Covid ultime 24h
casi +21.994
deceduti +221
tamponi +174.398
terapie intensive +127

The New Pope, iniziate le riprese per la seconda stagione della serie di Sorrentino

Il regista premio Oscar non smette di osare: tutti in scena a Venezia

Di Giampiero Cinelli
Pubblicato il 8 Gen. 2019 alle 15:45 Aggiornato il 8 Gen. 2019 alle 15:45
0
Immagine di copertina

THE NEW POPE SORRENTINO RIPRESE – Sono passati più di due anni dall’ultima puntata della serie di Paolo Sorrentino “The Young Pope”, ma presto gli amanti dell’eccentrico capo religioso interpretato da Jude Law potranno vedere il seguito di questa particolare storia. Sono infatti cominciate le riprese per la seconda stagione e Il “Papa giovane” (young in inglese) diventa “il Papa nuovo”. La serie si intitolerà infatti “The new Pope” e stavolta si sta girando, invece che in Abruzzo e nella Capitale, a Venezia.

Sarà quindi la città lagunare a ospitare la vicenda di Benny Belardo – il personaggio di Jude Law, affiancato dall’ottimo Silvio Orlando nelle vesti del Cardinal Voiello. Nel cast non sembrano esserci dubbi sulla conferma di Stefano Accorsi come Primo ministro italiano, di John Malkovich e alcune indiscrezioni parlano anche della presenza di Sharon Stone.

I lavori di ieri si sono svolti alla Pietà in mattinata, proseguendo nel pomeriggio tra campo Santi Giovanni e Paolo e le Fondamente Nove. Nei prossimi giorni la troupe girerà anche in piazza e piazzetta San Marco, ma anche nel Canal Grande, dove plausibilmente si vedrà un’imbarcazione bianca, così come vuole il consueto stile “papale”.

A supportare il cineasta premio oscar Sorrentino c’è Sky-Hbo, che co-produce l’opera.

> QUI TUTTE LE NUOVE SERIE TV IN USCITA NEL 2019

Si ritrova così il legame tra Sorrentino e il capoluogo veneto, dove era stata presentata la prima stagione in occasione della 73sima mostra del cinema di Venezia nel 2016. The New Pope sarà il prosieguo della vicenda di un personaggio affascinante, per il quale la fede non è scontata, ma è anzi una sfida e allo stesso tempo una ragione di vita. Già il fatto che il vicario di Cristo fosse incarnato da uno statunitense, aveva fatto capire l’originalità della proposta del regista napoletano, che di certo non è nuovo a tentativi coraggiosi.

Non si hanno dubbi sull’eventuale successo di The new Pope, siccome già la prima serie aveva destato un grande interesse nel pubblico. Se siete interessati vi consigliamo queste curiosità.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.