Coronavirus:
positivi 13.428
deceduti 34.938
guariti 194.273

Bufera social su Emis Killa: colpa di una frase sulle donne

Di Marco Nepi
Pubblicato il 25 Mag. 2020 alle 16:22 Aggiornato il 25 Mag. 2020 alle 16:37
13
Immagine di copertina
Credit: Instagram Emis Killa

Emis Killa sommerso dalle critiche per alcune Instagram stories che né i fan né gli utenti di Twitter hanno apprezzato. Sul suo profilo il rapper ha chiesto ai fan di fargli qualche domanda scrivendo che avrebbe “risposto a cose interessanti”. Un utente chiede: “Che prototipo di ragazza ti attrae?”, e il rapper risponde: “Femminile”. Dopo un po’ qualcuno incalza: “Oggi ha ancora senso l’aggettivo femminile?” e lui ribadisce: “A meno che non vi piacciano le ragazze coi peli, che parlano come gli uomini e via dicendo, sì. Adesso aspetto le femministe che mi romperanno i cogl***”.

Dopo le due osservazioni sono piovute critiche su Twitter contro le risposte del rapper. “Grazie a Dio non sono per niente femminile e parlo come un camionista, almeno sto fuori dal radar di Emis Killa ed io la chiamo vittoria”, scrive un utente.

“Sei rimasto al Medioevo”, critiche sui social contro Emis Killa

Su Twitter il nome del rapper è cresciuto tra le tendenze e c’è chi sostiene si tratti soltanto di una trovata commerciale: “Emis Killa è un genio cioè vi rendete conto che non lo sentivo neanche nominare almeno dal 2016 e ora ne parlano letteralmente tutti chiamatelo fesso”. C’è poi chi lo accusa di sessismo: “Sei rimasto al Medioevo!”,  e chi invece si schiera con Fedez che ha postato una foto con le unghie smaltate: “In un mondo in cui esistono bigotti come Emis Killa siate come Fedez che non crea drammi sulla questione peli e piuttosto si fa le unghie”.

Un utente scrive: “Ma aspettate Emis Killa ha pure una figlia.. mi dispiace per lei che sarà cresciuta da qualcuno che le insegnerà che il femminismo non va bene e che dovrà seguire le preferenze degli uomini che schifo”, un’altra commenta: “Comunque penso che in Italia non avremo mai un’evoluzione e una fine di questo maschilismo finché saranno famose persone come Emis Killa e attenzione guys non parlo a livello di artista, perché quelli son gusti, parlo a livello di “persona” è ben diverso”.

Il tenore dei commenti e per lo più contro Emis Killa: “Come un dejavu Emis Killa is back at it again perchè si sente offeso dai peli su una donna è periodicamente deve condividere la sua opinione ignorante e irrilevante col pubblico, ho solo una cosa da dire, smettila di fare le storie alla guida che oltre che illegale è pericoloso”

C’è anche chi prova a difendere il rapper: “Ha il sacrosanto diritto di esprimere le sue opinioni in termini di gusti personali”, scrive qualcuno. “Ognuno ha i propri gusti, ora non esageriamo grazie”, aggiunge un’altra utente.

13
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.