Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 13:31
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Spettacoli » Musica

Strage nella discoteca di Ancona, Elisa e J-Ax parlano degli spray utilizzati ai loro concerti

Immagine di copertina
Elisa e J-Ax

I due artisti hanno raccontato le loro esperienze negative sui social

Dopo i fatti tragici di Ancona – dove alcuni ragazzini hanno perso la vita in discotesca la notte tra il 7 e l’8 dicembre 2018, prima del concerto di Sfera Ebbasta – diverse stelle della musica hanno voluto esprimere il loro pensiero sull’accaduto.

Tra questi anche J-Ax ed Elisa, che sui social hanno condiviso esperienze simili verificatesi nel corso delle loro esibizioni, quando alcune persone hanno spruzzato lo spray al peperoncino.

Cos’è successo durante il concerto di J-Ax

“Dipingiamo con la musica il grigio della vita. Questo ci unisce tutti. Per questo quello che è accaduto ieri mi ha completamente sconvolto e angosciato – ha scritto il rapper in un post su Instagram – Non solo perché, come genitore, quello che stanno passando quelle mamme e papà è un incubo ingiusto, ma anche perché la musica dovrebbe essere un conduttore di gioia e non di dolore e morte”.

“Sono sconvolto anche perché qualche mese fa qualcuno ha spruzzato dello spray urticante durante un mio djset – ha continuato l’ex degli Articolo 31 – E so che è successo anche a tanti altri. In un altro Paese le punizioni sarebbero così severe che nessuno si azzarderebbe a mettere in pericolo la vita di centinaia di persone creando panico. In Italia è stato consentito finché non abbiamo avuto questa immane tragedia. Non è giusto tutto questo. Non ha senso. I nostri ragazzi meritano di meglio”.

Cos’è successo durante il concerto di Elisa

Anche la cantautrice triestina ha voluto esprimere cordoglio per i sei morti di Ancona. “Sono vicina alle famiglie delle vittime e prego per i feriti gravi affinchè possano sopravvivere. È devastante”.

Elisa, poi, ha raccontato la sua esperienza: “Non trovo le parole, so solo che non posso non ripensare a quando hanno buttato delle fiale intossicanti al mio concerto a Torino e sia io che il mio pubblico abbiamo vissuto attimi di grande paura”.

“L’aria era irrespirabile e io non riuscivo più a cantare e vedevo persone in affanno senza respiro in mezzo al pubblico – ha aggiunto l’artista – Sono rimasta ferma dov’ero per non spaventare ulteriormente le persone e al microfono ho detto a tutti di restare calmi e di non correre per nessun motivo. Quella volta per fortuna non è successo niente, questa invece è una tragedia orribile e straziante”.

“Spero fortemente che queste cose non accadano più” ha concluso Elisa su Instagram.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Feltri difende Barbara Palombelli: “Sui femminicidi ha ragione”
Cronaca / Bambino di 4 anni caduto dal balcone a Napoli, il domestico: “L’ho lasciato cadere”
Cronaca / 2.407 nuovi casi e 44 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività al 2%
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Feltri difende Barbara Palombelli: “Sui femminicidi ha ragione”
Cronaca / Bambino di 4 anni caduto dal balcone a Napoli, il domestico: “L’ho lasciato cadere”
Cronaca / 2.407 nuovi casi e 44 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività al 2%
Cronaca / Frosinone, detenuto spara ad altri tre reclusi: “La pistola arrivata in carcere con un drone”
Cronaca / Vaccini, iniziata la somministrazione della terza dose per soggetti fragili e a rischio
Cronaca / L’Earth Technology Expo a Firenze dal 13 al 16 ottobre
Cronaca / Gkn, accolto il ricorso Fiom: il giudice blocca i licenziamenti per 422 dipendenti
Cronaca / Droga: spaccio a Catania, coinvolti anche bambini di 10 anni
Cronaca / Morte Luana D’Orazio, la perizia della procura: “L’orditoio era stato manomesso”
Cronaca / 3.838 nuovi casi e 26 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività all'1,4%