Sanremo 2020, Amadeus conduttore e direttore artistico: ora è ufficiale. “Si realizza il sogno di una vita”

Viale Mazzini ha ufficializzato il nome del prossimo conduttore del Festival della Canzone italiana

Di Niccolò Di Francesco
Pubblicato il 2 Ago. 2019 alle 18:28 Aggiornato il 4 Feb. 2020 alle 18:17
0
Immagine di copertina

Sanremo 2020: Amadeus conduttore e direttore artistico: ora è ufficiale

Dopo diversi indiscrezioni ora è ufficiale: Amadeus sarà il nuovo conduttore e direttore artistico di Sanremo 2020.

A ufficializzarlo è stata la Rai, attraverso una nota diffusa alla stampa.

“Un Festival di Sanremo all’insegna della coralità e della celebrazione, un Festival con sorprese, un Festival nel segno della storia della Rai che vedrà impegnata l’intera l’azienda. Sarà questo – si legge nella nota della tv di Stato – Sanremo 70, un ambizioso evento multipiattaforma ideato e costruito dalla Rai che culminerà con le 5 serate al Teatro Ariston e che partirà da un’edizione di Sanremo Giovani che avrà un’apertura ancora maggiore alle nuove tendenze grazie anche alle sollecitazioni emerse dalla filiera musicale nel Tavolo di lavoro tenutosi martedì scorso in Rai, e proseguirà con una serie di altri appuntamenti durante il 2020. Padrone di casa di Sanremo 70 sarà Amadeus, volto Rai, esperto di musica, storico dj, che sarà anche Direttore Artistico dell’edizione. Assieme a lui, nel corso delle 5 serate, volti che hanno costruito la storia del Festival, per un racconto che si intreccerà con quello di compagni di viaggio di Amadeus, sorprese e un DopoFestival che sarà costruito all’insegna dell’innovazione”.

“Ho avuto oggi la notizia che uno aspetta da una vita quando fa il presentatore: il sogno, da quando si è ragazzi, è quello di poter condurre da grandi il Festival di Sanremo”: così il conduttore ha commentato l’investitura.

Il presentatore, che si è detto “felicissimo”, ha poi dichiarato: “Ringrazio innanzi tutto la Rai, veramente tutta la Rai, partendo dall’amministratore delegato Fabrizio Salini, il mio direttore Teresa De Santis, e tutti quanti hanno voluto fortemente che fossi io a condurre il prossimo festival di Sanremo. E adesso, dopo qualche breve giorno di vacanza ci metteremo subito al lavoro, perché non dimentichiamo che sarà la 70/a edizione, è un numero importante. Sarà il Sanremo di tutti quanti e quindi: viva Sanremo”.

Amadeus, secondo quanto trapela da Viale Mazzini, verrà affiancato da alcuni dei volti che hanno fatto la storia della Rai. Tra i nomi che circolano con più insistenza, si fanno quelli di Fiorello e Jovanotti.

Proprio lo showman siciliano, qualche tempo sui social, aveva promesso che sarebbe stato volentieri ospite di Amedeus qualora quest’ultimo fosse stato il conduttore del Festival. Tra gli altri nomi che circolano con insistenza, quelli di Pippo Baudo, Fabio Fazio, Carlo Conti e Piero Chiambretti.

La carriera del neo conduttore di Sanremo 2020

Pseudonimo di Amedeo Umberto Rita Sebastiani, il conduttore ha iniziato la sua carriera come deejay a sedici anni, debuttando a Radio Deejay.

Amadeus: tutto quello che c’è da sapere sul conduttore di Sanremo 2020

Interpellato da Tv Sorrisi e Canzoni sulla possibilità di condurre Sanremo, Amadeus aveva dichiarato: “A Sanremo non si dice di no. Ma sono fatalista, le cose non capitano per caso. Se dovrò aspettare degli anni, vuol dire che se lo avessi fatto prima non sarebbe andato bene. Ma se non dovesse capitare, sono già un “ragazzo fortunato”, per dirla con Jovanotti”.

Nato a Ravenna il 4 settembre 1962, si trasferisce giovanissimo a Verona. Dopo aver lavorato in una radio locale, approda, come detto, a Radio Deejay grazie a Claudio Cecchetto, fondatore della radio e scopritore di talenti.”

Il debutto in tv arriva nel 1982, in Rai, con il programma “La formula vincente”. Poi, insieme a Jovanotti e Fiorello conduce su Italia 1 “DeeJay Television”, programma di successo che gli permette di acquistare una grande notorietà.

Grazie alla popolarità acquisita, dal 1993 al 1997, conduce il “Festivalbar”.

Tra la fine degli anni Novanti e gli inizi degli anni Duemila si divide tra Rai e Mediaset, approdando al timone di trasmissioni quali “Buona Domenica”, “Campioni di ballo”, “Matricole”, “Meteore”, per il Biscione, e “Domenica In” e “L’eredità” per la tv di Stato.

Dopo un nuovo passaggio a Mediaset, questa volta poco fortunato, nel 2009 ritorna in Rai, rilanciando la sua carriera grazie alla conduzione di “Mezzogiorno in famiglia”. Grazie al successo raccolto con il varietà mattutino di Raidue, “trasloca” sull’ammiraglia della Rai dove conduce “Reazione a catena – L’intesa vincente”, “L’anno che verrà”, lo speciale della Rai in occasione del Capodanno, e il quiz preserale “Soliti ignoti – Il ritorno”, che nel 2017 sostituisce “Affari Tuoi”.

A Sanremo, Amadesu raccoglie l’eredità di Claudio Baglioni, che è stato conduttore e direttore artistico delle ultime due edizioni del Festival della Canzone italiana.

Sanremo 2019, “In conferenza sorridono tutti, ma dietro le quinte c’è un clima orrendo”: il retroscena

La vita privata e l’amore con la ballerina Giovanna Civitillo

Sposato per quattordici anni con Marisa di Martino, dalla quale ha avuto anche una figlia, Alice, Amadeus si è risposato nel 2009 con la ballerina Giovanna Civitillo, conosciuta nel 2003 grazie al programma “L’eredità”.

Amadeus e Giovanna prima della luna di miele ricevono un telegramma inaspettato!

I due hanno anche un figlio, José Alberto, nato nel 2009. Il nome è stato scelto in onore di José Mourinho, l’allenatore portoghese che dal 2008 al 2010 ha allenato l’Inter, squadra di cui Amadeus è tifoso.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.