Me

Tommaso Paradiso travolto dagli insulti dei fan dopo l’addio ai Thegiornalisti

L'ex frontman della band sotto attacco

Di Cristiana Mastronicola
Pubblicato il 18 Set. 2019 alle 10:45 Aggiornato il 18 Set. 2019 alle 14:20
Immagine di copertina
Tommaso Paradiso. Credit: Instagram/Tommaso Paradiso

Tommaso Paradiso e gli insulti dei fan dopo l’addio ai Thegiornalisti

Un giorno amaro per Tommaso Paradiso che, dopo l’addio ai Thegiornalisti, si vede i profili social subissati dagli insulti dei fan. Il frontman della band romana il 17 settembre sera ha annunciato l’intenzione di lasciare il gruppo formatosi a Roma dieci anni fa.

Un addio che non è arriva come un fulmine a ciel sereno, visto che già qualche settimana prima del grande concerto della band al Circo Massimo – che ha visto la partecipazione di migliaia e migliaia di persone lo scorso 7 settembre – iniziavano a circolare alcune voci secondo cui ci fosse maretta tra i membri della band.

Tommaso Paradiso, leader indiscusso dei Thegiornalisti, ha annunciato la fuoriuscita dalla band, ma non ha messo in conto la reazione degli altri due componenti e, soprattutto, dei fan dell’apprezzatissimo gruppo pop romano.

Marco Rissa Musella, chitarrista della band, ha risposto a tono all’ex compagno e, su Instagram, spiega che i Thegiornalisti continueranno ad esistere, anche senza Tommaso Paradiso: “Avrei voluto passare una serata tranquilla, ma mi trovo costretto a rispondere che la decisione di un componente non può vincolare gli altri due. I TheGiornalisti continueranno! Chi decide autonomamente di andar via può andare a cercare di guadagnare più soldi da solo”.

Il chitarrista dei Thegiornalisti contro Tommaso Paradiso

Ma sono i fan della band a non mandare giù la decisione di “Tommy”. Sull’account Instagram di Paradiso si rincorrono commenti negativi e critiche aspre alla scelta del leader della band di lasciare gli altri e continuare da solista: “Caro Tommaso ex cuore di panna Paradiso, con questa mossa hai rotto quell’incanto di semplicità, nostalgia e italianità che come band eravate riusciti a creare, ricordandoci i tempi dei poster appesi in camera e dei primi amori. Si vede che il narcisismo piace di più alle case discografiche. Peccato, senza i tuoi musicisti hai perso tanto. Sallo”, scrive qualcuno.

“Siamo delusi Tommy. Pensi solo al business mi sa”, si legge in un altro commento. E ancora: “Da uno che si firma IO….. IO ho scritto, IO ho cantato, IO IO IO. Ma scusa sul palco con CHI ci salivi ?! Con IO? Buona Fortuna Business Man”; “Proteggi questo tuo ragazzo. Evidentemente non sei riuscito a proteggere te stesso. Dimenticate sempre che il frontman di un gruppo è sempre quello più acclamato, ma senza i suoi angeli custodi non è nulla. Sarai un fuoco di paglia purtroppo, stipendiato dai numerosi padri e madri di bambine che verranno ai tuoi concerti ad ascoltare canzoni che hanno perso quella verve di un tempo.

“Sono bastati un paio di featuring di “mezzo successo”, per montarti la testa e intraprendere la carriera da solista. Complimentoni”, si legge ancora. “Insipido belloccio megalomane. Hai costruito tutto lo show sulla tua barba”, scrive un altro.