Covid ultime 24h
casi +11.629
deceduti +299
tamponi +216.211
terapie intensive +14

Pamela Perricciolo show a Live – non è la d’Urso. Spunta un nuovo uomo e alla fine chiede perdono

Di Redazione TPI
Pubblicato il 6 Giu. 2019 alle 00:19 Aggiornato il 6 Giu. 2019 alle 09:23
0
Immagine di copertina

Live non è la d’Urso Perricciolo Michelazzo | Pamela Prati | Simone Coppi

Live non è la d’Urso Perricciolo Michelazzo – Accuse su accuse. A vicenda. E’ il secondo tempo della soap che sta tenendo banco in questi mesi. Benvenuti nel Prati- gate. Le novità non mancano.

La d’Urso, in diretta, intervista in esclusiva Pamela Perricciolo. L’ex agente della Prati si arrampica sugli specchi, tirando in ballo un nuovo uomo: Marco Calta. Che donna Pamela avrebbe conosciuto nel suo ristorante a Roma. Sarebbe un fan della Prati. Secondo la Perricciolo, in questo racconto frammentario, l’ex ballerina del Bagaglino avrebbe chattato con questo uomo dopo che donna Pamela gli avrebbe consegnato una scheda telefonica intestata alla sua agenzia. Per quale motivo? Non specificato.

Ma la domanda da cento milioni di dollari resta una: chi è questo Marco Calta? Mistero. Si tratta di un nuovo finto Mark Caltagirone? La Perricciolo non risponde in modo chiaro. Poi svela: “Questo uomo era brizzolato- L’ho visto. Poi non l’ho più sentito”.

Donna Pamela riavvolge il nastro. “Era partito tutto da lontano. Ho conosciuto una persona che mi parlava di Pamela, veniva al mio ristorante. Si chiamava Marco. Lo sentivo sui social di tanto in tanto. Si chiamava Marco Calta sui social. Pamela un giorno disse che lei aveva scritto questo Marco Calta perché vedeva i commenti sui social. Dopo un paio di sere disse che stava insieme e poi disse che se lo sposava. Ho dato uno dei telefoni che avevo preso per la mia agenzia a questo uomo, che mi aveva chiesto una mano per investire su Canale 5”. Parola di Donna Pamela.

Live non è la d'Urso Perricciolo Michelazzo

Live non è la d’Urso Perricciolo Michelazzo | Donna Pamela e l’incontro la d’Urso

“C’è una persona che è venuta tipo quattro volte da me, voleva investire e abbiamo chiesto quanto poteva costare una pubblicità a Mediaset”. Donna Pamela racconta di quella scheda telefonica dato ad un uomo che per mesi ha mandato i messaggi alla d’Urso. Quella scheda, come ha confermato, era intestata ad una sua agenzia.

“Sedermi qui e dire sono innocente sarebbe una presa per il c…. Ci siamo sedute in tre, abbiamo portato avanti alcune cose. Non penso che quando è venuta Pamela Prati il 2 dicembre davanti a te a Domenica Live non aveva un copione”, svela Donna Pamela.

“La Prati, prima di entrare nella nostra agenzia, era andata in un programma Rai e salutava questo bambino dicendo di essere innamorata e fidanzata”. Poi il colpo di scena. Donna Pamela smentisce tutta la vicenda legata a Sara Varone, la ragazza corteggiata sui social da un profilo falso che era quello David Coppi. Si tratterebbe di un altro inganno. Ma la Perricciolo prende le distanze da tutto. Clamorosamente.

“Abbiamo creato quei profili dieci anni fa. Eravamo forse in dieci ad avere le password. Io non sono stata”, scarica tutte le accuse e confessa di non sapere nulla.

Live non è la d’Urso Perricciolo Michelazzo | La finta paparazzata tra Pamela e Mark

Vi ricordate le foto della Prati con un uomo misterioso con il cappellino rosso? Chi era? Mistero irrisolto. La Perricciolo dice quell’uomo era un amico di Pamela. “Mi ha chiesto di fare video e foto con quell’amico che poi ha passato a un paparazzo. Eravamo arrivati a ricevere troppi messaggi da giornalisti e fotografi. Ho chiamato la Prati dicendo: O ti sposi o annulli il matrimonio. Credevo che quell’8 maggio sarebbe arrivato primo poi”

“Le ospitate televisive avevamo capito, io e Pamela, che avremmo dovuto eliminarle. Eliana ha voluto continuare perché non sapevo come uscirne”, dice la Perricciolo

Live non è la d’Urso Perricciolo Michelazzo | Spunta una nuova denuncia

La Perricciolo rivela di aver denunciato Eliana Michelazzo. “Eliana sapeva che non esisteva quel Simone Coppi. Secondo me lo sapeva”, dice la Perricciolo. “Simone Coppi è stato creato come profilo all’università quasi per gioco da un gruppo di amici”, svela donna Pamela.

Live non è la d’Urso Perricciolo Michelazzo | Il racconto di Eliana Michelazzo

Il racconto della Perricciolo viene anticipato da un lungo talk dove si alternano ospiti per continuare a ricostruire tutta l’assurda vicenda.

La Michelazzo è in collegamento da Roma e non perde tempo ad accurare ancora una volta la sua ex amica Donna Pamela. Il caso si ingrossa. Anche Al Bano Carrisi e Don Davide Banzato (il giovane sacerdote spesso presente in tv) sono coinvolti nel giallo a loro insaputa. Infatti, il finto marito di Eliana (tale Simone Coppi) sembra che abbia inviato una foto con Al Bano e il cugino prete dopo aver rubato l’identità a Don Davide.  Secondo Eliana ci sarebbe Donna Pamela dietro tutto.

Un vero teatrino, messo in piedi senza un motivo. Chi è stato? Sicuramente non si tratta più di un caso di gossip, ma di cronaca visti gli esposti e le denunce delle scorse settimane.

Pamela Prati, l’assurda storia del matrimonio (finto?) con Marco Caltagirone | Testimonianze a Live Non è la D’Urso

Live non è la d’Urso Perricciolo Michelazzo | Il finto Sebastian

La Prati, in tv, aveva parlato di Sebastian e Rebecca (i due bambini che avrebbe dovuto avere in affido) come se li avesse visti in carne ed ossa. Ma Sebastian (un nome di fantasia) l’ha visto per davvero. Infatti, la Perricciolo avrebbe fatto incontrare in un bar di Roma la Prati (c’era pure la Miconi con suo marito) ed il finto Sebastian. Che era convito di recitare in una fiction dopo essere stato indottrinato dalla Perricciolo su come comportarsi.

Il bambino  faceva parte dell’Aicos Management con un apposito modulo di iscrizione, senza aver mai versato denaro all’agenzia da parte dei genitori. La famiglia di questo bambino aveva conosciuto la Perricciolo diversi anni fa e mai avrebbe immaginato tutto questo.

“Il bambino usava un telefono per messaggiare con la Perricciolo. Si è rotto nel tempo. Mi sono fatto dare il telefono e l’ho fatto riparare. A breve avrò i messaggi e i video per fare il casting di questa fantomatica fiction”, racconta l’avvocato Leonardo D’Erasamo, che difende i genitori del bambino (finto Sebastian).

Live non è la d’Urso Perricciolo Michelazzo | La versione della Perricciolo

“Il bambino è un iscritto all’agenzia. C’era un compenso elevato e la mamma sapeva che stava interpretando Sebastian Caltagirone. La mamma mi ha chiamato per farlo iscrivere all’agenzia, l’ho vista tre volte nella mia vita e non eravamo amici”. Questa la versione di Donna Pamela sull’assurdo caso di Sebastian. La Perricciolo ha detto la verità?

Pamela Perricciolo: tutto quello che c’è da sapere sull’ex agente della Prati

Live non è la d’Urso Perricciolo Michelazzo | Il racconto shock di Guendalina Tavassi

Guedalina Tavassi è un fiume in piena. “Ero spesso con loro, Eliana e Pamela. Ad un certo punto è spuntata una ragazza, che raccontava di un matrimonio con questo fantomatico Coppi. Come mai le situazioni erano identiche alla tua e non hai avuto un dubbio?”, racconta l’ex gieffina. Ma la Michelazzo risponde soltanto che nemmeno lei se lo sa spiegare.

Live non è la d’Urso Perricciolo Michelazzo | L’arrivo in studio di “Simone Coppi”

In studio arriva il modello svizzero spacciato per Simone Coppi, il finto marito di Eliana. Si tratta di Stephan Weiler. La Michelazzo resta senza parole appena lo vede in studio.

Live non è la d'Urso Perricciolo Michelazzo

Live non è la d’Urso Perricciolo Michelazzo | La rivelazione dell’avvocato Taormina

“Sto provando un senso di schifo per tutto. Qui ci sono due domande. Quali sono gli interessi che muovo questa organizzazione che è in piedi da tempo?”, dice l’avvocato che era il legale della Prati. Taormina, alla d’Urso, rivela clamorosamente: “La Prati mi chiese di confermare in tv l’esistenza di Caltagirone”.

Dopo la presunta aggressione con l’acido, Taormina ha detto di aver capito che si tratta di una grossa menzogna tutto questo caso.

“La Prati mi ha chiesto che dovevo andare da Barbara d’Urso con le due agenti per tutelarla. Ma si discuteva, in quel periodo, solo della veridicità dell’esistenza o meno di questo Mark Caltagirone.

Live non è la d'Urso Perricciolo Michelazzo

Caso-Prati, Eliana Michelazzo si scaglia contro la Perricciolo: “Vergogna, la vera truffa risale a te!” 

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.