratelli d’Italia fa una videochiamata, ma alle sue spalle spunta il calendario di Mussolini / 2. Caselle toglie la cittadinanza onoraria a Mussolini e la concede a Liliana Segre / 3. Il sindaco di Salò a TPI: “Ecco perché non revochiamo la cittadinanza onoraria a Mussolini” / 4. Il premio Strega Scurati a TPI: “Vi racconto Mussolini, padre dei leader populisti di oggi”

Ti potrebbe interessare
TV / Grande Fratello Vip 2021, eliminati oggi: chi è stato eliminato?
TV / Grande Fratello Vip 2021, nomination: i concorrenti nominati oggi, 29 novembre
TV / Mediaset sospende per un mese e mezzo "Fuori dal coro" e "Dritto e rovescio"
Ti potrebbe interessare
TV / Grande Fratello Vip 2021, eliminati oggi: chi è stato eliminato?
TV / Grande Fratello Vip 2021, nomination: i concorrenti nominati oggi, 29 novembre
TV / Mediaset sospende per un mese e mezzo "Fuori dal coro" e "Dritto e rovescio"
TV / Grande Fratello Vip 2021: anticipazioni e news dell’ultim’ora sulla puntata di oggi, 29 novembre
TV / Blanca streaming e diretta tv: dove vedere la seconda puntata della fiction
TV / Blanca: le anticipazioni (trama e cast) della seconda puntata
TV / La vera storia della Uno Bianca: le anticipazioni sulla docu-serie in onda su Rai 2
TV / Report: le anticipazioni della puntata di stasera, 29 novembre 2021, su Rai 3
TV / Quarta Repubblica: ospiti e anticipazioni stasera, 29 novembre 2021
TV / E noi come stronzi rimanemmo a guardare: tutto quello che c’è da sapere sul film