Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:01
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Spettacoli » TV

Amadeus: “Ecco come sarà il mio Festival di Sanremo”

Immagine di copertina
Amadeus. Credit: Instagram/Amadeus

Amadeus sarà il presentatore e il direttore artistico del prossimo Festival di Sanremo, un Sanremo speciale: il 70esimo. “Sono commosso,confuso e felice, eccitato”, ha detto Amedeo Umberto Rita Sebastiani – questo il nome all’anagrafe del celebre conduttore – in un’intervista al Messaggero.

Sanremo 2020, Amadeus conduttore e direttore artistico: ora è ufficiale. “Si realizza il sogno di una vita”

Amadeus, conduttore oggi, ma prima dj e presentatore di tanti Festivalbar, pensa a un Sanremo diverso: “Sarà un Sanremo di tutti”, esordisce convinto. “Come sempre dovrebbe essere la tv del servizio pubblico. Guarderò alla musica che trasmettono le radio, che i giovani ascoltano sui telefonini, che Baglioni in qualche modo aveva già sdoganato nell’ultima edizione, la seconda affidata a lui: la trap, il rap, l’indie, l’elettronica…”.

Non ha alcuna intenzione di voltare pagina, però. Non del tutto. Perché Amadeus riconosce la ricchezza della tradizione: “Non tralascerò, anzi, la tradizione canora nostrana: perché se Sanremo è Sanremo, come ci ha insegnato super Pippo, lo è grazie a canzoni che sono rimaste negli anni. Ecco, so che lo hanno già detto tutti quelli mi hanno preceduto, ma il mio compito sarà scovare quante pi˘ canzoni capaci di resistere all’usura del tempo, trap o veteromelodiche che siano, senza snobismi e pregiudizi”.

Ancora è presto per parlare di chi lo affiancherà sul palco, anche se pare certa la presenza dell’amico fraterno Fiorello (che in realtà si è autoinvitato all’Ariston!). Tenero il ricordo dei primi Festival, da spettatore: “Ero bambino, con tutta la famiglia andavamo dai nonni a seguire le serate. » il rito Sanremo ad avermi stregato, per me ha il sapore di quelle belle serate in famiglia o con gli amici che vorrei restituire al pubblico con la necessaria modernità. Per me è davvero un sogno che si realizza, come per un romano che arriva a giocare nella Roma che è stata di Totti”, spiega il conduttore.

Anche il DopoFetsival potrebbe riservare sorprese interessanti, anche se il conduttore ancora non si sbilancia troppo: “Il tavolo di lavoro svoltosi martedì con la filiera dell’industria musicale potrebbe permetterci di intercettare musica giovanile finora sfuggita al festivalone. E il Dopofestival è da sempre lo spazio dove si sperimentano nuove formule”.

Ti potrebbe interessare
TV / Il Collegio 6, eliminati: chi è stato eliminato (espulso) oggi?
TV / Le Iene Show 2021: anticipazioni, servizi, conduttrice e streaming di oggi, 30 novembre
TV / La stagione della caccia – C’era una volta Vigata: quante puntate, durata e quando finisce
Ti potrebbe interessare
TV / Il Collegio 6, eliminati: chi è stato eliminato (espulso) oggi?
TV / Le Iene Show 2021: anticipazioni, servizi, conduttrice e streaming di oggi, 30 novembre
TV / La stagione della caccia – C’era una volta Vigata: quante puntate, durata e quando finisce
TV / Il Collegio 6: le anticipazioni della sesta puntata su Rai 2
TV / Le Iene Show 2021 streaming e diretta tv: dove vedere il programma
TV / La stagione della caccia – C’era una volta Vigata: il cast (attori) del film
TV / DiMartedì, le anticipazioni e gli ospiti della puntata di stasera 30 novembre 2021 su La7
TV / Cartabianca: anticipazioni e ospiti della puntata di stasera 30 novembre su Rai 3
TV / Il richiamo della foresta: tutto quello che c’è da sapere sul film
TV / L’ultima discesa: tutto quello che c’è da sapere sul film